Architetto.info - Architetto.info | Architetto.info

Semplificazione per l'INVIM decennale...

Semplificazione per l'INVIM decennale

IL DIRETTORE DELL’AGENZIA
In base alle attribuzioni conferitegli dalle
norme riportate nel seguito del presente atto;
Dispone:
[Testo]
1.
Imposta sostitutiva dell’INVIM decennale.
1.1. Per gli immobili
appartenenti a titolo di proprietà o di enfiteusi ai soggetti di cui
all’art. 3 del decreto del Presidente della Repubblica 26 ottobre
1972, n. 643, per i quali il decennio si compie entro il 31 dicembre
2002, può essere corrisposta, in luogo dell’INVIM decennale,
un’imposta sostitutiva, pari allo 0,10 per cento del loro valore.
1.2.
Il valore degli immobili è determinato con l’applicazione alla rendita
catastale riferita al 31 dicembre 1992, anche presunta, dei
moltiplicatori stabiliti con decreto del Ministro delle finanze del 14
dicembre 1991.
1.3. Il valore degli immobili suscettibili di
destinazione edificatoria è dato dal valore finale dichiarato o
definitivamente accertato per l’INVIM, applicata in occasione del
trasferimento con il quale è stato acquistato l’immobile ovvero del
compimento del precedente decennio.
1.4. Il valore degli immobili
assoggettati all’INVIM straordinaria di cui al decreto-legge 13
settembre 1991, n. 299, convertito dalla legge 18 novembre 1991, n.
363, è costituito dal valore finale dichiarato o definitivamente
accertato per l’imposta straordinaria.
2. Modalità di liquidazione
dell’imposta.
2.1. L’imposta sostitutiva è liquidata dai soggetti di
cui al punto 1.1 utilizzando il modello allegato al presente
provvedimento, disponibile sul sito www.finanze.it.
2.2. Il prospetto
di liquidazione di cui al punto 2.1, che tiene luogo della
dichiarazione prevista dall’art. 18 del decreto del Presidente della
Repubblica 26 ottobre 1972, n. 643, è presentato o inviato tramite il
servizio postale in plico raccomandato con avviso di ricevimento,
entro il 31 maggio 2001 all’ufficio locale dell’Agenzia delle entrate
o, in mancanza, all’ufficio del registro, competente in ragione del
luogo in cui è ubicato l’immobile.
2.3. La liquidazione di cui al
punto 2.1 comprende i decenni con scadenza nell’anno 2001 e nell’anno
2002.
3. Modalità e termini di versamento.
3.1. Il pagamento
dell’imposta di cui al punto 1.1. è effettuato entro il 30 marzo 2001,
presso gli sportelli dei concessionari, delle banche o degli uffici
postali, mediante il modello F23, approvato con decreto del Ministro
delle finanze del 17 dicembre 1998, utilizzando il codice-tributo
722T.
Motivazioni.
In esecuzione di quanto previsto dall’art. 20,
comma 4, della legge 23 dicembre 2000, n. 388, concernente l’imposta
sostitutiva dell’INVIM decennale, con il presente provvedimento sono
stabilite le disposizioni necessarie per l’attuazione di quanto
disciplinato dal citato art. 20. In particolare sono dettate le
disposizioni concernenti le modalità di liquidazione e di versamento
dell’imposta sostitutiva.
Si riportano i riferimenti normativi
dell’atto.
Attribuzioni del direttore dell’Agenzia delle
entrate.
Decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 300 (art. 66, art. 67,
comma 1, art. 68, comma 1, art. 71, comma 3, lettera a)).
Statuto
dell’Agenzia delle entrate (articoli 5, comma 1, e 6, comma
1).
Regolamento di amministrazione dell’Agenzia delle entrate (art. 2,
comma 1, art. 5, comma 4).
Disciplina normativa di riferimento.
Art.
20 della legge 23 dicembre 2000, n. 388, concernente “Disposizioni per
la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato”, in
materia di semplificazioni per l’INVIM decennale.
Decreto del
Presidente della Repubblica 26 ottobre 1972, n. 643, e successive
modificazioni ed integrazioni, concernente “Istituzione dell’imposta
comunale sull’incremento di valore degli immobili”.
Decreto del
Ministro delle finanze 14 dicembre 1991, concernente “Moltiplicatori
per valutazione automatica degli immobili”.
Decreto-legge 13 settembre
1991, n. 299, convertito dalla legge 18 novembre 1991, n. 363, recante
“Disposizioni concernenti l’applicazione nell’anno 1991 dell’imposta
comunale sull’incremento di valore degli immobili di cui all’art. 3
del decreto del Presidente della Repubblica 26 ottobre 1972, n. 643, i
versamenti dovuti a seguito delle dichiarazioni sostitutive in aumento
del reddito dei fabbricati e l’accertamento di tali redditi, nonché
altre disposizioni tributarie urgenti”.
Decreto del Ministro delle
finanze del 17 dicembre 1998, concernente “Approvazione dei modelli di
versamento in lire e in euro delle entrate già di competenza dei
servizi di cassa degli uffici dipendenti dal Dipartimento delle
entrate e dal Dipartimento del territorio e modalità di
riscossione”.
Allegato disponibile in banca dati

Architetto.info