Architetto.info - Architetto.info | Architetto.info

DECRETO 27 dicembre 2000, n.456 : Regolamento concernente l'istituzion...

DECRETO 27 dicembre 2000, n.456 : Regolamento concernente l'istituzione di un fondo destinato alle spese per l'attivita' di progettazione di cui all'articolo 9 del decreto-legge 25 marzo 1997, n. 67, convertito dalla legge 23 maggio 1997, n. 135, come modificato dall'articolo 13, comma 1, della legge 17 maggio 1999, n. 144. (GU n. 136 del 14-6-2001)

MINISTERO DEI LAVORI PUBBLICI

DECRETO 27 dicembre 2000, n. 456
Regolamento concernente l’istituzione di un fondo destinato alle
spese per l’attivita’ di progettazione di cui all’articolo 9 del
decreto-legge 25 marzo 1997, n. 67, convertito dalla legge 23 maggio
1997, n. 135, come modificato dall’articolo 13, comma 1, della legge
17 maggio 1999, n. 144.

IL MINISTRO DEI LAVORI PUBBLICI
di concerto con
IL MINISTRO DEL TESORO, DEL BILANCIO
E DELLA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA
Vista la legge 11 febbraio 1994, n. 109, e successive modifiche ed
integrazioni;
Visto l’articolo 9 del decreto-legge 25 marzo 1997, n. 67,
convertito nella legge 23 maggio 1997, n. 135, come modificato
dall’articolo 13 della legge 17 maggio 1999, n. 144, che ha istituito
presso il Ministero dei lavori pubblici un fondo destinato alla
copertura degli oneri di progettazione;
Visto l’articolo 20, comma 3, della legge 23 maggio 1997, n. 135;
Visto l’articolo 14 della citata legge n. 144/1999;
Vista la legge 3 aprile 1997, n. 94;
Visto il decreto legislativo 7 agosto 1997, n. 279;
Ritenuta la necessita’ di disporre da parte delle amministrazioni
statali e degli enti a carattere sovraregionale sottoposti alla
vigilanza delle amministrazioni statali di progetti preliminari
qualitativamente e quantitativamente adeguati ai fini di una puntuale
realizzazione di opere pubbliche anche nel rispetto delle esigenze
delle amministrazioni usuarie;
Considerato che e’ indispensabile anticipare risorse finanziarie
necessarie ad affrontare la fase della progettazione delle opere
pubbliche;
Considerata la necessita’ di individuare criteri obiettivi per il
corretto e funzionale utilizzo delle risorse finanziarie del fondo ai
fini della migliore utilizzazione degli stanziamenti;
Ravvisata la necessita’ di disporre la sostituzione del decreto
ministeriale del 20 maggio 1998, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale
della Repubblica italiana – serie generale – n. 191 del 18 agosto
1998, per effetto della nuova disciplina del fondo di progettazione
introdotta con il sopra citato articolo 13 della legge n. 144 del
17 maggio 1999;
Visto l’articolo 17, comma 3, della legge 23 agosto 1988, n. 400;
Visto l’articolo 17, comma 25, della legge 15 maggio 1997, n. 127;
Udito il parere n. 176/2000 del Consiglio di Stato, espresso
nell’adunanza della sezione consultiva per gli atti normativi del
23 ottobre 2000;
Vista la nota n. 46560 del 7 settembre 2000 del Ministero del
tesoro, del bilancio e della programmazione economica, ufficio
legislativo;
Vista la comunicazione effettuata in data 25 gennaio 2001 alla
Presidenza del Consiglio dei Ministri;
A d o t t a
il seguente regolamento:
Art. 1.
Istituzione di un fondo di progettazione
1. E’ istituito presso il Ministero dei lavori pubblici un Fondo
destinato alla progettazione e a studi e indagini connessi, per il
potenziamento, adeguamento e ammodernamento delle infrastrutture a
cura delle amministrazioni statali e degli enti a carattere
sovraregionale vigilati da Amministrazioni statali. Le relative
risorse vengono erogate a fondo perduto.
2. Il Fondo e’ altresi’ destinato al finanziamento delle attivita’
relative alla progettazione preliminare, definitiva ed esecutiva per
il completamento delle opere incluse negli elenchi di cui
all’articolo 13 del decreto-legge 25 marzo 1997, n. 67, convertito
dalla legge 23 maggio 1997, n. 135, disposte dai commissari
straordinari.
3. Le risorse finanziarie del Fondo sono costituite dalle:
residue disponibilita’ esistenti presso la contabilita’ speciale
istituita per la gestione del Fondo di rotazione autorizzato
dall’articolo 9 del decreto-legge 25 marzo 1997, n. 67, convertito,
con modificazioni, dalla legge 23 maggio 1997, n. 135, che sono
versate all’entrata del bilancio dello Stato e successivamente
riassegnate alla pertinente unita’ previsionale di base;
disponibilita’ esistenti sull’unita’ previsionale di base 2.2.1.5
– cap. 7181 per l’anno 2000, ed ai corrispondenti capitoli per gli
anni successivi, dello stato di previsione della spesa del Ministero
dei lavori pubblici, a seguito delle autorizzazioni di spesa di cui
all’articolo 9 del decreto-legge 25 marzo 1997, n. 67, integrate
dall’articolo 2, comma 4, della legge 23 dicembre 1998, n. 449;
somme autorizzate dall’articolo 13, comma 2, della legge
17 maggio 1999, n. 144.

