Architetto.info - Architetto.info | Architetto.info

Individuazione della Rete nazionale dei gasdotti ai sensi dell'art. 9 ...

Individuazione della Rete nazionale dei gasdotti ai sensi dell'art. 9 del decreto legislativo 23 maggio 2000, n. 164.

IL MINISTRO DELL’INDUSTRIA DEL COMMERCIO E DELL’ARTIGIANATO

Visto il decreto legislativo 23 maggio 2000, n. 164, ed in
particolare l’art. 9, che stabilisce che il Ministro
dell’industria, del commercio e dell’artigianato determina, sentita
la Conferenza unificata e l’Autorita’ per l’energia elettrica e il
gas, l’ambito della Rete nazionale di gasdotti;

Viste le proprie note in data 4 agosto 2000 con le quali e’ stato
trasmesso lo schema di decreto da emanare ai sensi dell’art. 9
sopra citato alla Presidenza del Consiglio – segreteria Conferenza
unificata e all’Autorita’ per l’energia elettrica e il gas, per
l’acquisizione del previsto parere;

Vista la delibera n. 186 del 12 ottobre 2000 dell’Autorita’ per
l’energia elettrica e il gas, trasmessa al Ministro dell’industria,
del commercio e dell’artigianato in data 19 ottobre 2000, con la
quale, nel condividere l’impostazione generale dello schema di
decreto e i criteri funzionali di tipo tecnico su cui esso e’
basato, sono state al contempo formulate alcune osservazioni e
proposte di modifica dello schema stesso;

Ritenuto di condividere le proposte di modifica formulate nella
delibera sopra citata, salvo l’inclusione nella Rete nazionale dei
gasdotti connessi alle centrali termoelettriche oltre la soglia di
prelievo di 0,5 miliardi di metri cubi annui, ritenendo che, in
prima applicazione dell’art. 9 del decreto legislativo n. 164 del
2000, relativamente alle centrali indicate nella delibera sopra
citata, siano sufficienti, per assicurare il mantenimento delle
condizioni di sicurezza della Rete nazionale in caso di criticita’
del sistema del gas, le misure che saranno indicate nei codici di
Rete di cui all’art. 24, comma 5, del decreto sopra citato e le
misure di cui all’art. 28 del decreto stesso;

Visto l’art. 37 del decreto legislativo 23 maggio 2000, n. 164;

Sentita la Conferenza unificata, la quale, nella riunione del 21
dicembre 2000 ha espresso parere positivo sullo schema di decreto;

Visto il programma quadro per la metanizzazione della Sardegna e lo
studio di prefattibilita’ del progetto di metanizzazione della
stessa regione predisposto a cura del Ministero del tesoro, del
bilancio e della programmazione economica, che potra’ essere
adeguatamente considerato in sede di aggiornamento del presente
decreto;

Decreta:

Art. 1.
Campo di applicazione

1. Il presente decreto determina, ai sensi dell’art. 9 del decreto
legislativo 23 maggio 2000, n. 164, l’ambito della Rete nazionale
di gasdotti.

Art. 2.
Definizione della rete nazionale di gasdotti

1. Alla data di emanazione del presente decreto e per effetto della
sua applicazione alle infrastrutture di rete esistenti, la Rete
nazionale di gasdotti e’ cosi’ costituita:

a) gasdotti ricadenti in mare; tali reti o parti di reti sono
individuate nell’allegato 1a;

b) gasdotti di importazione ed esportazione non compresi
nell’elenco dei gasdotti di cui al punto a), e relative linee
collegate necessarie al loro funzionamento; tali reti o parti di
reti sono individuate nell’allegato 1b;

c) gasdotti collegati agli stoccaggi; tali reti o parti di reti
sono individuate nell’allegato 1c;

d) gasdotti interregionali funzionali al sistema nazionale del gas
non compresi nell’elenco di cui ai precedenti punti; tali reti o
parti di reti sono individuate nell’allegato 1d;

e) gasdotti funzionali direttamente o indirettamente al sistema
nazionale del gas; tali reti o parti di reti sono individuate
nell’allegato 1e;

f) reti o parti di reti di cui ai punti a), b), c), d) ed e) che
risultano attualmente in costruzione o per le quali sono state
ottenute le necessarie autorizzazioni; tali reti o parti di reti
sono individuate nell’allegato 1f.

2. Fanno altresi’ parte della rete nazionale di gasdotti i servizi
ad essa accessori di cui all’art. 2, comma 1, lettera bb), del
decreto legislativo 23 maggio 2000, n. 164, nei quali sono
esemplificativamente compresi le apparecchiature, le strumentazioni
e gli impianti necessari per il funzionamento, il controllo e la
gestione della Rete e le relative centrali di compressione.

3. Le competenze relative alla rete nazionale dei gasdotti sono
esercitate dal Ministero dell’industria, del commercio e
dell’artigianato, fatte salve, ai sensi dell’art. 37 del decreto
legislativo 23 maggio 2000, n. 164, le prerogative statutarie delle
regioni a statuto speciale e delle province autonome di Trento e
Bolzano.

Art. 3.
Aggiornamento dell’ambito della Rete nazionale di gasdotti

1. Il Ministro dell’industria, del commercio e dell’artigianato
provvede, su richiesta di una impresa di trasporto del gas,
all’aggiornamento della Rete nazionale di gasdotti, sentita
l’Autorita’ per l’energia elettrica e il gas e le regioni e le
province autonome interessate.

2. Allo scopo di rendere noto l’aggiornamento dell’ambito della
Rete nazionale di gasdotti, entro il 30 giugno di ogni anno, il
Ministro dell’industria, del commercio e dell’artigianato provvede,
in funzione delle modifiche intervenute nell’anno precedente,
comprese le dismissioni di reti o parti di reti, all’aggiornamento
degli allegati al presente decreto, e ne da’ comunicazione
all’Autorita’ per l’energia elettrica e il gas, alle regioni
interessate e ai soggetti che svolgono attivita’ di trasporto e
dispacciamento sulla Rete nazionale di trasporto.

Art. 4.
Pubblicazione

1. Il presente decreto ed i relativi aggiornamenti saranno
pubblicati nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana e nel
bollettino ufficiale degli idrocarburi e della geotermia.

Roma, 22 dicembre 2000

Il Ministro: Letta Allegato 1

RETE NAZIONALE DI GASDOTTI

Tabella

Parte 1
Parte 2
Parte 3

Architetto.info