Architetto.info - Architetto.info | Architetto.info

Assegnazione delle frequenze per i sistemi di comunicazione mobile di ...

Assegnazione delle frequenze per i sistemi di comunicazione mobile di terza generazione. (Deliberazione n. 1/01/CONS).

L’AUTORITA’ PER LE GARANZIE NELLE COMUNICAZIONI

Nella sua riunione di Consiglio del 10 gennaio 2001;

Vista la legge 31 luglio 1997, n. 249, che istituisce l’Autorita’
per le garanzie nelle comunicazioni, di seguito Autorita’;

Vista la delibera n. 17/1998 recante l’approvazione, tra l’altro,
del regolamento concernente l’organizzazione ed il funzionamento
dell’Autorita’, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale del 22 luglio
1998, n. 169;

Visto il decreto del Presidente della Repubblica 19 settembre 1997,
n. 318, “Regolamento per l’attuazione di direttive comunitarie nel
settore delle telecomunicazioni”;

Visto il decreto del Ministro delle comunicazioni 25 novembre 1997,
“Disposizioni per il rilascio delle licenze individuali nel settore
delle telecomunicazioni”, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n.
283 del 4 dicembre 1997, e successive modificazioni ed
integrazioni;

Vista la propria delibera n. 217/1999 del 22 settembre 1999,
pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 247 del 20 ottobre 1999;

Vista la propria delibera n. 657/00/CONS del 4 ottobre 2000,
pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 249 del 24 ottobre 2000;

Visto il decreto del Ministro delle comunicazioni, di concerto con
il Ministro del tesoro, del bilancio e della programmazione
economica, 5 febbraio 1998, “Determinazione dei contributi per le
autorizzazioni generali e le licenze individuali concernenti
l’offerta al pubblico di servizi di telecomunicazioni”, pubblicato
nella Gazzetta Ufficiale n. 63 del 17 marzo 1998;

Vista la propria delibera n. 410/1999 del 22 dicembre 1999
“Regolamento relativo alla procedura di autorizzazione per il
rilascio delle licenze individuali per i sistemi di comunicazioni
mobili di terza generazione”, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale
n.10 del 14 gennaio 2000;

Vista la propria delibera n. 367/00/CONS del 14 giugno 2000,
“Modifiche alla delibera n. 410/1999 recante: Regolamento relativo
alla procedura di autorizzazione per il rilascio delle licenze
individuali per i sistemi di comunicazioni mobili di terza
generazione”, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n.147 del 26
giugno 2000;

Visto il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 2
febbraio 2000, concernente la costituzione e le competenze del
Comitato dei Ministri per l’aggiudicazione di licenze individuali
per l’offerta al pubblico di servizi di comunicazioni mobili di
terza generazione, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 39 del 17
febbraio 2000;

Visto il decreto del Ministero delle comunicazioni del 28 febbraio
2000 di approvazione del piano nazionale di ripartizione delle
frequenze, pubblicato nel supplemento ordinario n. 45 alla Gazzetta
Ufficiale n. 65 del 18 marzo 2000;

Vista la propria delibera n. 388/00/CONS del 21 giugno 2000
“Procedure per il rilascio delle licenze individuali per i sistemi
di comunicazioni mobili di terza generazione e misure atte a
garantire condizioni di effettiva concorrenza”, pubblicata nella
Gazzetta Ufficiale n. 149 del 28 giugno 2000;

Visto il bando di gara del Ministero delle comunicazioni per la
licitazione per il rilascio di licenze individuali per
l’installazione e l’esercizio di sistemi di comunicazioni mobili di
terza generazione (UMTS – IMT2000), pubblicato nella Gazzetta
Ufficiale n. 177 del 31 luglio 2000;

Visto il disciplinare di gara approvato con deliberazione del
Comitato dei Ministri in data 25 luglio 2000, relativo alla
licitazione per il rilascio di licenze individuali per
l’installazione e l’esercizio di sistemi di comunicazioni mobili di
terza generazione (UMTS – IMT2000), in data 31 luglio 2000, e
successive integrazioni;

Vista la propria delibera n. 544/00/CONS del 1o agosto 2000,
“Condizioni regolamentari relative all’ingresso di nuovi operatori
nel mercato dei sistemi radiomobili”, pubblicata nella Gazzetta
Ufficiale n. 183 del 7 agosto 2000;

Vista la direttiva 96/2/CE della Commissione del 16 gennaio 1996
che modifica la direttiva 90/388/CEE in relazione alle
comunicazioni mobili e personali;

Vista la direttiva 97/13/CE del Parlamento europeo e del Consiglio
del 10 aprile 1997 relativa ad una disciplina comune in materia di
autorizzazioni generali e di licenze individuali nel settore dei
servizi di telecomunicazioni;

Vista la decisione 128/1999/CE del Parlamento europeo e del
Consiglio del 14 dicembre 1998 sull’introduzione coordinata di un
sistema di comunicazioni mobili e senza filo (UMTS) della terza
generazione nella Comunita’;

Vista la decisione della Conferenza europea delle poste e delle
telecomunicazioni (CEPT) n. ERC/DEC/(97)07 del 30 giugno 1997 sulla
attribuzione delle bande di frequenza a livello europeo per
l’introduzione dei servizi mobili della terza generazione;

