Architetto.info - Architetto.info | Architetto.info

DECRETO 11 maggio 2001: Articolazione della struttura centrale del seg...

DECRETO 11 maggio 2001: Articolazione della struttura centrale del segretariato generale e delle direzioni generali del Ministero per i beni e le attivita' culturali. (GU n. 140 del 19-6-2001)

MINISTERO PER I BENI E LE ATTIVITA’ CULTURALI

DECRETO 11 maggio 2001
Articolazione della struttura centrale del segretariato generale e
delle direzioni generali del Ministero per i beni e le attivita’
culturali.

IL MINISTRO PER I BENI E LE ATTIVITA’ CULTURALI

Visto il decreto legislativo 20 ottobre 1998, n. 368;
Visto il decreto legislativo 3 febbraio 1993, n. 29;
Visti gli articoli 52, 53 e 54 del decreto legislativo 30 luglio
1999, n. 300;
Visto il decreto legislativo 29 ottobre 1999, n. 490;
Visto l’art. 3, comma 1, lettera b), della legge 14 gennaio 1994,
n. 20;
Visto l’art. 17, comma 4-bis, lettera e), della legge 23 agosto
1988, n. 400, il quale prevede l’emanazione di decreti ministeriali
di natura non regolamentare per la definizione dei compiti delle
unita’ dirigenziali nell’ambito degli uffici dirigenziali generali;
Visto il decreto del Presidente della Repubblica del 29 dicembre
2000, n. 441, recante norme di organizzazione del Ministero per i
beni e le attivita’ culturali, in attuazione dell’art. 11 del citato
decreto legislativo 20 ottobre 1998, n. 368 e dell’art. 4, comma 1,
del citato decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 300;
Visto, in particolare, l’art. 1, comma 6, del citato decreto del
Presidente della Repubblica n. 441 del 2000, il quale prevede che:
“con decreto ministeriale, adottato ai sensi dell’art. 17, comma
4-bis, lettera e), della legge 23 agosto 1988, n. 400, si provvede
alla organizzazione del segretariato generale ed alla definizione dei
compiti delle unita’ dirigenziali di livello non generale ad esso
assegnate”;
Visto altresi’ l’art. 2, comma, 3, dello stesso decreto del
Presidente della Repubblica n. 441 del 2000, ai sensi del quale,
“l’articolazione degli uffici dirigenziali nell’ambito degli uffici
dirigenziali generali, e’ definita con decreto ministeriale, ai sensi
dell’art. 17, comma 4-bis, lettera e), della legge 23 agosto 1988, n.
400”;
Ritenuto, pertanto, di dover procedere all’organizzazione del
segretariato generale e alla definizione dei compiti delle unita’
dirigenziali di livello non generale ad esso assegnate, nonche’
all’articolazione degli uffici dirigenziali nell’ambito degli uffici
dirigenziali generali, ai sensi del citato art. 17, comma 4-bis,
lettera e), della legge n. 400 del 1988;
Sentite le organizzazioni sindacali in data 23 marzo e 3 maggio
2001;
Visto il decreto legislativo 20 ottobre 1998, n. 368;
Visto il decreto legislativo 3 febbraio 1993 n. 29;
Visti gli articoli 52, 53 e 54 del decreto legislativo 30 luglio
1999, n 300;
Visto il decreto legislativo 29 ottobre 1999, n. 490;
Visto l’art. 3, comma 1, lettera b), della legge 14 gennaio 1994,
n. 20;
Visto l’art. 17, comma 4-bis, lettera e), della legge 23 agosto
1988, n. 400, il quale prevede l’emanazione di decreti ministeriali
di natura non regolamentare per la definizione dei compiti delle
unita’ dirigenziali nell’ambito degli uffici dirigenziali generali;
Visto il decreto del Presidente della Repubblica del 29 dicembre
2000, n. 441, recante norme di organizzazione del Ministero per i
beni e le attivita’ culturali, in attuazione dell’art. 11 del citato
decreto legislativo 20 ottobre 1998, n. 368, e dell’art. 4, comma 1,
del citato decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 300;
Visto, in particolare, l’art. 1, comma 6, del citato decreto del
Presidente della Repubblica n. 441 del 2000, il quale prevede che:
“con decreto ministeriale, adottato ai sensi dell’art. 17, comma
4-bis, lettera e), della legge 23 agosto 1988, n. 400, si provvede
alla organizzazione del segretariato-generale ed alla definizione dei
compiti delle unita’ dirigenziali di livello non generale ad esso
assegnate”;
Visto altresi’ l’art. 2, comma 3, dello stesso decreto del
Presidente della Repubblica n. 441 del 2000, ai sensi del quale.
“l’articolazione degli uffici dirigenziali nell’ambito degli uffici
dirigenziali generali, e’ definita con decreto ministeriale, ai sensi
dell’art. 17, comma 4-bis, lettera e), della legge 23 agosto 1988, n.
400;
Ritenuto, pertanto, di dover procedere all’organizzazione del
segretariato-generale e alla definizione dei compiti delle unita’
dirigenziali di livello non generale ad esso assegnate, nonche’
all’articolazione degli uffici dirigenziali nell’ambito degli uffici
dirigenziali generali, ai sensi del citato art. 17, comma 4-bis,
lettera e), della legge n. 400 del 1988;
Sentite le organizzazioni sindacali in data 23 marzo e 3 maggio
2001;
Decreta:
Art. 1.
1. Il presente decreto disciplina l’articolazione della struttura
centrale del segretariato generale e delle direzioni generali del
Ministero per i beni e le attivita’ culturali, di seguito indicato
come “Ministero”, suddivise in unita’ dirigenziali non generali
denominate “servizi”.
2. I servizi di cui al comma 1, in numero di quarantanove, e i
compiti a essi spettanti sono definiti negli articoli seguenti.

