Architetto.info - Architetto.info | Architetto.info

Istituzione del nucleo degli esperti per la politica industriale di cu...

Istituzione del nucleo degli esperti per la politica industriale di cui all'art. 3 della legge 11 maggio 1999, n. 140.

IL MINISTRO DELL’INDUSTRIA DEL COMMERCIO E DELL’ARTIGIANATO

Visto l’art. 3 della legge 11 maggio 1999, n. 140, recante norme in
materia di attivita’ produttive, secondo cui il nucleo degli
esperti per la politica industriale di cui il Ministro
dell’industria, del commercio e dell’artigianato e’ autorizzato ad
avvalersi, deve essere dotato della necessaria struttura di
supporto e disciplinato con apposito decreto anche in attuazione
dei criteri direttivi e di quanto disposto dall’art. 10 della legge
7 agosto 1985, n. 428;

Visto il citato art. 10 della legge 7 agosto 1985, n. 428, che
istituisce presso la direzione generale del Tesoro il consiglio
degli esperti, composto di dieci membri, nominati con decreto del
Ministro del tesoro su proposta del direttore generale del Tesoro e
prevede che detti esperti restino in carica quattro anni e possano
essere confermati, possano rappresentare l’amministrazione in
riunioni nazionali ed internazionali, adempiere a compiti specifici
e, se appartenenti ad altre amministrazioni o ad enti pubblici,
essere posti di diritto nella posizione di fuori ruolo;

Visto l’art. 17 della legge 23 agosto 1988, n. 400, cosi’ come
modificato dall’art. 13, comma 1, della legge 15 marzo 1997, n. 59;

Visto l’art. 9, comma 1, del decreto del Presidente della
Repubblica 28 marzo 1997, n. 220, cosi’ come modificato dall’art. 5
del decreto del Presidente della Repubblica 16 marzo 2000, n. 116;

Visto il decreto ministeriale 21 luglio 2000, registrato dalla
Corte dei conti in data 25 luglio, registro n. 001 Industria e
commercio, foglio n. 321, relativo all’individuazione degli uffici
dirigenziali di livello non generale del Ministero dell’industria,
del commercio e dell’artigianato;

Considerata l’esigenza di costituire il nucleo di esperti per la
politica industriale di cui all’art. 3 della citata legge n. 140;

Considerato che il suddetto nucleo non costituisce un nuovo ufficio
dirigenziale generale, ne’ e’ parte degli uffici di diretta
collaborazione del Ministro, e pertanto non rientra fra i contenuti
tipici dei regolamenti di organizzazione dei Ministeri, bensi’ fra
quelli dei provvedimenti rimessi all’ordinario potere di
autorganizzazione dell’amministrazione;

Considerato altresi’ che il sopra richiamato art. 3 della legge n.
140/1999, nel prevedere l’istituzione del nucleo in questione,
rinvia ad un apposito decreto senza alcuna ulteriore specificazione
e stabilisce gia’ gli elementi fondamentali della disciplina di
tale nucleo, mediante il predetto rinvio alle disposizioni di cui
all’art. 10 della legge n. 428/1985;

Visto il parere espresso dalle competenti Commissioni parlamentari
della Camera dei deputati e del Senato della Repubblica
rispettivamente in data 25 e 26 luglio 2000;

Decreta:

Art. 1.

1. E’ istituito presso il Ministero dell’industria, del commercio e
dell’artigianato il nucleo degli esperti per la politica
industriale di cui all’art. 3 della legge 11 maggio 1999, n. 140.
Il nucleo e’ composto di dieci membri nominati con decreto del
Ministro dell’industria, del commercio e dell’artigianato su
proposta del titolare della direzione generale per lo sviluppo
produttivo e la competitivita’; essi restano in carica quattro anni
e possono essere riconfermati. I componenti del nucleo
eventualmente scelti fra dipendenti pubblici possono essere
collocati in comando o nelle corrispondenti posizioni dei
rispettivi ordinamenti.

2. Ai fini della necessaria attivita’ di supporto al nucleo di cui
al comma 1, la relativa segreteria e’ curata dalla direzione
generale per lo sviluppo produttivo e la competitivita’ – Ufficio
B1 “Politiche industriali e settoriali”.

3. Le spese di funzionamento del nucleo e della segreteria, ivi
compresi i compensi degli esperti, sono poste a carico
dell’apposito stanziamento di cui al citato art. 3 della legge n.
140 del 1999, e contenute entro i limiti dello stesso, tenuto conto
altresi’ delle ulteriori finalita’ cui tale stanziamento e’
preordinato.

4. Con successivo decreto, adottato ai sensi dell’art. 14 del
decreto legislativo n. 29 del 1993, e successive modificazioni,
sono definite le direttive per l’attivita’ del nucleo, ivi compresi
i limiti dei relativi compensi ai fini della stipula dei
conseguenti contratti di collaborazione coordinata e continuativa e
le eventuali ulteriori disposizioni necessarie per il funzionamento
del nucleo. Su mandato del Ministero o, in relazione alla materia,
su mandato del direttore generale per lo sviluppo produttivo e la
competitivita’, i singoli esperti possono rappresentare
l’amministrazione in organismi nazionali ed internazionali ed
adempiere a compiti specifici.

Art. 2.

1. Il presente decreto sara’ inviato agli organi di controllo e
sara’ pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica
italiana.

Roma, 18 settembre 2000

Il Ministro: Letta

Registrato alla Corte dei conti il 15 novembre 2000
Registro n. 001 Industria e commercio, foglio n. 364

Architetto.info