Vista la decisione della CEPT n. ERC/DEC/(99)25 del 29 novembre
1999, sull’uso armonizzato dello spettro per i sistemi terrestri di
comunicazioni mobili universali (UMTS) che operano nelle bande 1900-
1980 MHz, 2010-2025 MHz e 2110-2170 MHz;

Vista la decisione della CEPT n. ERC/DEC/(00)01 del 28 marzo 2000,
sull’estensione della decisione n. ERC/DEC/(97)07 sulle bande di
frequenza per l’introduzione del sistema terrestre di comunicazioni
mobili universali (UMTS);

Vista la specifica tecnica del Third Generation Partnership Project
(3GPP) n. 3G TS 25.104 v3.2.0 (2000-3) sullo standard di
trasmissione e ricezione radio dell’UMTS Terrestrial Radio Access
UTRA (BS) FDD;

Vista la specifica tecnica del Third Generation Partnership Project
(3GPP) n. 3G TS 25.105 v3.2.0. (2000-3) sullo standard di
trasmissione e ricezione radio dell’UMTS Terrestrial Radio Access
UTRA (BS) TDD;

Visti i provvedimenti del Ministero delle comunicazioni del 7
novembre 2000 di aggiudicazione della gara per l’assegnazione delle
licenze per i sistemi di comunicazioni mobili di terza generazione;

Visti gli atti del procedimento di gara per l’assegnazione delle
licenze per i sistemi di comunicazioni mobili di terza generazione
consegnati in data 18 dicembre 2000 all’Autorita’ dal Ministero
delle comunicazioni nell’ambito dei procedimenti per il rilascio
delle licenze agli aggiudicatari;

Considerato che tutti gli aggiudicatari della licitazione per il
rilascio delle licenze individuali per i sistemi di comunicazioni
mobili di terza generazione hanno dichiarato, cosi’ come previsto
dalla delibera n. 410/1999, art. 5, comma 3, di adottare lo
standard UMTS della famiglia IMT-2000;

Considerato che il processo di standardizzazione dei sistemi di
comunicazioni mobili di terza generazione viene attuato attraverso
un progetto di partecipazione di vari organismi, tra cui partner
dell’industria ed enti di standardizzazione regionali, tra cui
l’ETSI, denominato 3GPP (Third Generation Partnership Project), le
cui specifiche vengono poi adottate dai suddetti organismi di
standardizzazione;

Considerato che l’attuale sviluppo della standardizzazione in
ambito 3GPP per quanto attiene all’UMTS ha prodotto lo standard
conosciuto come UMTS Release 99, cui i vincitori della gara per
l’assegnazione delle licenze per i sistemi mobili di terza
generazione hanno dichiarato di aderire, salvo successive
evoluzioni;

Considerato che l’Autorita’ tiene come riferimento, nell’ambito dei
sistemi UMTS FDD e TDD, le maschere spettrali di emissione e
ricezione dei segnali, secondo le specifiche tecniche del 3GPP, ai
fini dell’installazione degli apparati da parte dei soggetti
assegnatari delle frequenze UMTS, e che potra’ adottare
disposizioni diverse adeguandosi alla futura normativa ETSI o CEPT
al riguardo;

Sentiti nel corso del procedimento istruttorio i cinque
aggiudicatari delle licenze per i sistemi di comunicazioni mobili
di terza generazione in merito ai criteri di assegnazione delle
frequenze ed allo schema stesso di assegnazione, con le risultanze
di seguito riportate:

1. L’Autorita’, al fine di assegnare i blocchi di frequenze agli
aggiudicatari, ha proceduto dapprima ad acquisire le posizioni
degli stessi in merito ai criteri di assegnazione ed alle eventuali
preferenze relative al posizionamento della risorsa spettrale loro
aggiudicata all’interno della banda designata per l’UMTS terrestre;

2. Successivamente l’Autorita’, in data 5 dicembre 2000, ha
proposto a ciascun aggiudicatario uno schema di assegnazione delle
posizioni dei blocchi di frequenze, che tiene conto, tra l’altro,
dell’uso efficiente dello spettro;

3. In data 15 dicembre 2000, l’Autorita’ ha consegnato agli
aggiudicatari, sulla base dello schema di cui al punto precedente,
una proposta relativa agli intervalli di variazione della frequenza
centrale delle portanti all’interno della risorsa spettrale
assegnata a ciascun aggiudicatario;

4. In data 4 gennaio 2001 l’Autorita’, anche a seguito delle
osservazioni ricevute in merito alle proposte formulate, ha
convocato gli aggiudicatari, ha discusso in dettaglio le opzioni
tecniche relativamente al posizionamento delle portanti ed alla
disposizione dei blocchi FDD e TDD.

Considerato che, alla luce di quanto premesso, l’Autorita’, ai fini
del rilascio delle licenze, ha ritenuto opportuno procedere:

1. All’adozione dell’ordine di posizionamento dei blocchi di
frequenze FDD e TDD assegnati agli aggiudicatari secondo la
proposta formulata dall’Autorita’ in data 5 dicembre 2000;

2. Alla determinazione, anche sulla base delle risultanze di un
gruppo di lavoro tecnico formato da rappresentanti dell’Autorita’
stessa e dei cinque aggiudicatari, degli intervalli utili per il
posizionamento delle portanti nei blocchi assegnati.

Considerato che altre s…

[Continua nel file zip allegato]

Architetto.info