Architetto.info - Architetto.info | Architetto.info

Ulteriori disposizioni urgenti di protezione civile in conseguenza deg...

Ulteriori disposizioni urgenti di protezione civile in conseguenza degli eventi alluvionali dei mesi di settembre, ottobre e novembre 2000. (Ordinanza n. 3096).

IL MINISTRO DELL’INTERNO
Delegato per il coordinamento della protezione civile
Visto l’art. 5 della legge 24 febbraio 1992, n. 225;
Visto il decreto legislativo 30 giugno 1999, n. 300;
Visto il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri in data
16 ottobre 2000, con il quale e’ stato dichiarato lo stato di
emergenza nei territori della regione autonoma Valle d’Aosta e
delle regioni Piemonte e Liguria, colpiti dagli eventi alluvionali
verificatisi a decorrere dal 13 ottobre 2000;
Visto il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri in data
18 ottobre 2000, con il quale la dichiarazione dello stato di
emergenza e’ stata estesa ai territori delle regioni Lombardia ed
Emilia-Romagna;
Visto il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri in data
27 ottobre 2000, con il quale la dichiarazione dello stato di
emergenza e’ stata estesa al territorio della regione Veneto;
Visti i decreti del Presidente del Consiglio dei Ministri del 12
settembre 2000 e del 2 ottobre 2000, concernenti lo stato di
emergenza nella regione Calabria;
Visto il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri in data
10 novembre 2000, con il quale e’ stato dichiarato lo stato di
emergenza nelle regioni Friuli-Venezia Giulia, Liguria, Toscana,
Emilia-Romagna e Piemonte per gli eventi alluvionali e dissesti
idrogeologici verificatisi nella prima decade del mese di novembre
2000;
Visto il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri in data
17 novembre 2000, con il quale e’ stato dichiarato lo stato di
emergenza nelle regioni Lombardia, Emilia-Romagna, Toscana e Veneto
per gli eventi alluvionali e dissesti idrogeologici verificatisi
fino al 16 novembre 2000;
Visto il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri in data
23 novembre 2000, con il quale e’ stato dichiarato lo stato di
emergenza nelle regioni Puglia, Toscana, Lombardia, Piemonte e
della provincia autonoma di Trento per gli eventi calamitosi
verificatisi nella seconda meta’ del mese di novembre 2000;
Viste le ordinanze del Ministro dell’interno delegato per il
coordinamento della protezione civile n. 3090 del 18 ottobre 2000,
pubblicate nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana n.
246 del 20 ottobre 2000, n. 3092 del 27 ottobre 2000, pubblicata
nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana n. 257 del 3
novembre 2000, n. 3093 dell’8 novembre 2000, pubblicata nella
Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana n. 266 del 14 novembre
2000, n. 3095 del 23 novembre 2000, pubblicata nella Gazzetta
Ufficiale della Repubblica italiana n. 277 del 27 novembre 2000;
Ritenuto urgente porre in essere ogni utile intervento per favorire
il ritorno alle normali condizioni di vita delle popolazioni
interessate, la ripresa delle attivita’ produttive e il ripristino
delle infrastrutture;
Viste le richieste formulate dalle amministrazioni interessate;
Su proposta del direttore dell’Agenzia di protezione civile prof.
Franco Barberi;
Dispone:
Art. 1.
1. Il comma 4 dell’art. 1 dell’ordinanza n. 3095/2000 e’ cosi’
sostituito:
“4. Si intendono gravemente danneggiati i comuni i cui sindaci
hanno adottato provvedimenti di somma urgenza e/o ordinanze
contingibili e urgenti per fronteggiare situazioni di emergenza
determinate da eventi alluvionali, da dissesti idrogeologici o da
eventi atmosferici per i quali e’ intervenuta la dichiarazione
dello stato di emergenza ai sensi dell’art. 5 della legge 24
febbraio 1992, n. 225”.
2. Per gli eventi calamitosi verificatisi nel mese di novembre sono
rispettivamente assegnate alle regioni Liguria e Toscana le somme
di lire 20 miliardi e 10 miliardi a valere sulle disponibilita’,
esercizio finanziario 2001, dell’unita’ previsionale di base
20.2.1.3 dello stato di previsione del Ministero del tesoro, del
bilancio e della programmazione economica (cap. 9353 – Fondo della
protezione civile). Le regioni Liguria e Toscana sono autorizzate
ad anticipare somme equivalenti allo scopo di dare immediata
attuazione agli interventi di prima emergenza.
La presente ordinanza sara’ pubblicata nella Gazzetta Ufficiale
della Repubblica italiana.
Roma, 30 novembre 2000
Il Ministro dell’interno delegato per il coordinamento della
protezione civile
Bianco

Architetto.info