Architetto.info - Architetto.info | Architetto.info

Consultazione pubblica concernente il regolamento relativo al rilascio...

Consultazione pubblica concernente il regolamento relativo al rilascio delle licenze ed autorizzazioni per la diffusione di trasmissione radiotelevisive in tecnica digitale (legge n. 66/2001, art. 2-bis, comma 7). (Deliberazione n. 170/01/CONS).

L’AUTORITA’ PER LE GARANZIE NELLE COMUNICAZIONI

Nella sua riunione di consiglio dell’11 aprile 2001;
Vista la legge 31 luglio 1997, n. 249, recante “Istituzione
dell’autorita’ per le garanzie nelle comunicazioni e norme sui
sistemi delle telecomunicazioni e radiotelevisivo”;
Vista la legge 6 agosto 1990, n. 223, recante “Disciplina del
sistema radiotelevisivo pubblico e privato”;
Visto il decreto del Presidente della Repubblica 19 settembre 1997,
n. 318, recante “Regolamento per l’attuazione di direttive
comunitarie nel settore delle telecomunicazioni”;
Visto il decreto-legge 23 gennaio 2001, n. 5, recante “Disposizioni
urgenti per il differimento di termini in materia di trasmissioni
radiotelevisive analogiche e digitali, nonche’ per il risamento di
impianti radiotelevisivi” convertito con modificazioni dalla legge
20 marzo 2001, n. 66.
Vista la delibera n. 78/98 del 1 dicembre 1998 recante approvazione
del “Regolamento per il rilascio delle concessioni per la
radiodiffusione televisiva privata su frequenze terrestri”,
pubblicata nella Gazzetta Ufficiale del 10 dicembre 1998, n. 288;
Vista la direttiva 89/552/CEE del Consiglio del 3 ottobre 1989
relativa al coordinamento di determinate disposizioni legislative,
regolamentari e amministrative degli Stati membri concernenti
l’esercizio delle attivita’ televisive;
Visto il libro verde della commissione del 23 dicembre 1992, COM
(92) 480 def., su pluralismo e concentrazione dei mezzi di
comunicazione di massa nel mercato interno;
Visto il libro verde della commissione del 3 dicembre 1997, COM
(97) 623 def., sulla convergenza tra i settori delle
telecomunicazioni, dell’audiovisivo e delle tecnologie
dell’informazione e sulle sue implicazioni normative;
Visto il regolamento concernente l’organizzazione ed il
funzionamento dell’autorita’ approvato con delibera n. 17/98 e, in
particolare, gli articoli 29 e 34;
Vista la propria delibera n. 278/99 – “Procedura per lo svolgimento
di consultazioni pubbliche nell’ambito di ricerche e indagini
conoscitive”;
Considerato che, al fine di tenere conto dei diversi aspetti di
carattere giuridico, tecnico ed economico, l’autorita’, tramite la
consultazione pubblica oggetto del presente provvedimento, ritiene
opportuno permettere al maggior numero di soggetti di esprimere la
propria opinione;
Ravvisata la particolare urgenza della consultazione oggetto del
presente provvedimento, considerando che l’art. 2-bis della legge n.
66/2001 prevede che l’autorita’ emani il regolamento oggetto della
presente consultazione entro il 30 giugno 2001, l’autorita’ ritiene,
in deroga a quanto stabilito dalla delibera n. 278/99 all’allegato A,
punto 6, di limitare a tre settimane il tempo entro il quale i
soggetti invitati presentano all’autorita’ medesima le previste
comunicazioni;
Visto il documento per la consultazione proposto dal direttore del
dipartimento regolamentazione;
Udita la relazione del commissario dott. Antonio Pilati, relatore
ai sensi dell’art. 32 del regolamento concernente l’organizzazione ed
il funzionamento dell’autorita’;
Delibera:
Articolo unico
1. E’ indetta la consultazione pubblica concernente: regolamento
relativo al rilascio delle licenze ed autorizzazioni per la
diffusione di trasmissione radiotelevisive in tecnica digitale (legge
n. 66/2001, art. 2-bis, comma 7).
2. Il documento per la consultazione e’ riportato nell’allegato A
del presente provvedimento di cui forma parte integrante.
3. Ai sensi ed ai fini della delibera n. 278/1999, il termine per
la presentazione delle risposte alla consultazione pubblica e’
fissato all’ 8 maggio 2001 ed e’ disposta la pubblicazione
dell’avviso dell’avvio della consultazione stessa su quotidiani.
Il presente provvedimento e’ pubblicato nella Gazzetta Ufficiale
della Repubblica italiana, nel bollettino ufficiale e nel sito web
dell’autorita’.
Roma, 11 aprile 2001

