Architetto.info - Architetto.info | Architetto.info

Finanziamenti per opere e interventi in materia di viabilità, di infr...

Finanziamenti per opere e interventi in materia di viabilità, di infrastrutture, di difesa del suolo, nonché per la salvaguardia di Venezia

Art. 1.
1. All’articolo 19-bis, comma 1, del decreto-legge 25 marzo 1997,
n.67, convertito, con modificazioni, dalla legge 23 maggio 1997,
n.135, le parole: “periodo 1997-1999” sono sostituite dalle
seguenti: “periodo 1998-2017” e sono aggiunte, in fine, le seguenti
parole: “quali rate di ammortamento di mutui ventennali che la
società concessionaria è autorizzata a contrarre ai sensi del
citato articolo 2, comma 87, della legge n.662 del 1996. È altresì
autorizzata la spesa di lire 100 miliardi per l’anno 1997”.
2. I finanziamenti di cui al comma 1 sono utilizzati anche per gli
assi di penetrazione in Firenze.
3. Per la realizzazione di opere viarie funzionali al progetto
Malpensa 2000 sono autorizzati limiti di impegno ventennali di lire
53 miliardi a decorrere dall’anno 1998 e di lire 7 miliardi a
decorrere dall’anno 1999 da assegnare all’ANAS.
4. Per il superamento e l’eliminazione delle barriere
architettoniche negli edifici privati, di cui alla legge 9 gennaio
1989, n.13, è autorizzata la spesa di lire 10 miliardi per l’anno
1997 e lire 20 miliardi per ciascuno degli anni 1998, 1999 e 2000.
5. È autorizzato un contributo straordinario di lire 10 miliardi,
in ragione di lire 2 miliardi per l’anno 1997, lire 3 miliardi per
l’anno 1998 e lire 5 miliardi per l’anno 1999, per il
rifinanziamento dell’articolo 5, comma 2, della legge 29 luglio
1991, n.243, finalizzato ad interventi per la libera Università
degli studi di Urbino.
6. Per la realizzazione, la ristrutturazione e l’adattamento di
edifici demaniali destinati o da destinare ad uffici giudiziari
nelle regioni Sicilia e Calabria, anche al fine di consentire la
celebrazione in condizioni di massima sicurezza di procedimenti
penali contro la criminalità organizzata, nonchè per opere di
completamento del nuovo complesso giudiziario di Napoli, è
autorizzata la spesa di lire 43 miliardi per l’anno finanziario
1997 e di lire 7 miliardi per l’anno 1998. Si osservano le
disposizioni di cui all’articolo 3, comma 2, del decreto-legge 13
settembre 1996, n.479, convertito, con modificazioni, dalla legge
15 novembre 1996, n.579.
7. Per il proseguimento dei programmi di intervento finalizzati
alla salvaguardia di Venezia e della sua laguna, al suo recupero
architettonico, urbanistico, ambientale e socio-economico, ai sensi
e per gli effetti della legge 5 febbraio 1992, n.139, sono
autorizzati gli ulteriori limiti di impegno quindicennali di lire
50 miliardi per ciascuno degli anni 1998 e 1999, rispettivamente
ripartiti in ragione: di lire 16 miliardi e di lire 19 miliardi per
interventi in regime di concessione di competenza del Ministero dei
lavori pubblici; di lire 8 miliardi e di lire 12 miliardi per gli
interventi di competenza della regione Veneto; di lire 20 miliardi
e di lire 15 miliardi per gli interventi di competenza dei comuni
di Venezia e Chioggia; di lire 1 miliardo e di lire 1 miliardo per
gli interventi relativi all’aeroporto Marco Polo, in regime di
concessione di competenza del Ministero dei trasporti e della
navigazione; di lire 3 miliardi e di lire 1 miliardo per gli
interventi di competenza dell’Università Cà Foscari; di lire 1
miliardo e di lire 1 miliardo per gli interventi di competenza
dell’Istituto universitario di architettura di Venezia; di lire 1
miliardo e di lire 1 miliardo per gli interventi di competenza
della provincia di Venezia.
8. È autorizzata la spesa di lire 30 miliardi per l’anno 1997 per
interventi di sistemazione e rinaturalizzazione della rete
idrografica nel territorio della provincia di Gorizia, secondo un
piano da approvare con le modalità di cui alla legge 18 maggio
1989, n.183, e successive modificazioni. A valere sulla
autorizzazione di cui al precedente periodo il Ministro dei lavori
pubblici può destinare un contributo non superiore a lire 3
miliardi al fine di incentivare e promuovere, anche con il concorso
delle attività di ricerca universitaria, l’integrazione a livello
centrale e regionale delle attività di monitoraggio e studio per la
previsione e la prevenzione del rischio geologico. Per tali
finalità il Ministero dei lavori pubblici promuove, con la regione
Friuli-Venezia Giulia e con le Università locali, la sottoscrizione
di un accordo di programma nell’ambito del quale è previsto il
concorso tecnico-scientifico del Dipartimento dei servizi tecnici
nazionali.
9. All’onere derivante dall’attuazione del presente articolo, pari
a lire 85 miliardi per l’anno 1997, a lire 133 miliardi per l’anno
1998 e a lire 185 miliardi per l’anno 1999, si provvede, quanto a
lire 85 miliardi per l’anno 1997, a lire 83 miliardi per l’anno
1998 e a lire 135 miliardi per l’anno 1999, mediante corrispondente
riduzione dello stanziamento iscritto, ai fini del bilancio
triennale 1997-1999, al capitolo 9001 dello stato di previsione del
Ministero del tesoro per l’anno 1997, parzialmente utilizzando
l’accantonamento relativo al Ministero dei lavori pubblici, e
quanto a lire 50 miliardi per ciascuno degli anni 1998 e 1999,
mediante corrispondente riduzione dell’autorizzazione di spesa
recata all’articolo 19-bis del decreto-legge 25 marzo 1997, n. 67,
convertito, con modificazioni, dalla legge 23 maggio 1997, n. 135.
Il Ministro del tesoro è autorizzato ad apportare, con propri
decreti, le occorrenti variazioni di bilancio.

Architetto.info