Avvertenza:
Il testo delle note qui pubblicato e’ stato redatto
dall’amministrazione competente per materia, ai sensi
dell’art. 10, comma 3, del testo unico delle disposizioni
sulla promulgazione delle leggi, sull’emanazione dei
decreti del Presidente della Repubblica e sulle
pubblicazioni ufficiali della Repubblica italiana,
approvato con D.P.R. 28 dicembre 1985, n. 1092, al solo
fine di facilitare la lettura delle disposizioni di legge
alle quali e’ operato il rinvio. Restano invariati il
valore e l’efficacia degli atti legislativi qui’
trascritti.
Nota al titolo:
– Il testo dell’art. 9 del decreto-legge 25 marzo 1997,
n. 67, convertito dalla legge 23 maggio 1997, n. 135. Come
modificato dall’art. 13, comma 1, della legge 17 maggio
1999, n. 144, e’ riportato in note alle premesse.
Note alle premesse:
– La legge 11 febbraio 1994, n. 109, e successive
modificazioni recante: “Legge quadro in materia di lavori
pubblici” e’ pubblicata nel supplemento ordinario n. 180/L
alla Gazzetta Ufficiale n. 234 del 5 ottobre 1999, recante
disposizioni urgenti per favorire l’occupazione.
– Il testo dell’art. 9 del decreto-legge 25 marzo 1997,
n. 67, convertito nella legge 23 maggio 1997, n. 135, come
modificato dall’art. 13 della legge 17 maggio 1999, n. 144,
e’ il seguente:
“Art. 9 (Accelerazione della progettazione e
istituzione del Fondo di rotazione presso il Ministero dei
lavori pubblici). – 1. Sino alla emanazione del regolamento
di cui all’art. 3 della legge 11 febbraio 1994, n. 109, e
successive modificazioni, le amministrazioni aggiudicatrici
avviano le attivita’ di progettazione anche definitiva ed
esecutiva anche in assenza del programma triennale di cui
all’art. 14 della medesima legge n. 109 del 1994, e
successive modificazioni.
2. Presso il Ministero dei lavori pubblici e’ istituito
un Fondo per il finanziamento a fondo perduto della
progettazione preliminare e degli studi e indagini connessi
per il potenziamento, adeguamento e ammodernamento delle
infrastrutture, secondo le modalita’ previste dal presente
articolo. Alla concessione dei contributi possono accedere
amministrazioni statali ed enti a carattere sovraregionale
vigilati da amministrazioni statali.
2-bis. Le agevolazioni di cui al presente articolo non
sono cumulabili con agevolazioni a valere su altri fondi
pubblici nazionali o su fondi comunitari.
2-ter. L’incarico di progettazione deve essere
affidato, nel rispetto della disciplina comunitaria e
nazionale di recepimento, entro sei mesi dalla data di
assegnazione del contributo, a pena di decadenza.
2-quater. Con apposito regolamento, da emanare ai sensi
dell’art. 17, comma 3, della legge 23 agosto 1988, n. 400,
dal Ministro dei lavori pubblici, di concerto con il
Ministro del tesoro, del bilancio e della programmazione
economica, sono disciplinate le modalita’ di accesso e di
esercizio del Fondo di cui al presente articolo.
2-quinquies. Il Ministro dei lavori pubblici presenta
annualmente al Parlamento una relazione sull’utilizzazione
del Fondo, con i dati specifici dei progetti e delle
spese.”.
– Il testo dell’art. 20, comma 3, della legge 23 maggio
1997, n. 135, e’ il seguente:
“3. Il Ministro del tesoro e’ autorizzato ad apportare,
con propri decreti, le variazioni di bilancio occorrenti
per l’attuazione del presente decreto”.
– Il testo dell’art. 14 della legge 17 maggio 1999, n.
144 (Misure in materia di investimenti, delega al Governo
per il riordino degli incentivi all’occupazione e della
normativa che disciplina l’INAIL, nonche’ disposizioni per
il riordino degli enti previdenziali) e’ il seguente:
“Art. 14. (Snellimento delle procedure di cui al
decreto-legge 25 marzo 1997, n. 67, ed al decreto-legge
23 giugno 1995, n. 244). – 1. Gli oneri derivanti
dall’affidamento disposto dai commissari straordinari per
le attivita’ relative alla progettazione del completamento
delle opere incluse negli elenchi di cui all’art. 13 del
decreto-legge 25 marzo 1997, n. 67, convertito, con
modificazioni, dalla legge 23 maggio 1997, n. 135, gravano
sulle disponibilita’ finanziarie autorizzate dal Fondo di
cui all’art. 9 del medesimo decreto-legge.
2. All’art. 13 del decreto-le…

[Continua nel file zip allegato]

Architetto.info