Architetto.info - Architetto.info | Architetto.info

LEGGE 20 agosto 2001, n.333: Conversione in legge, con modificazioni, ...

LEGGE 20 agosto 2001, n.333: Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 3 luglio 2001, n. 255, recante disposizioni urgenti per assicurare l'ordinato avvio dell'anno scolastico 2001-2002. (GU n. 193 del 21-8-2001)

LEGGE 20 agosto 2001, n.333
Conversione in legge, con
modificazioni, del decreto-legge 3 luglio 2001, n. 255, recante
disposizioni urgenti per assicurare l’ordinato avvio dell’anno
scolastico 2001-2002. (GU n. 193 del 21-8-2001)

testo in vigore
dal: 22-8-2001

La Camera dei deputati ed il Senato della
Repubblica hanno
approvato;

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

Promulga

la seguente legge:
Art. 1.

1. Il decreto-legge 3 luglio 2001, n. 255, recante
disposizioni
urgenti per assicurare l’ordinato avvio dell’anno
scolastico
2001-2002, e’ convertito in legge con le modificazioni
riportate in
allegato alla presente legge.
2. La presente legge
entra in vigore il giorno successivo a quello
della sua pubblicazione
nella Gazzetta Ufficiale.
La presente legge, munita del sigillo
dello Stato, sara’ inserita
nella Raccolta ufficiale degli atti
normativi della Repubblica
italiana. E’ fatto obbligo a chiunque
spetti di osservarla e di farla
osservare come legge dello Stato.

Data a Roma, addi’ 20 agosto 2001

CIAMPI
Berlusconi, Presidente del
Consiglio
dei Ministri

Moratti, Ministro dell’istruzione,

dell’universita’ e della ricerca
Visto, il Guardasigilli:
Castelli

LAVORI PREPARATORI

Camera dei
deputati (atto n. 1175):
Presentato dal Presidente del Consiglio
dei Ministri (Berlusconi)
e dal Ministro dell’istruzione, universita’
e ricerca (Moratti) il 4
luglio 2001.
Assegnato alla XI
commissione (Lavoro pubblico e privato), in
sede referente, il 4
luglio 2001, con pareri delle commissioni I, V,
VII e Comitato per la
legislazione.
Esaminato dalla XI commissione il 10, 11, 12,
17 e 18 luglio
2001.
Esaminato in aula il 19 e 24 luglio 2001 e
approvato il 25 luglio
2001.
Senato della Repubblica (atto n. 529):

Assegnato alla 7a commissione (Istruzione pubblica,
beni
culturali), in sede referente, il 25 luglio 2001 con pareri
delle
commissioni 1a e 5a.
Esaminato dalla 1a commissione
(Affari costituzionali), in sede
consultiva, sull’esistenza dei
presupposti di costituzionalita’ il 26
luglio 2001.
Esaminato
dalla 7a commissione il 26, 27 e 31 luglio 2001.
Esaminato in aula
ed approvato il 2 agosto 2001.

Avvertenza:
Il decreto-legge 3
luglio 2001, n. 255, e’ stato pubblicato nella
Gazzetta Ufficiale –
serie generale – n. 153 del 4 luglio 2001.
A norma dell’art.
15, comma 5, della legge 23 agosto 12998, n.
400 (Disciplina
dell’attivita’ di Governo e ordinamento della
Presidenza del
Consiglio dei Ministri), le modifiche apportate dalla
presente legge
di conversione hanno efficacia dal giorno successivo a
quello della
sua pubblicazione.
Il testo del decreto-legge coordinato con la
legge di conversione
e corredato dalle relative note e’
pubblicato in questa stessa
Gazzetta Ufficiale alla pag. 45.

testo
in vigore dal: 22-8-2001

Allegato

MODIFICAZIONI APPORTATE IN SEDE DI
CONVERSIONE AL DECRETO-LEGGE 3
LUGLIO 2001, n.
255.

All’articolo 1:
al comma 1, alinea, le parole:
“graduatorie di base” sono
sostituite dalle seguenti:
“graduatorie permanenti”; le parole:
“approvato con il decreto
legislativo” sono sostituite dalle
seguenti: “di cui al decreto
legislativo”; e le parole: “hanno titolo
all’inserimento in coda
alle graduatorie medesime, oltre ai docenti
che chiedono il
trasferimento dalla corrispondente graduatoria di
altra provincia,
le sottoelencate categorie di personale docente ed
educativo nel
seguente ordine di priorita’:” sono sostituite dalle
seguenti:
“hanno titolo all’inserimento, oltre ai docenti che
chiedono il
trasferimento dalla corrispondente graduatoria di altra
provincia,
le sottoelencate categorie di personale docente ed
educativo, in
coda alle graduatorie medesime e nel seguente ordine di
priorita’:”;

al comma 2, le parole: “di seguito Regolamento” sono
sostituite
dalle seguenti: “di seguito denominato “regolamento “;

