Architetto.info - Architetto.info | Architetto.info

Esercizio della pesca professionale del novellame di sarda, alice e de...

Esercizio della pesca professionale del novellame di sarda, alice e del rossetto per la campagna di pesca 2001.

IL DIRETTORE GENERALE della pesca e dell’acquacoltura
Vista la legge 14 luglio 1965, n. 963, e successive modifiche,
concernente la disciplina della pesca marittima;
Visto il decreto del Presidente della Repubblica 2 ottobre 1968, n.
1639, e successive modifiche, con il quale e’ stato approvato il
regolamento di esecuzione della predetta legge e, in particolare,
l’art. 126;
Vista la legge 17 febbraio 1982, n. 41, e successive modifiche,
concernente il piano per la razionalizzazione e lo sviluppo della
pesca marittima;
Visto il decreto ministeriale 26 luglio 1995 in materia di rilascio
delle licenze per la pesca marittima;
Visto il decreto ministeriale 28 agosto 1996 recante la disciplina
della pesca del novellame da consumo e, in particolare, l’art. 1
comma 3;
Visto il decreto legislativo 3 febbraio 1993, n. 29, e successive
modifiche;
Sentiti il comitato nazionale per la gestione e conservazione delle
risorse biologiche del mare e la commissione consultiva centrale
che, nella seduta del 10 novembre 2000, hanno reso parere
favorevole, sui periodi della campagna di pesca 2001;
Decreta:
Art. 1.
1. L’esercizio della pesca professionale del novellame di sarda,
alice e del rossetto (Aphia minuta), per la campagna di pesca 2001
e’ consentito alle unita’ allo scopo autorizzate:
dal 31 gennaio 2001 al 31 marzo 2001 nelle acque antistanti tutti i
compartimenti marittimi con l’esclusione dello Ionio ove, e’
stabilito che il periodo di pesca consentito decorre invece dal 14
febbraio al 14 aprile.
Il presente decreto entra in vigore il giorno successivo alla sua
pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana.
Roma, 20 dicembre 2000
Il direttore generale f.f.: Aulitto

Architetto.info