Il presidente
Cheli

Il commissario relatore
Pilati

Il segretario generale
Catricala’
Allegato A

CONSULTAZIONE PUBBLICA CONCERNENTE REGOLAMENTO RELATIVO AL RILASCIO
DELLE LICENZE ED AUTORIZZAZIONI PER LA DIFFUSIONE DI TRASMISSIONE
RADIOTELEVISIVE IN TECNICA DIGITALE (Legge n. 66/2001, art. 2-bis,
comma 7)

Documento per la consultazione

L’AUTORITA’

Al fine di acquisire elementi di informazione e documentazione in
merito al regolamento relativo al rilascio delle licenze ed
autorizzazioni per la diffusione di trasmissione radiotelevisive in
tecnica digitale (legge n. 66/2001, art. 2-bis, comma 7);
Invita:
a) la concessionaria pubblica del servizio radiotelevisivo
nonche’ le associazioni a carattere nazionale dei titolari di
emittenti o reti private;
b) i soggetti che hanno interesse a richiedere un titolo
abilitativo all’esercizio delle attivita’ connesse alla diffusione
televisiva e radiofonica digitale terrestre;
c) le associazioni portatrici di interessi pubblici quali: le
associazioni dei consumatori, le associazioni che raggruppano
fornitori di servizi e contenuti ovvero di apparati, altre
associazioni interessate;
A far pervenire all’autorita’ una comunicazione contenente la
propria posizione in merito al tema oggetto di consultazione.
Le comunicazioni, recanti la dicitura “Regolamento relativo alla
radiodiffusione digitale terrestre”, dovranno pervenire, entro il
termine del 9 Maggio 2001, tramite raccomandata con ricevuta di
ritorno, al seguente indirizzo: Autorita’ per le garanzie nelle
comunicazioni – Dipartimento regolamentazione – Centro direzionale –
Is. B5 “Torre Francesco” – 80143 Napoli.
Le comunicazioni potranno anche essere anticipate, in formato
elettronico, al seguente indirizzo e-mail: regolamentazioneagcom.it
recando in oggetto la dicitura sopraindicata e la societa’ o
l’associazione mittente.
In particolare la comunicazione dovrebbe contenere osservazioni
in merito agli argomenti illustrati nell’elenco seguente:
1. Distinzione fra soggetti che forniscono contenuti e i
soggetti che provvedono alla diffusione televisiva e radiofonica
numerica:
a) fornire definizione ed identificare le responsabilita’
dell'”operatore di rete” quale soggetto che provvede alla diffusione
dei programmi radiofonici e televisivi numerici e relazione con le
definizioni previste dalla direttiva n. 89/552 ovvero con le
definizioni applicabili al settore delle telecomunicazioni;
b) fornire definizione ed identificare le responsabilita’ del
“fornitore di contenuti” quale soggetto che fornisce programmi
diffusi sulle reti numeriche terrestri e commentare la possibile
relazione con le definizioni previste dalla direttiva 89/552;
c) fornire definizione e regime dell’eventuale figura del
“fornitore di servizi” quale soggetto che fornisce servizi, anche
rientranti nella categoria dei “servizi della Societa’
dell’Informazione” identificati dalla normativa comunitaria, fruibili
sulle reti numeriche terrestri;
d) fornire la definizione nell’ambito dei sistemi di
diffusione numerica, tenendo conto delle definizioni di cui sopra, di
“canale”, “capacita’ trasmissiva”, “programma televisivo o
radiofonico numerico”, “emittente”, “ambito nazionale” e “ambito
locale”;
e) commentare se la distinzione fra “ambito locale” e “ambito
nazionale” risulta applicabile all’:
1) operatore di rete;
2) fornitore di contenuti;
3) ad entrambi;
f) fornire definizione di “programmi dati” e segnalare
eventuali differenze con i “servizi della societa’ dell’informazione”
identificati dalla normativa comunitaria.
2. Previsione di norme atte a favorire la messa in comune di
impianti di trasmissione numerica:
commentare quali disposizioni regolamentari dovrebbero essere
previste per favorire la messa in comune di impianti di trasmissione
in particolare relativamente a:
1) eventuali limiti al diritto a ottenere/obbligo a concedere
la condivisione di impianti da parte degli operatori di rete.
2) accesso a condizioni eque alle infrastrutture installate
3) disciplina degli accordi di condivisione e risoluzione
delle controversie
3. Definizione dei compiti degli operatori nell’osservanza dei
principi di pluralismo dell’informazione, di trasparenza, di tutela
della concorrenza e di non discriminazione:
a) commentare l’ambito di applicazione della disciplina della
radiodiffusione numerica delle norme previste dall’art. 2 della legge
n. 249/1997 nonche’ dell’art. 15 della legge n. 223/1990 (ove non
implicitamente …

[Continua nel file zip allegato]

Architetto.info