Architetto.info - Architetto.info | Architetto.info

Obiettivo 5a nelle regioni fuori obiettivo 1 (azioni indirette). Reint...

Obiettivo 5a nelle regioni fuori obiettivo 1 (azioni indirette). Reintegro delle risorse programmate a seguito del terremoto nelle regioni Umbria e Marche, ai sensi della legge n. 183/1987.

L’ISPETTORE GENERALE CAPO
per i rapporti finanziari con l’Unione europea

Vista la legge 16 aprile 1987, n. 183, concernente il coordinamento
delle politiche riguardanti l’appartenenza dell’Italia alle
Comunita’ europee e l’adeguamento dell’ordinamento interno agli
atti normativi comunitari;

Visto il decreto del Presidente della Repubblica 29 dicembre 1988,
n. 568, recante il regolamento sulla organizzazione e sulle
procedure amministrative del predetto Fondo di rotazione e
successive modificazioni ed integrazione;

Vista la legge 17 maggio 1999, n. 144, che, all’art. 3, ha previsto
il trasferimento dei compiti di gestione tecnica e finanziaria,
gia’ attribuiti al CIPE, alle amministrazioni competenti per
materia;

Vista la delibera CIPE n. 141/99 del 6 agosto 1999, concernente il
riordino delle competenze del CIPE, che devolve al Ministero del
tesoro, del bilancio e della programmazione economica la
determinazione, d’intesa con le amministrazioni competenti, e nel
rispetto delle attribuzioni del Ministero degli affari esteri e del
Ministero per il coordinamento delle politiche dell’Unione europea,
nell’ambito delle direttive generali dettate dal CIPE ai sensi
dell’art. 2, comma 1, lettera b), della legge 16 aprile 1987, n.
183;

Visto il decreto del Ministero del tesoro, del bilancio e della
programmazione economica 15 maggio 2000, relativo all’attribuzione
delle quote di confinanziamento nazionale a carico della legge n.
183/1987 per gli interventi di politica comunitaria che, al fine di
assicurare l’intesa di cui alla predetta delibera CIPE n. 141/99,
ha istituito un apposito gruppo di lavoro presso il dipartimento
della Ragioneria generale dello Stato I.G.R.U.E;

Vista la delibera CIPE 9 luglio 1998 che stabilisce, tra l’altro,
le modalita’ di riprogrammazione dei programmi operativi
dell’obiettivo 5a, nonche’ le condizioni per il reintegro della
suddetta somma resa disponibile per la ricostruzione delle zone
terremotate;

Visto l’accordo raggiunto in sede di Conferenza permanente per i
rapporti tra lo Stato, le regioni e le province autonome di Trento
e Bolzano in data 30 luglio 1998, in ordine al ridimensionamento
finanziario dei programmi operativi dell’obiettivo 5a, azioni
indirette, nelle regioni fuori obiettivo 1, che ha messo a
disposizione del fondo di solidarieta’ “pro terremoto” 95.000.000
euro per la ricostruzione delle aree dell’Umbria e delle Marche
colpite dall’evento sismico, a valere sulle risorse comunitarie
gia’ assegnate;

Viste le note del Ministero delle politiche agricole e forestali n.
5721 e n. 382, rispettivamente in data 27 settembre 1999 e 26
gennaio 2000, con le quali, a seguito del raggiungimento del
livello di attuazione previsto dalla delibera 9 luglio 1998, si
richiede il reintegro delle risorse comunitarie stornate
dall’obiettivo 5a, per un importo di L. 87.535.862.295 (45.208.500
euro), nonche’ la nota n. 6983 del 13 dicembre 2000;

Viste le risultanze del gruppo di lavoro presso il dipartimento
della Ragioneria generale dello Stato I.G.R.U.E., di cui al citato
decreto del Ministero del tesoro 15 maggio 2000, nella riunione
svoltasi in data 13 dicembre 2000 con la partecipazione delle
amministrazioni interessate;

Decreta:

1. L’ammontare delle risorse da integrare a favore delle regioni
dell’obiettivo 5a, azioni indirette (regioni fuori obiettivo 1) e’
fissato in L. 87.535.862.295 (45.208.500 euro), a valere sulle
risorse del Fondo di rotazione ex lege n. 183/1987, secondo
l’articolazione riportata nella tabella allegata, che cosituisce
parte integrante del presente decreto.

2. La quota a carico del Fondo di rotazione viene erogata sulla
base della richieste inoltrate dal Ministero delle politiche
agricole e forestali.

3. Il predetto Ministero invia al sistema informativo della
Ragioneria generale dello Stato (SIRGS) i dati per le necessarie
rilevazioni.

4. Il presente decreto viene trasmesso alla Corte dei conti per la
registrazione e successivamente pubblicato nella Gazzetta Ufficiale
della Repubblica italiana.

Roma, 9 gennaio 2001

L’ispettore generale capo: Amadori

Tabella
LEGGE N.183/1987: OBIETTIVO 5a NELLE REGIONI FUORI OBIETTIVO 1
(AZIONI INDIRETTE)
REINTEGRO DELLE RISORSE RIPROGRAMMATE A SEGUITO DEL TERREMOTO NELLE
REGIONI UMBRIA E MARCHE

tabella

Registrato alla Corte dei conti il 1° febbraio 2001
Registro n. 1 Tesoro, bilancio e programmazione economica, foglio
n. 102

Architetto.info