Architetto.info - Architetto.info | Architetto.info

DELIBERAZIONE 3 maggio 2001: Modifica della delibera CIPE 5 novembre 1...

DELIBERAZIONE 3 maggio 2001: Modifica della delibera CIPE 5 novembre 1999, intervento integrativo per l'agrumicoltura italiana, legge 2 dicembre 1998, n. 423, art. 1, comma 1. (Deliberazione n. 64/2001). (GU n. 185 del 10-8-2001)

COMITATO INTERMINISTERIALE PER LA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA

DELIBERAZIONE 3 maggio 2001
Modifica della delibera CIPE 5 novembre 1999, intervento integrativo
per l’agrumicoltura italiana, legge 2 dicembre 1998, n. 423, art. 1,
comma 1. (Deliberazione n. 64/2001).

IL COMITATO INTERMINISTERIALE PER LA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA

Visto il decreto legislativo 4 giugno 1997, n. 143, recante:
“Conferimento alle regioni delle funzioni amministrative in materia
di agricoltura e pesca e riorganizzazione dell’Amministrazione
centrale”, con cui viene istituito iI Ministero per le politiche
agricole e forestali;
Vista la legge 2 dicembre 1998, n. 423, recante “Interventi
strutturali e urgenti nel settore agricolo, agrumicolo e zootecnico”,
che all’art. 1, comma 1, demanda al Ministro per le politiche
agricole e forestali, d’intesa con la Conferenza permanente per i
rapporti tra lo Stato, le regioni e province autonome di Trento e di
Bolzano ed acquisito il parere delle competenti commissioni della
Camera dei deputati e del Senato della Repubblica, la predisposizione
di linee programmatiche di indirizzo e di interventi per
l’agrumicoltura italiana, da sottoporre all’approvazione di questo
comitato, autorizzando una spesa di lire 70 miliardi nel 1998, e 20
miliardi per ciascuno degli anni 1999 e 2000 (art. 3, comma 5);
Vista la legge 23 dicembre 2000, n. 388 (legge finanziaria 2001),
che in tabella F prevede la somma di 10 miliardi di lire per
interventi relativi alle misure informazione e ricerca;
Vista la propria delibera del 5 novembre 1999, n. 423 (Gazzetta
Ufficiale n. 26/2000), con la quale e’ stato approvato il piano
“Linee programmatiche di indirizzo e intervento per l’agrumicoltura
italiana”, per la cui attuazione sono stati assegnati 110 miliardi di
lire;
Tenuto conto che la Commissione europea, a cui e’ stato notificato
il provvedimento di cui al punto precedente, si e’ espressa
favorevolmente al programma sull’agrumicoltura, ad eccezione della
misura relativa al sostegno ai piani integrati di intervento delle
Organizzazioni dei produttori (O.P.), per lire 60,2 miliardi;
Vista la nota del Ministro delle politiche agricole e forestali n.
50638 del 27 marzo 2001, con cui si propone: di utilizzare la somma
di cui sopra, pari a lire 60,2 miliardi, nella percentuale dell’80% a
favore della riconversione varietale e del 20% per nuove misure
proposte dalle O.P., e di destinare un ulteriore importo di lire 10
miliardi a favore delle misure comunicazione e promozione,
incrementando cosi’ lo stanziamento di lire 17 miliardi gia’ previsto
nella delibera n. 423/1999;
Acquisita l’intesa della Conferenza permanente per i rapporti tra
lo Stato, le regioni e le province autonome di Trento e di Bolzano,
resa il 22 marzo 2001;
Acquisito il parere favorevole della competente commissione della
Camera dei deputati, reso nella seduta del 12 aprile 2001;
Considerato che il parere della IX Commissione permanente del
Senato non e’ stato espresso nel termine del 16 aprile 2001, fissato
dal Presidente del Senato;
Ritenuto che il suddetto intervento possa contribuire al
miglioramento della competitivita’ dell’agrumicoltura italiana con
nuove varieta’ e nuove tecniche colturali finalizzate alla riduzione
dei costi di produzione;
Delibera:
E’ approvata la proposta di modifica della propria delibera n.
423/1999, destinando la somma di 60,2 miliardi di lire (31,090
Meuro), previsti dalla stessa per le O.P., a favore della
riconversione varietale per l’80% e per nuove misure proposte dalle
O.P, per il 20%.
E’ approvato l’intervento di 10 miliardi di lire (5,165 Meuro ad
integrazione della misura comunicazione e promozione contenuta nel
“Piano agrumi”, approvato da questo Comitato con la citata delibera
n. 423/1999.
II Ministero delle politiche agricole e forestali assicurera’ che
l’attuazione dell’intervento sia realizzata in conformita’ con le
norme comunitarie.
Roma, 3 maggio 2001
Il Presidente delegato: Visco
Registrato alla Corte dei conti il 3 luglio 2001
Ufficio controllo sui Ministeri economico-finanziari, registro n. 4,
Tesoro, foglio n. 131

Architetto.info