Architetto.info - Architetto.info | Architetto.info

Ulteriori disposizioni per fronteggiare l'emergenza determinatasi nel ...

Ulteriori disposizioni per fronteggiare l'emergenza determinatasi nel settore della depurazione delle acque reflue nella citta' di Milano. (Ordinanza n. 3102).

IL MINISTRO DELL’INTERNO
delegato al coordinamento della protezione civile

Visto l’art. 5 della legge 24 febbraio 1992, n. 225;

Visto il decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 300;

Visto il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri in data
27 aprile 2000, che delega le funzioni del coordinamento della
protezione civile di cui alla legge 24 febbraio 1992, n. 225, al
Ministro dell’interno;

Vista l’ordinanza n. 3041 del 19 febbraio 2000, pubblicata nella
Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana n. 52 del 3 marzo
2000;

Vista l’ordinanza n. 3063 del 6 luglio 2000, pubblicata nella
Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana n. 164 del 15 luglio
2000;

Viste le note del commissario delegato-sindaco del comune di Milano
prot. n. 55/2000 del 15 settembre 2000 e prot. n. 119/2000 del 23
novembre 2000;

Vista la nota del Ministro dell’ambiente n. Gab. 2000/16147/BO1 in
data 15 dicembre 2000;

Su proposta del direttore dell’Agenzia di protezione civile prof.
Franco Barberi;

Dispone:

Art. 1.

1. Al fine di procedere in tempi brevi all’attuazione dei progetti
degli impianti necessari al superamento della situazione di
emergenza determinatasi nella citta’ di Milano, il commissario
delegato-sindaco del comune di Milano si avvale fino a un massimo
di sette unita’ di personale fornite di specifiche
professionalita’. Al predetto personale appartenente alla pubblica
amministrazione sara’ corrisposto, per tutta la durata
dell’incarico, un compenso lordo forfettario commisurato a 150 ore
di lavoro straordinario, calcolato sulla base degli importi
spettanti in relazione alle qualifiche di appartenenza, mentre al
personale non appartenente alla pubblica amministrazione sara’
corrisposto, per tutta la durata dell’incarico, un compenso
determinato sulla base delle tariffe professionali vigenti.

2. All’art. 6, comma 5, dell’ordinanza n. 3041 del 19 febbraio 2000
dopo le parole “e di autorizzazione” sono aggiunte le seguenti:
“nonche’ alle disposizioni che escludono il diritto del personale
medesimo di accettare di essere utilizzato”.

3. L’attivita’ della commissione scientifica nominata ai sensi
dell’art. 4, comma 1, dell’ordinanza n. 3041 del 19 febbraio 2000
cessa alla data di pubblicazione della presente ordinanza.

Art. 2.

1. All’art. 3, comma 1, dell’ordinanza n. 3041 del 19 febbraio
2000, dopo le parole “decreto legislativo 5 febbraio 1997, n. 22,
articoli” sono aggiunte le seguenti: “17,” ed in coda al medesimo
comma 1 sono aggiunte le seguenti parole: “decreto del Presidente
della Repubblica 21 dicembre 1999, n. 554, articoli 80, 117, 134,
136 e 141”.

Art. 3.

1. Sono fatte salve le disposizioni contenute nelle precedenti
ordinanze che non risultano in contrasto con la presente ordinanza.

La presente ordinanza sara’ pubblicata nella Gazzetta Ufficiale
della Repubblica italiana.

Roma, 22 dicembre 2000
Il Ministro: Bianco

Architetto.info