Architetto.info - Architetto.info | Architetto.info

Normative di collaudo parziale. (Ordinanza n. 4)....

Normative di collaudo parziale. (Ordinanza n. 4).

IL COMMISSARIO STRAORDINARIO

Ex art. 13 legge n. 135/1997

Visto il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 16
ottobre 1998, con il quale e’ stato investito alle funzioni
inerenti la rimozione degli ostacoli che hanno impedito la regolare
prosecuzione dei lavori;

Vista la nota n. 1 del 18 maggio 2000, con la quale il presidente
della commissione di collaudo ha fatto presente di aver gia’
provveduto ad espletare taluni adempimenti in ordine alla
valutazione delle riserve espresse dall’ATI aggiudicataria e che
non ha alcun elemento per emettere un qualsiasi atto di collaudo;

Considerato che il contratto con il raggruppamento Cogefar e’ stato
da tempo risolto pur avendo eseguito lavori per un considerevole
importo senza che, peraltro, sia stata valutata la conformita’ dei
lavori eseguiti alle prescrizioni contrattuali e l’esecuzione dei
lavori secondo la buon regola dell’arte;

Visti gli articoli 91 e seguenti del regio decreto 25 maggio 1895,
n. 350;

Vista la legge n. 1086/1971 e la legge regionale Campania n.

9/1983, riguardante la collaudazione statica in tema di opere
pubbliche;

Considerato che, in seguito a sopralluogo in sito, sono stati
notati cedimenti e dissesti che, ove imputabili alla cattiva
esecuzione delle opere, potrebbero ascriversi al raggruppamento
suindicato pur in presenza di intervenuta risoluzione dal vincolo
contrattuale;

Ravvisata l’esigenza di provvedere ad attenti controlli attraverso
l’espletamento di operazioni di collaudo parziale e statico che
accertino la conformita’ dell’opera al progetto, la coerenza con la
buona regola dell’arte, la congruita’ dei magisteri e materiali
utilizzati in adempimento agli obblighi contrattuali a suo tempo
assunti dal raggruppamento suindicato;

Ritenuto che, per gli accertamenti suddetti, la commissione
collaudatrice ed il collaudatore statico possono prescindere dalle
funzionalita’ dell’impianto che potra’ essere eseguita soltanto con
il completamento dell’opera;

Tutto cio’ premesso, considerato ed in deroga ad ogni contraria
disposizione;

Decreta:

1. Il collaudatore statico, sulla base delle opere finora
realizzate eseguira’, per i lavori finora eseguiti in
contraddittorio con il raggruppamento succitato, tutti gli
accertamenti ritenuti necessari, redigendo specifica relazione.

2. La commissione di collaudo provvedera’ ad eseguire gli
accertamenti ritenuti necessari per l’espletamento delle attivita’
dovute al fine di formulare le valutazioni stabilite in premessa.

3. L’Acquedotto Pugliese S.p.a. e’ pregato di assicurare la massima
collaborazione mettendo a disposizione dei collaudatori tutti gli
atti che saranno richiesti.

Roma, 29 maggio 2000

Il commissario straordinario: Palumbo

Architetto.info