dopo il comma 2 e’ inserito il seguente:
“2-bis. Ai fini
dell’accesso alle graduatorie permanenti di
strumento musicale
nella scuola media, di cui agli articoli 5 e 6 del
regolamento, i
docenti privi del requisito di servizio di
insegnamento, in
possesso dell’abilitazione in educazione musicale
che, alla data
di entrata in vigore della legge 3 maggio 1999, n.
124, erano
inseriti negli elenchi compilati ai sensi del decreto del
Ministro
della pubblica istruzione 13 febbraio 1996, pubblicato nella
Gazzetta
Ufficiale n. 102 del 3 maggio 1996, sono collocati, in un
secondo
scaglione, nelle graduatorie permanenti di strumento musicale
di cui
all’articolo 5 del regolamento. Il punteggio
precedentemente
attribuito potra’ essere aggiornato con la
valutazione dei titoli
eventualmente maturati in data successiva alla
scadenza dei termini a
suo tempo previsti per la presentazione delle
domande di inclusione
negli elenchi stessi”;
al comma 3, le
parole: “annessa quale allegato A al Regolamento”
sono sostituite
dalle seguenti: “di cui all’allegato A annesso al
regolamento”;

al comma 4, il secondo periodo e’ soppresso;
dopo il comma 4 e’
inserito il seguente:
“4-bis. I contratti a tempo indeterminato,
stipulati dai dirigenti
territorialmente competenti dopo il 31
agosto, comportano il
differimento delle assunzioni in servizio al
1o settembre dell’anno
successivo, fermi restando gli effetti
giuridici dall’inizio
dell’anno scolastico di conferimento della
nomina”;
al comma 5, le parole: “fino a termine” sono
sostituite dalle
seguenti: “fino al termine”;
e’ inserita la
seguente rubrica: “Norme di interpretazione
autentica”.

All’articolo 2:
al comma 2, le parole: “della tabella annessa
quale allegato A al
Regolamento di cui all’articolo 1, comma 2”,
sono sostituite dalle
seguenti: “della tabella di cui
all’allegato A annesso al
regolamento”; dopo le parole: “nelle
scuole paritarie” sono inserite
le seguenti: “di cui alla legge
10 marzo 2000, n. 62,”; ed e’
aggiunto, in fine, il seguente
periodo: “Fermo restando quanto
previsto dal presente comma,
ulteriori modifiche alla tabella di cui
all’allegato A annesso al
regolamento possono essere adottate con
decreto del Ministro
dell’istruzione, dell’universita’ e della
ricerca”;
al comma
3, le parole: “del decreto legislativo” sono sostituite
dalle
seguenti: “del testo unico delle disposizioni legislative in
materia
di istruzione, di cui al decreto legislativo” e le parole:
“come
modificato” sono sostituite dalle seguenti: “come sostituito”;
e’
inserita la seguente rubrica: “Integrazione a regime
delle
graduatorie permanenti del personale docente”.
All’articolo
3:
al comma 1, le parole: “di diritto” sono soppresse;
e’
inserita la seguente rubrica: “Formazione delle classi”.

All’articolo 4:
al comma 1, dopo il primo periodo e’ inserito
il seguente: “I
contratti a tempo indeterminato stipulati
dai dirigenti
territorialmente competenti dopo tale data comportano
il differimento
delle assunzioni in servizio al 1o settembre
dell’anno successivo,
fermi restando gli effetti giuridici dall’inizio
dell’anno scolastico
di conferimento della nomina”; e al secondo
periodo, dopo le parole:
“stesso termine” sono inserite le seguenti:
“del 31 luglio”;
al comma 2, dopo le parole: “supplenze brevi e
saltuarie” sono
inserite le seguenti: “di cui all’articolo 4, comma
3, della legge
3 maggio 1999, n. 124,”;
e’ inserita la seguente
rubrica: “Accelerazione di procedure”.
Dopo l’articolo 4 sono
inseriti i seguenti:
“Art. 4-bis (Personale amministrativo, tecnico
e ausiliario). – 1.
Il disposto dell’articolo 4, comma 1, primo
periodo, si applica anche
con riferimento ai provvedimenti di
assunzione, con contratto a tempo
indeterminato, del personale
amministrativo, tecnico e ausiliario
(ATA). Decorso il termine
del 31 luglio, all’adozione dei
provvedimenti di assunzione,
con contratto a tempo determinato, del
predetto personale,
provvedono i dirigenti scolastici. Si applicano
in ogni caso le
disposizioni in materia di programmazione delle
assunzioni del
personale delle amministrazioni pubbliche di cui
all’articolo 39
della legge 27 dicembre 1997, n. 449, e successive
modificazioni.

Art. 4-ter (Personale educativo). – 1. I distinti ruoli
provinciali
del personale educativo degli istituti di cui
all’articolo 446 del
testo unico delle disposizioni legislative in
materia di istruzione,
di cui al decreto legislativo 16 aprile 1994,
n. 297, sono unificati.
2. Per l’assunzione del personale
educativo individuato in
relazione alle esigenze delle
attivita’ convittuali e
semiconvittuali, e comunque nel
rispetto dei criteri di cui al
medesimo articolo 446 del
citato testo unico, si utilizzano
graduatorie provinciali
unificate.
3. La distinzione tra alunni convittori e alunne
convittrici opera
ai soli fini dell’individuazione dei posti di
organico per le
esigenze delle attivita’ convittuali da
affidare a personale
educativo rispettivamente maschile e
femminile”.
All’articolo 5:
e’ inserita la seguente rubrica:
“Entrata in vigore”.

Architetto.info