Architetto.info - Architetto.info | Architetto.info

Consultazione pubblica: indagine conoscitiva riguardante le condizioni...

Consultazione pubblica: indagine conoscitiva riguardante le condizioni relative alla parita' di trattamento interna ed esterna ed i criteri relativi alla presentazione delle offerte nelle procedure di gara.

L’AUTORITA’ PER LE GARANZIE NELLE COMUNICAZIONI
Nella sua riunione di consiglio del 31 ottobre 2000;
Vista la legge 31 luglio 1997, n. 249, che istituisce l’autorita’
per le garanzie nelle comunicazioni;
Vista la direttiva 96/2/CE della commissione del 16 gennaio 1996
che modifica la direttiva 90/388/CEE in relazione alle
comunicazioni mobili e personali;
Vista la direttiva 97/33/CE del Parlamento europeo e del Consiglio
del 30 giugno 1997 sull’interconnessione nel settore delle
telecomunicazioni e finalizzata a garantire il servizio universale
e l’interoperabilita’ attraverso l’applicazione dei principi di
fornitura di una rete aperta ONP;
Visto il decreto del Presidente della Repubblica 19 settembre 1997,
n. 318 “Regolamento per l’attuazione di direttive comunitarie nel
settore delle telecomunicazioni”;
Visto il decreto del Ministro delle comunicazioni 23 aprile 1998
“Disposizioni in materia di interconnessione nel settore delle
telecomunicazioni”, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 133 del
10 giugno 1998;
Visto il regolamento concernente l’organizzazione ed il
funzionamento dell’Autorita’ approvato con delibera n. 17/1998 ed,
in particolare, gli articoli 29 e 34;
Vista la propria delibera n. 278/1999 – “Procedura per lo
svolgimento di consultazioni pubbliche nell’ambito di ricerche e
indagini conoscitive”;
Vista la propria delibera n. 2/00/CIR – “Linee guida per
l’implementazione dei servizi di accesso disaggregato a livello di
rete locale e disposizioni per la promozione della diffusione dei
servizi innovativi”, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 73 del
28 marzo 2000;
Viste le determinazioni adottate dal consiglio nelle riunioni del 5
luglio e del 13 luglio 2000 in merito l’attuazione del principio di
parita’ di trattamento interno esterno e ai criteri relativi alla
presentazione delle offerte nelle procedure di gara;
Considerato che, al fine di tenere conto dei diversi aspetti di
carattere giuridico, tecnico ed economico, oltre che della qualita’
dei servizi, l’Autorita’, tramite la consultazione pubblica oggetto
del presente provvedimento, intende acquisire elementi conoscitivi
utili alla definizione di due specifici procedimenti intesi a
regolamentare la disciplina sulla parita’ di trattamento interna ed
esterna e i criteri relativi alla presentazione di offerte nelle
procedure di gara;
Considerato che, in particolare, l’Autorita’ intende acquisire
elementi conoscitivi relativamente alla verifica degli strumenti e
delle disposizioni contabili utilizzati o utilizzabili
nell’applicazione del principio della parita’ di trattamento;
Ritenuto che il principio di parita’ di trattamento interno ed
esterno e’ sotteso ai criteri relativi alla presentazione di
offerte nelle procedure di gara, l’autorita’ intende indire la
presente consultazione in forma congiunta;
Visto il documento per la consultazione proposto dal direttore del
dipartimento regolamentazione;
Udita la relazione del presidente;
Delibera:
Articolo unico
1. E’ indetta la consultazione pubblica concernente una indagine
conoscitiva sulle condizioni relative alla disciplina sulla parita’
di trattamento interna ed esterna e sui criteri relativi alla
presentazione di offerte nelle procedure di gara.
2. Il documento per la consultazione e’ riportato nell’allegato A
della presente delibera e ne costituisce parte integrante.
3. Ai sensi ed ai fini della delibera n. 278/1999, le comunicazioni
di risposta alla consultazione pubblica dovranno pervenire entro
trenta giorni dalla pubblicazione del presente provvedimento nella
Gazzetta Ufficiale.
4. E’ altresi’ disposta la pubblicazione dell’avviso dell’avvio
della consultazione stessa su quotidiani.
Il presente provvedimento e’ pubblicato nella Gazzetta Ufficiale
della Repubblica italiana, nel bolettino ufficiale e nel sito web
dell’autorita’.
Roma, 31 ottobre 2000
Il presidente: Cheli
________________________________
Allegato A
CONSULTAZIONE PUBBLICA CONCERNENTE UNA INDAGINE CONOSCITIVA DELLA
DISCIPLINA SULLA PARITA’ DI TRATTAMENTO INTERNA ED ESTERNA E SUI
CRITERI RELATIVI ALLA VALUTAZIONE AI FINI REGOLAMENTARI DELLE
CONDIZIONI DI OFFERTA NELLE PROCEDURE DI GARA.
Documento per la consultazione
L’AUTORITA’
nell’ambito delle istruttorie sul rispetto della parita’ di
trattamento interna ed esterna e sui criteri relativi alla
presentazione di offerte in gare pubbliche, ovvero della verifica
del rispetto della parita’ di condizioni praticate dagli operatori
notificati come aventi notevole potere di mercato nei vari mercati
della comunicazione, in particolare tra comparti aziendali interni
