Architetto.info - Architetto.info | Architetto.info

Proroga della sospensione dei termini per l'adempimento degli obblighi...

Proroga della sospensione dei termini per l'adempimento degli obblighi tributari a favore delle popolazioni colpite dagli eventi alluvionali dei mesi di settembre ed ottobre 2000, ai sensi dell'art. 9, comma 2, della legge 27 luglio 2000, n. 212.

IL MINISTRO DELLE FINANZE
Visto l’art. 9, comma 2, della legge 27 luglio 2000, n. 212, che
attribuisce al Ministro delle finanze, sentito il Ministro del
tesoro, del bilancio e della programmazione economica, il potere di
sospendere o differire, con proprio decreto, il termine per
l’adempimento degli obblighi tributari a favore dei contribuenti
interessati da eventi eccezionali ed imprevedibili;
Visto il decreto del 17 ottobre 2000 del Ministro delle finanze,
con il quale, nell’esercizio del potere attribuito dal citato art.
9, comma 2, della legge n. 212 del 2000; sono stati sospesi dal 13
ottobre al 31 ottobre 2000 i termini relativi agli adempimenti ed
ai versamenti tributari a favore dei soggetti che, alla stessa data
del 13 ottobre 2000, avevano il domicilio fiscale nelle regioni
Piemonte e Valle d’Aosta e nella provincia di Savona;
Ritenute sussistenti le condizioni per sospendere fino al 16
dicembre 2000 l’adempimento degli obblighi tributari dei soggetti
aventi il domicilio fiscale nelle regioni individuate con le
ordinanze n. 3090 del 18 ottobre 2000, n. 3092 del 27 ottobre 2000
e n. 3093 dell’8 novembre 2000, del Ministro dell’interno, delegato
per il coordinamento della protezione civile, i cui immobili siano
oggetto di ordinanza sindacale di sgombero per inagibilita’ totale
o parziale o che hanno subito un danno superiore al trenta percento
del valore dei beni attestato mediante perizia giurata;
Sentito il Ministro del tesoro, del bilancio e della programmazione
economica;
Decreta:
Art. 1.
1. Nei confronti delle persone fisiche, anche in qualita’ di
sostituti d’imposta, aventi, alla data degli eventi calamitosi, il
domicilio fiscale nelle regioni di cui all’art. 1 delle ordinanze
n. 3090 del 18 ottobre 2000 e n. 3092 del 27 ottobre 2000 del
Ministro dell’interno, delegato per il coordinamento della
protezione civile, le cui abitazioni ed immobili, sede di attivita’
produttive, sono oggetto di ordinanza sindacale di sgombero per
inagibilita’ totale o parziale, o che hanno subito un danno
superiore al trenta per cento del valore dei beni, attestato
mediante perizia giurata, sono sospesi fino al 16 dicembre 2000 i
termini relativi agli adempimenti e ai versamenti tributari. Non si
fa luogo al rimborso di quanto gia’ versato.
2. Le disposizioni del comma 1 si applicano altresi’ nei confronti
dei soggetti, anche in qualita’ di sostituti di imposta, diversi
dalle persone fisiche, che, alla data degli eventi calamitosi,
svolgevano, nelle regioni di cui allo stesso comma 1, attivita’
produttive in immobili oggetto di ordinanze di sgombero per
inagibilita’ totale o parziale, nei quali avevano:
a) la sede legale;
b) la sede legale e quella operativa;
c) la sede operativa; in tal caso, le citate disposizioni si
applicano limitatamente agli adempimenti ed ai versamenti tributari
relativi alle attivita’ svolte nelle predette regioni.
3. Le disposizioni del comma 1, si applicano anche agli adempimenti
ed ai versamenti tributari relativi ad attivita’ svolte nelle
regioni di cui allo stesso comma 1 da soggetti che hanno subito un
danno superiore al trenta per cento dei beni strumentali, attestato
con perizia giurata.
4. Indipendentemente dal domicilio fiscale, i sostituti di imposta,
a richiesta dei soggetti di cui al comma 1, non devono operare le
ritenute alla fonte. Le ritenute gia’ operate devono comunque
essere versate.
5. La sospensione di cui al precedente comma 4 si applica
esclusivamente alle ritenute alla fonte da operare a titolo di
acconto ai sensi degli articoli 23, 24, 25, 25-bis, 28, comma 2, e
29 del decreto del Presidente della Repubblica 29 settembre 1973,
n. 600.
Art. 2.
1. La sospensione disposta con il decreto del 17 ottobre 2000, del
Ministro delle finanze e’ prorogata al 21 novembre 2000.
2. I soggetti che hanno beneficiato della sospensione disposta con
il predetto decreto del 17 ottobre 2000, come prorogata dal comma 1
del presente articolo, e che non rientrano nelle categorie di cui
all’art. 1, commi 1 e 2, del presente decreto, provvedono entro il
22 novembre 2000, senza aggravio di interessi e sanzioni, a
svolgere gli adempimenti e ad effettuare i versamenti sospesi.
Il presente decreto sara’ pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della
Repubblica italiana.
Roma, 16 novembre 2000
Il Ministro: Del Turco

Architetto.info