Architetto.info - Architetto.info | Architetto.info

Decreto del Ministro dei lavori pubblici 21 giugno 2000. 'Programma ...

Decreto del Ministro dei lavori pubblici 21 giugno 2000. 'Programma triennale ed elenco annuale dei lavori pubblici' - Procedura di caricamento e trasmissione delle informazioni

AUTORITA’ PER LA VIGILANZA SUI LAVORI PUBBLICI

COMUNICATO
Decreto del Ministro dei lavori pubblici 21 giugno 2000. “Programma
triennale ed elenco annuale dei lavori pubblici” – Procedura di
caricamento e trasmissione delle informazioni
IL PRESIDENTE

Premesso che:
Con il decreto ministeriale 21 giugno 2000, il Ministro dei
lavori pubblici, in adempimento alle disposizioni dell’art. 14, comma
11, della legge 11 febbraio 1994, n. 109, e successive modificazioni,
ha definito le modalita’ e gli schemi-tipo sulla base dei quali le
Amministrazioni aggiudicatrici sono tenute ad adottare il programma
triennale, i suoi aggiornamenti annuali e l’elenco annuale dei lavori
pubblici. Successivamente, in data 4 agosto 2000, con un secondo
decreto ministeriale, e’ stata anche diramata una interpretazione
autentica relativa alle regole procedimentali previste dagli
schemi-tipo ministeriali;
Con lo stesso decreto ministeriale sono stati gia’ parzialmente
regolamentati i contenuti e le modalita’ di trasmissione delle
informazioni all’Osservatorio ipotizzando a questo scopo sette
specifici modelli ispirati a criteri di compilazione manuale;

Comunica:
Le esigenze connesse con l’obbligo previsto in capo
all’Osservatorio di operare attraverso procedure informatiche impone
la scelta di fare precedere le operazioni di rilevazione delle
informazioni attinenti alla programmazione, da una maschera di
caricamento attraverso la quale l’Autorita’ – a norma dell’art. 4,
comma 6, della legge 11 febbraio 1994, n. 109 e successive
modificazioni – richiede all’amministrazione compilatrice alcuni
dati, di natura diversa, che le occorrono per “referenziare” e
“gestire” le informazioni in arrivo.
La soluzione proposta comporta particolari vantaggi per i
soggetti che saranno tenuti ad utilizzarla in termini di:
riduzione di errori di compilazione;
minore numero di informazioni da digitare;
possibilita’ di archiviazione diretta in banca-dati;
possibilita’ di divulgazione in “tempo reale”.
In relazione poi all’adempimento dell’obbligo di invio
all’Osservatorio anche alla luce delle disposizioni di
interpretazione autentica di cui al decreto ministeriale 4 agosto
2000, i programmi triennali e gli elenchi annuali dovranno essere
trasmessi entro trenta giorni decorrenti dalla data in cui “gli atti
stessi abbiano assunto carattere di definitivita’”, ovvero quando
l’approvazione dei bilanci di previsione, da effettuarsi secondo i
tempi e le procedure vigenti presso ciascun ente, sia intervenuta e
consenta la formalizzazione ultima delle decisioni e l’autorizzazione
delle relative procedure di spesa.
Tutti i programmi triennali ed elenchi annuali gia’ trasmessi
all’Osservatorio in forma cartacea costituiscono oggetto di attivita’
istruttoria e, qualora conformi alle disposizioni normative saranno
caricati in banca-dati a cura dell’Osservatorio. Nell’ipotesi di non
conformita’ le amministrazioni che li hanno inviati riceveranno
un’apposita comunicazione nella quale saranno fornite le indicazioni
per adeguarsi allo standard di trasmissione messo a punto.
Fermo restando che non appena saranno disponibili per tutte le
amministrazioni i collegamenti in rete con l’Osservatorio e di
conseguenza la procedura di caricamento e trasmissione dei dati
potra’ avvenire on-line, nelle more e’ stata predisposta una
procedura che e’ possibile scaricare dal sito Internet dell’Autorita’
all’indirizzo www.autoritalavoripubblici.it, compilare, stampare ed
inviare, dopo averlo sottoscritto, il report cartaceo, unitamente al
supporto magnetico (floppy disk). Inoltre, allo scopo di facilitare
il compito delle amministrazioni aggiudicatrici, la procedura sara’
successivamente disponibile, presso le sezioni regionali
dell’Osservatorio, anche in versione CD-R. Le istruzioni per l’uso e
la compilazione saranno disponibili tanto nella versione Internet che
in quella CD-R.
Le amministrazioni che gia’ utilizzano un “gestionale”
informatico per la raccolta ed organizzazione dei dati possono
ricevere, ove lo richiedano, il “tracciato record”, con la sequenza
dei “campi” da compilare, sul quale potranno scaricare direttamente
da computer le informazioni contenute nelle proprie banche dati.
Qualora differenze nei formati dei dati o tra i sistemi operativi che
governano le rispettive procedure non consentissero le “migrazioni”
potranno essere contattati i responsabili delle sezioni regionali
dell’Osservatorio con i quali sara’ possibile concordare di volta in
volta soluzioni tecniche alternative che consentano di non dovere
ridigitare tutti i dati da trasferire.
Roma, 29 marzo 2001
Il presidente: Garri

Architetto.info