destinati al funzionamento della rete e alla produzione di servizi
intermedi e comparti aziendali destinati alla offerta e
commercializzazione dei servizi finali nel quadro concorrenziale
generale, comparati con l’offerta a operatori in concorrenza con
l’operatore notificato dei servizi intermedi prodotti dai propri
comparti aziendali destinati al funzionamento della rete e alla
produzione di servizi intermedi, intende acquisire elementi
conoscitivi tramite pubblica consultazione.
L’Autorita’ inoltre intende, nell’ambito dell’istruttoria sul tema,
acquisire elementi utili a comprendere a quali condizioni di
autorizzazione e verifica dovrebbero essere soggette le offerte
presentate da operatori, notificati e non, nella presentazione, in
occasione di offerte a “”grandi clienti””, di condizioni tecnico-
economiche particolarmente vantaggiose comparate con le offerte
commerciali normalmente disponibili a tutta l’utenza. Nel caso di
operatori notificati tale verifica ha una connessione logica con il
principio e le condizioni di parita’ di trattamento interno ed
esterno. Alla relazione tra parita’ di trattamento e offerte sconto
e’ dedicata una parte della presente consultazione. L’autorita’, ai
sensi della propria delibera n. 278/1999 recante “procedura per lo
svolgimento di consultazioni pubbliche nell’ambito di ricerche e
indagini conoscitive”, ed al fine di acquisire elementi di
informazione e documentazione in merito alla tematica relativa;
Invita:
i soggetti licenziatari;
i soggetti che hanno espresso interesse a candidarsi quali
licenziatari per la prestazione di reti e servizi di tlc;
le associazioni portatrici di interessi pubblici;
altri soggetti potenzialmente interessati, a far pervenire
all’autorita’ una comunicazione contenente la propria posizione in
merito al tema oggetto di consultazione, per le parti di interesse.
Le comunicazioni, recanti la dicitura “”consultazione pubblica
sulla disciplina delle parita’ di trattamento interna ed esterna””,
nonche’ l’indicazione della denominazione del soggetto rispondente,
dovranno essere fatte pervenire, entro trenta giorni dalla
pubblicazione del presente documento, tramite raccomandata con
ricevuta di ritorno o raccomandata a mano, al seguente indirizzo:
Autorita’ per le garanzie nelle comunicazioni dipartimento
regolamentazione centro direzionale – Is. B5 – “Torre Francesco”,
80143 Napoli.
Le comunicazioni potranno anche essere anticipate, in formato
elettronico, al seguente indirizzo e-mail:
regolamentazioneagcom.it, recando in oggetto la denominazione del
soggetto mittente seguita dalla dicitura sopraindicata.
In particolare la comunicazione deve essere strutturata in maniera
da contenere le osservazioni del mittente, in maniera puntuale e
sintetica, sugli argomenti di interesse contenuti nell’elenco
seguente:
1. Il principio della parita’ di trattamento e la sua rilevanza ai
fini dello sviluppo di un mercato competitivo.
Il principio della parita’ di trattamento e’ uno dei principi
cardine della disciplina comunitaria: esso fa infatti parte dei
principi armonizzati in campo tariffario, di cui all’allegato 2
della direttiva 90/387/CE sulla fornitura di una rete aperta di
telecomunicazioni.
Tale principio, che rappresenta un’applicazione particolare del
piu’ generale principio di non discriminazione, e’ espressamente
richiamato nelle direttive relative all’offerta di servizi
intermedi, specificamente la direttiva 92/44/CE sulla fornitura di
linee affittate e la direttiva 97/33/CE sull’interconnessione. La
non discriminazione, in questo caso, riguarda una tipologia di
servizi ben precisa, ovvero la fornitura di servizi intermedi.
Questo fenomeno e’ particolarmente rilevante nel caso di operatori
verticalmente integrati. L’effettiva applicazione del principio
della parita’ di trattamento rappresenta la garanzia per gli
operatori concorrenti dell’operatore notificato con notevole forza
di mercato di potere concorrere equamente con quest’ultimo sul
mercato dei servizi finali, accedendo alle medesime condizioni per
l’utilizzo di servizi intermedi che tale operatore riserva alle
proprie divisioni commerciali, societa’ controllate e collegate.
Per avere un mercato effettivamente concorrenziale e’
indispensabile garantire condizioni eque e non discriminatorie a
tutti i partecipanti, al fine di accrescere la disponibilita’ di
offerte al consumatore finale da parte di imprese in competizione.
La non discriminazione, in particolare, deve aversi tra le offerte
che le divisioni aziendali in carico della rete dell’operatore
notificato possono fare alle divisioni commerciali del medesimo
operatore, e le offerte che le divisioni aziendali in carico della
rete possono fare agli altri operatori licenziatari. La garanzia di
applicazione del principio di parita’ di trattamento rappresenta
pertanto un elemento essenziale per lo sviluppo di un mercato
competitivo.
Qualora tale principio non risulti correttamente applicat…

[Continua nel file zip allegato]

Architetto.info