Architetto.info - Architetto.info | Architetto.info

Riparto dei fondi per le iniziative inserite nel documento unico di pr...

Riparto dei fondi per le iniziative inserite nel documento unico di programmazione isole minori. (Deliberazione n. 136/2000).

IL COMITATO INTERMINISTERIALE PER LA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA

Vista la legge 23 dicembre 1999, n. 488 (legge finanziaria 2000),
che finanzia la prosecuzione degli interventi nelle aree depresse;

Vista la propria delibera del 15 febbraio 2000, n. 14, che, in sede
di riparto delle risorse per le aree depresse, ha destinato al
finanziamento delle iniziative inserite nel “Documento unico di
programmazione isole minori” (DUPIM) l’importo di lire 100
miliardi, prevedendo peraltro un’ulteriore attivita’ di
individuazione dei progetti da parte dei comuni e delle regioni
interessate;

Considerato che per l’aggiornamento del DUPIM occorre che siano
definiti in partenariato regioni-comuni i programmi integrati di
sviluppo territoriale (PIST) e che, a tale fine, occorre
individuare il quadro delle risorse finanziarie spettanti a
ciascuna delle regione interessate;

Tenuto conto che il comitato di coordinamento, previsto
dall’accordo per lo sviluppo locale delle isole minori sottoscritto
tra le regioni interessate, l’associazione nazionale comuni delle
isole minori e la federazione italiana dei parchi, integrato dai
rappresentanti delle amministrazioni centrali interessate, ha
proposto uno schema di riparto del predetto importo di lire 100
miliardi, sul quale ha espresso parere favorevole la Conferenza
Stato-regioni nella seduta del 6 dicembre 2000;

Considerato che il DUPIM rappresenta il prototipo di un nuovo
strumento di programmazione negoziata che ha come oggetto un ambito
territoriale con caratteristiche economico sociali omogenee pur
appartenendo a realta’ regionali diverse;

Ritenuto di dovere monitorare attentamente l’attuazione del
programma in questione al fine di valutarne le complessita’
realizzative e le potenzialita’ applicative in vista di una messa a
regime di uno strumento di contrattazione programmata a valenza
multiregionale da disciplinare ai sensi dell’art. 2, comma 206,
della legge n. 662/1996;

Ritenuto opportuno mantenere uno stretto raccordo tra il citato
comitato di coordinamento, previsto dall’accordo per lo sviluppo
locale delle isole minori, e le amministrazioni centrali
interessate al programma, costituendo presso la segreteria di
questo comitato un tavolo di confronto, incaricato di seguire
l’attuazione del DUPIM al fine di provvedere ad una valutazione
finale della validita’ del nuovo strumento di programmazione
avviato in via sperimentale, evidenziandone le criticita’ e le
positivita’;

Considerato che in sede di tavolo di confronto dovranno essere
ricercate tutte le possibili fonti di cofinanziamento pubblico e
privato necessarie all’attuazione del DUPIM, come aggiornato alla
luce dell’approvazione dei PIST da parte delle regioni;

Su proposta del Ministro del tesoro, del bilancio e della
programmazione economica;

Delibera:

1. L’importo di lire 100 miliardi (51.645 Meuro) destinato alle
iniziative inserite nel documento unico programmatico isole minori
e’ cosi’ ripartito fra le regioni interessate:

Regione Lire/mld.
%

Toscana 13,676
13,68
Lazio 1,324
1,32
Campania 25,075
25,07
Puglia 4,250
4,25
Sicilia 30,175
30,18
Sardegna 25,500
25,50
Totale 100,000
100,00

2. E’ istituito, presso la segreteria di questo comitato, un tavolo
di confronto tra il comitato di coordinamento, previsto
dall’accordo per lo sviluppo locale delleisole minori di cui alle
premesse, e i rappresentanti delle amministrazioni centrali
interessate, finalizzato al monitoraggio e alla valutazione del
DUPIM come prototipo di nuovo strumento di programmazione
multiregionale; ad avvenuto completamento del programma verra’
presentata a questo comitato una relazione finale per l’eventuale
messa a regime di uno strumento di contrattazione programmata a
valenza pluriregionale ai sensi dell’art. 2, comma 206, della legge
n. 662/1996. 3. Il 20% delle somme indicate all’art. 1 sara’ messo
a disposizione delle singole regioni ad avvenuta presentazione a
questo comitato del DUPIM aggiornato sulla base dei PIST approvati
dalle regioni; il successivo 40% sara’ erogato entro dicembre 2001,
ad avvenuta presentazione di una relazione sullo stato di
avanzamento del programma al tavolo di confronto previsto dal
precedente punto 2; il residuo 40% sara’ erogato entro dicembre
2002, a seguito della presentazione al tavolo di confronto di una
relazione aggiornata sullo stato di avanzamento del programma.

4. Ogni singola regione provvede, entro trenta giorni
dall’assegnazione della quota ad essa spettante, alla ripartizione
della stessa tra i comuni delle isole minori interessate, sulla
base delle iniziative ricadenti nel territorio comunale e
ricomprese nel PIST regionale aggiornato.

5. Eventuali aiuti di Stato ai sensi dell’art. 87, par. 1, del
trattato CE saranno erogati nell’ambito dei regimi di aiuto
approvati dalla Commissione europea o saranno oggetto di notifica
individuale.

Roma, 21 dicembre 2000

Il Presidente delegato: Visco

Registrata alla Corte dei conti il 26 febbraio 2001
Registro n. 2 Tesoro, bilancio e programmazione economica, foglio
n. 38

Architetto.info