Architetto.info - Architetto.info | Architetto.info

Individuazione dei servizi complementari alla distribuzione, ammissibi...

Individuazione dei servizi complementari alla distribuzione, ammissibili alle agevolazioni di cui al decreto-legge 22 ottobre 1992, n. 415, convertito, con modificazioni, dalla legge 19 dicembre 1992, n. 488.

IL MINISTRO DELL’INDUSTRIA DEL COMMERCIO E DELL’ARTIGIANATO
Visto il decreto-legge 22 ottobre 1992, n. 415, convertito, con
modificazioni, dalla legge 19 dicembre 1992, n. 488, in materia di
disciplina dell’intervento straordinario nel Mezzogiorno;
Visto il decreto ministeriale del 20 ottobre 1995, n. 527, e
successive modifiche e integrazioni, concernente le modalita’ e le
procedure per la concessione ed erogazione delle agevolazioni in
favore delle attivita’ produttive nelle aree depresse del Paese;
Visto il testo unico delle direttive per la concessione e
l’erogazione delle agevolazioni ai sensi dell’ art. 1, comma 2, del
citato decreto-legge n. 415/1992, convertito, con modificazioni,
dalla legge n. 488/1992, approvato con decreto del Ministro
dell’industria, del commercio e dell’artigianato del 3 luglio 2000;
Visto, in particolare, il punto 2.2, lettera c5) del detto testo
unico che prevede la concessione delle agevolazioni di cui alla
citata legge n. 488/1992 anche alle attivita’ del settore
commercio, concernenti programmi di investimenti per la
realizzazione di interventi di rilevante interesse per la
modernizzazione del sistema distributivo nelle aree depresse del
Paese riferiti, tra l’altro, ad attivita’ di “servizi
complementari” alla distribuzione, ivi inclusi i centri di
assistenza tecnica di cui all’art. 23 del decreto legislativo 31
marzo 1998, n. 114, da individuare con apposito decreto del
Ministro dell’industria, del commercio e dell’artigianato;
Visto il proprio decreto dell’8 maggio 2000 con il quale, in
relazione a quanto previsto dalle citate direttive, sono state
individuate alcune attivita’ di servizi reali ammissibili alle
agevolazioni della legge n. 488/1992 in quanto potenzialmente
dirette ad influire positivamente sullo sviluppo delle attivita’
produttive ammissibili alle medesime agevolazioni e, tra queste,
alcune che potenzialmente possono essere dirette anche allo
sviluppo delle attivita’ produttive del settore commercio;
Decreta:
Articolo unico
In relazione a quanto previsto dal punto 2.2, lettera c5) del testo
unico delle direttive per la concessione e l’erogazione delle
agevolazioni, ai sensi dell’art. 1, comma 2, del decreto-legge n.
415/1992, convertito, con modificazioni, dalla legge n. 488/1992,
approvato con decreto del Ministro dell’industria, del commercio e
dell’artigianato del 3 luglio 2000, in merito agli interventi di
rilevante interesse per la modernizzazione del sistema distributivo
nelle aree depresse del Paese e, in particolare, ai servizi
complementari alla distribuzione ammissibili alle agevolazioni di
cui alla medesima legge n. 488/1992, si individuano le seguenti
attivita’:
a) attivita’ svolte dai centri di assistenza tecnica di cui
all’art. 23 del decreto legislativo 31 marzo 1998, n. 114;
b) attivita’ di gestione di centri commerciali;
c) attivita’ degli intermediari del commercio;
d) solo se effettuate da strutture operative dell’associazionismo
economico tra le imprese commerciali, attivita’ di:
informatica ed attivita’ connesse, ivi inclusi i servizi connessi
alla realizzazione di sistemi tecnologici avanzati per la
produzione e/o diffusione di servizi telematici e quelli di
supporto alla ricerca e alla innovazione tecnologica in campo
informatico e telematico;
contabilita’, consulenza societaria, incarichi giudiziari e
consulenza in materia fiscale, ivi incluse le problematiche del
personale;
studi di mercato, ivi inclusi i servizi connessi alle problematiche
del marketing e della penetrazione commerciale e dell’import-
export;
consulenza amministrativo-gestionale, ivi inclusa la consulenza
relativa alle problematiche della gestione, gli studi e le
pianificazioni, l’organizzazione amministrativo-contabile, le
problematiche della logistica e della distribuzione e le
problematiche dell’ufficio con esclusione dell’attivita’ degli
amministratori di societa’ ed enti;
pubblicita’.
I programmi da agevolare relativi alle suddette attivita’
ammissibili, svolte da imprese costituite sotto forma di societa’
regolari, vengono inseriti nelle pertinenti graduatorie relative
alle attivita’ del commercio e concorrono all’attribuzione delle
relative risorse.
Il presente decreto sara’ pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della
Repubblica italiana.
Roma, 21 dicembre 2000
Il Ministro: Letta

Architetto.info