Art. 2.
1. Nell’ambito del segretariato generale sono istituiti gli uffici
di livello dirigenziale non generale di seguito indicati con le
relative attribuzioni:
Servizio I – affari generali e amministrativi:
coordinamento degli uffici del Ministero con compiti gestionali;
competenze in materia di esportazione dei beni culturali; gestione
dei progetti speciali multisettoriali e degli accordi
intersettoriali; coordinamento di comitati e commissioni
intersettoriali; deliberazione di costituzione di societa’ e di
partecipazione del Ministero a persone giuridiche; compenze del
Ministero in materia di deducibilita’ delle erogazioni liberali in
denaro nel settore dei beni e delle attivita’ culturali; tenuta del
protocollo informatico e gestione dei flussi documentali e degli
archivi del segretariato generale; relazioni con il pubblico del
segretariato generale; gestione dei servizi e dei compiti generali
del Ministero non attribuiti ad altri servizi e funzionamento del
segretariato generale.
Servizio II – status e formazione del personale:
attivita’ relativa alla definizione degli organici; relazioni
sindacali e contrattazione nazionale per il personale del Ministero;
assunzioni, cessazioni dal servizio, stato giuridico ed economico,
informazione del personale del Ministero; gestione del personale del
segretariato generale.
Servizio III – ufficio legale e dei servizi aggiuntivi:
attivita’ contrattuale, gestione dei procedimenti disciplinari,
contenzioso del lavoro e coordinamento della rappresentanza in
giudizio del Ministero; servizi di assistenza culturale e ospitalita’
offerti al pubblico a pagamento presso istituti vigilati,
Servizio IV – programmazione e bilancio:
piani pluriennali e annuali d’intervento e di spesa e bilancio del
Ministero; attivita’ relativa agli affari del comitato
interministeriale per la programmazione economica (CIPE); istruttoria
per la stipulazione delle intese istituzionali di programma
Stato-regioni e degli accordi di programma quadro in materia di beni
culturali; attivita’ propedeutica alla Conferenza Stato-regioni e
provincie autonome; controllo di regolarita’ amministrativa e
contabile dell’azione amministrativa.
Servizio V – nucleo per la valutazione e la verifica degli
investimenti pubblici:
supporto tecnico alla formulazione, valutazione e verifica di
programmi, progetti e politiche d’intervento del Ministero; analisi
di opportunita’ e fattibilita’ e monitoraggo degli investimenti
pubblici.
Servizio VI- informatica e statistica:
sistemi informativi automatizzati del Ministero; rapporti con
l’autorita’ per l’informatica della pubblica amministrazione (AIPA);
gestione dei dati statistici relativi alle attivita’ del Ministero;
rapporti con organismi dell’Unione europea, stranieri e
internazionali operanti nel settore delle statistiche sui beni e le
attivita’ culturali; gestione della banca dati dei beni culturali
illecitamente sottratti.
Servizio VII – sicurezza del patrimonio culturale:
programmazione e coordinamento dell’attuazione degli interventi
relativi alla sicurezza del patrimonio culturale statale; attivita’
inerenti alla sicurezza del patrimonio culturale non statale.
Servizio VIII – ufficio studi e osservatorio dello spettacolo:
studio e ricerca inerenti alla tutela e alla valorizzazione dei
beni culturali e alla formazione del personale del Ministero; Carta
dei servizi, iniziative editoriali; raccolta e analisi di dati e
notizie relativi al settore dello spettacolo.
Servizio IX – promozione e comunicazione:
comunicazione istituzionale interna ed esterna del Ministero;
rapporti con il dipartimento per l’informazione e l’editoria.
Servizio X – rapporti con gli organismi sportivi:
vigilanza sul Comitato Olimpico Nazionale Italiano (CONI) e
rapporti con le federazioni sportive nazionali; vigilanza
sull’Istituto per il credito sportivo; rapporti con altre
amministrazioni pubbliche e con istituzioni dell’Unione europea,
straniere e internazionali operanti nel settore dello sport; gestione
degli interventi finanziari per la realizzazione di impianti
sportivi.
Servizio XI- diritto d’autore e vigilanza sulla SIAE
competenze del Ministero in materia di proprieta’ letteraria e
diritto d’autore; vigilanza sulla Societa’ italiana degli autori ed
editori (SIAE); rapporti con organismi dell’Unione europea, stranieri
e internazionali competenti in materia di proprieta’ letteraria e
vigilanza sul diritto d’autore.
Servizio XII – ispettorato:
controllo di efficienza, effica…

[Continua nel file zip allegato]

Architetto.info