Architetto.info - Architetto.info | Architetto.info

Termini e condizioni definitivi inerenti l'operazione di cessione dei ...

Termini e condizioni definitivi inerenti l'operazione di cessione dei crediti INAIL.

IL MINISTRO DEL TESORO, DEL BILANCIO E DELLA PROGRAMMAZIONE
ECONOMICA di concerto con IL MINISTRO DELLE FINANZE e IL MINISTRO
DEL LAVORO E DELLA PREVIDENZA SOCIALE
Visto l’art. 36 della legge 23 dicembre 1999, n. 488, concernente
la cessione e cartolarizzazione dei crediti INAIL;
Visto l’art. 13 della legge 23 dicembre 1998, n. 448, come
modificato dall’art. 1 del decreto-legge 6 settembre 1999, n. 308,
convertito, con modificazioni, dalla legge 5 novembre 1999, n. 402,
concernente la cessione e cartolarizzazione dei crediti I.N.P.S. e
richiamato dal predetto art. 36;
Visto il decreto del Ministro del tesoro, del bilancio e della
programmazione economica, di concerto con i Ministri delle finanze
e del lavoro e della previdenza sociale, del 28 marzo 2000, con il
quale e’ stato dato avvio all’operazione di cessione e
cartolarizzazione dei crediti INAIL ai sensi del citato art. 36
della legge 23 dicembre 1999, n. 488;
Visto il decreto emanato dal Ministro del tesoro, del bilancio e
della programmazione economica, di concerto con i Ministri delle
finanze e del lavoro e della previdenza sociale, 27 ottobre 2000,
concernente l’individuazione delle tipologie dei crediti
contributivi ceduti da parte dell’INAIL, le modalita’ di pagamento
del corrispettivo dovuto, le modalita’ di gestione della societa’
indicata dal comma 5 del predetto art. 13, le caratteristiche dei
titoli da emettersi, i termini e le condizioni della procedura di
vendita dei titoli e le modalita’ di selezione degli istituti di
credito finanziari che provvederanno al loro collocamento, nonche’
tutti gli impegni accessori che l’INAIL potra’ assumere, ai fini
della cessione e cartolarizzazione dei crediti e che siano
richiesti per il buon esito dell’operazione, secondo la prassi
finanziaria delle operazioni di cartolarizzazione;
Decreta:
Art. 1.
In applicazione di quanto previsto dall’art. 36 della legge 23
dicembre 1999, n. 488, e dall’art. 13, comma 2, della legge 23
dicembre 1998, n. 448, come modificato dall’art. 1 del decreto-
legge 6 settembre 1999, n. 308, convertito, con modificazioni,
dalla legge 5 novembre 1999, n. 402, l’INAIL cede alla societa’ di
cartolarizzazione costituita ai sensi del comma 4 del predetto art.
13, le tipologie dei crediti, cosi’ come individuate dal decreto
del Ministro del tesoro, del bilancio e della programmazione
economica del 27 ottobre 2000, ad eccezione dei crediti nei
confronti dei datori di lavoro e lavoratori autonomi nel settore
agricoltura, per un ammontare complessivo minimo pari ad euro
3.595.694.000 al lordo di tutti gli incassi ricevuti dopo la data
di efficacia del contratto di cessione dei crediti. Detto importo
comprende, un ammontare minimo di premi di euro 2.544.724.000, in
relazione ai crediti gia’ scaduti e non pagati (crediti in
sofferenza) da individuarsi nel contratto di cessione dei crediti e
un ammontare minimo di premi di euro 1.050.970.000, in relazione ai
crediti ancora non esigibili (crediti in bonis) da individuarsi nel
contratto di cessione dei crediti.
Art. 2.
Il prezzo iniziale, a titolo definitivo ed irripetibile, dei
crediti ceduti e’ pari ad euro 1.348.400.000. Tale prezzo iniziale
e’ pari all’importo dei titoli emessi dall’acquirente ai sensi del
comma 5 dell’art. 13, al netto delle commissioni e spese ed altri
oneri iniziali connessi a carico dell’acquirente per un importo
massimo complessivo pari ad euro 1.600.000.
Art. 3.
Per i titoli da emettersi dalla societa’ di cartolarizzazione
costituita ai sensi del comma 4 del predetto art. 13, richiamato al
punto (m) dell’allegato 1, al decreto del Ministro del tesoro, del
bilancio e della programmazione economica, di concerto con i
Ministri delle finanze e del lavoro e della previdenza sociale del
27 ottobre 2000, e’ ipotizzato un rimborso anticipato, rispetto
alla scadenza legale, a partire dalla data del 25 maggio 2003.
Sull’importo in linea capitale si applicheranno gli interessi nella
misura prevista nel relativo regolamento, tenuto conto delle
operazioni di copertura dei rischi connessi alla variabilita’ del
tasso di interesse dei titoli di cui all’art. 7 del citato decreto.
Art. 4.
La data del 16 febbraio 2002, citata nel penultimo periodo
dell’art. 1 del decreto del Ministro del tesoro, del bilancio e
della programmazione economica, di concerto con i Ministri delle
finanze e del lavoro e della previdenza sociale del 27 ottobre
2000, e’ sostituita con la data del 16 novembre 2002.
Art. 5.
La sostituzione dei crediti ceduti con altri crediti secondo quanto
previsto al punto (m) dell’allegato 1, al decreto del Ministro del
tesoro, del bilancio e della programmazione economica, di concerto
con i Ministri delle finanze e del lavoro e della previdenza
sociale del 27 ottobre 2000, e’ ammissibile non solo ove non venga
alterato il rating dei titoli emessi dalla societa’ di
cartolarizzazione, come ivi previsto, ma anche a condizione che
l’amministratore dell’operazione di cartolarizzazione confermi che
non venga alterato il piano di rimborso atteso per tali titoli.
Il presente decreto sara’ pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della
Repubblica italiana.
Roma, 15 novembre 2000
Il Ministro del tesoro, del bilancio e della programmazione
economica Visco
Il Ministro delle finanze Del turco
Il Ministro del lavoro e della previdenza sociale Salvi
Registrato alla Corte dei conti il 28 novembre 2000
Registro n. 5, Tesoro, bilancio e programmazione economica, foglio
n. 92

Architetto.info