Architetto.info - Architetto.info | Architetto.info

DELIBERAZIONE 7 agosto 2001: Adozione della direttiva concernente il ...

DELIBERAZIONE 7 agosto 2001: Adozione della direttiva concernente il riconoscimento ai clienti idonei della facolta' di recesso nei contratti di fornitura di gas naturale. (Deliberazione n. 184/2001). (GU n. 199 del 28-8-2001)

AUTORITA’ PER L’ENERGIA ELETTRICA E IL GAS

DELIBERAZIONE 7 agosto 2001
Adozione della direttiva concernente il riconoscimento ai clienti
idonei della facolta’ di recesso nei contratti di fornitura di gas
naturale. (Deliberazione n. 184/2001).

L’AUTORITA’ PER L’ENERGIA ELETTRICA E IL GAS
Nella riunione del 7 agosto 2001;
Premesso che:
l’Autorita’ per l’energia elettrica ed il gas (di seguito:
l’Autorita), in base al disposto dell’art. 1, comma 1, della legge
14 novembre 1995, n. 481 (di seguito: legge n. 481/1995), e investita
di funzioni di regolazione dei servizi di pubblica utilita’
dell’energia elettrica ed il gas, al fine di garantire, tra l’altro,
la “promozione della concorrenza e dell’efficienza”;
ai fini di cui al precedente alinea, l’art. 2, comma 12, lettera
h), della legge n. 481/1995 prevede, tra l’altro, che l’Autorita’
emani direttive concernenti l’erogazione dei servizi di pubblica
utilita’ da parte dei soggetti esercenti i servizi medesimi;
sono pervenute all’Autorita’ numerose segnalazioni da parte di
diverse tipologie di utenti, nelle quali si lamenta che, nei
contratti di fornitura di gas naturale, non sia riconosciuta ai
clienti la facolta’ di recedere dai contratti;
Visti:
la legge n. 481/1995, ed in particolare l’art. 2, comma 12,
lettera h);
il decreto legislativo 23 maggio 2000, n. 164, di attuazione
della direttiva 98/30/CE, recante norme comuni per il mercato interno
del gas naturale, a norma dell’art. 41 della legge 17 maggio 1999, n.
144 (di seguito decreto legislativo n. 164/2000);
la deliberazione 18 ottobre 2000, n. 193/00, recante disposizioni
urgenti per l’esercizio dell’attivita’ di vigilanza dell’Autorita’ ai
sensi dell’art. 22, comma 2, del decreto legislativo n. 164/2000,
pubblicata nella Gazzetta Ufficiale – serie generale – n. 273 del
22 novembre 2000 (di seguito: deliberazione n. 193/00);
il documento per la consultazione “Condizioni contrattuali del
servizio di vendita del gas naturale a clienti finali attraverso reti
di gasdotti locali”, approvato e diffuso dall’Autorita’ in data
6 dicembre 2000 – Prot. AU/00/323 (di seguito: documento per la
consultazione 6 dicembre 2000) e le osservazioni pervenute in esito a
detto documento;
Considerato che:
l’art. 2, comma 1, lettera c), del decreto legislativo n.
164/2000, definisce la categoria di cliente idoneo come “la persona
fisica o giuridica che ha la capacita’, per effetto del presente
decreto, di stipulare contratti di fornitura, acquisto e vendita con
qualsiasi produttore, importatore, distributore o grossista, sia in
Italia sia all’estero”;
l’art. 22 del decreto legislativo n. 164/2000 individua la
tipologia di soggetti ai quali e’ attribuita, fino al 31 dicembre
2002, la qualifica di cliente idoneo e prevede che, dal primo gennaio
2003, tutti i clienti siano clienti idonei;
attualmente sono in corso numerosi contratti di fornitura, aventi
ad oggetto la vendita o la consegna del gas naturale;
le segnalazioni di cui in premessa, unitamente alla
documentazione acquisita dall’Autorita’, evidenziano la diffusa
esigenza di accelerare il processo di liberalizzazione del mercato;
Ritenuto che:
al fine di promuovere la concorrenza, sia necessario assicurare
la possibilita’ di scelta del fornitore, senza eccessivi vincoli;
tale possibilita’ si riferisca ai soli clienti che possono
esercitare una facolta’ di scelta e cioe’ ai clienti idonei, con
riferimento ai contratti di fornitura sia gia’ in corso, sia di
futura stipulazione;
la facolta’ di scelta del fornitore senza eccessivi vincoli debba
essere garantita a tutti i clienti idonei, atteso che non sono ancora
sussistenti tutte le condizioni perche’ ci sia di fatto una piena ed
effettiva concorrenza, a causa delle inevitabili inerzie ereditate
dal sistema precedente;
la facolta’ di cui al precedente alinea debba essere riconosciuta
ai clienti idonei come definiti dall’art. 22 del decreto legislativo
n. 164/2000, anche a prescindere dall’attestazione di tale qualifica
ai sensi dell’art. 2 della deliberazione n. 193/00;
sebbene sia necessario riconoscere a tutti i clienti idonei la
facolta’ di recedere dai contratti, sia anche necessario prevedere
diversi termini di preavviso per l’esercizio della facolta’ di
recesso, in funzione della durata del singolo contratto nel quale la
medesima clausola deve essere inserita;
Delibera
di approvare la seguente direttiva:
Art. 1.
Definizioni
1 Ai fini della presente direttiva:
a) cliente idoneo e’ il cliente al quale sia attribuita la
qualifica di cliente idoneo ai sensi dell’art. 22 del decreto
legislativo 23 maggio 2000, n. 164, anche a prescindere
dall’attestazione di tale qualifica ai sensi dell’art. 2 della
deliberazione dell’Autorita’ per l’energia elettrica e il gas
18 ottobre 2000, n. 193/00;
b) contratto di fornitura e’ il contratto avente ad oggetto il
servizio di consegna o di vendita di gas naturale.

Art. 2.
Ambito di applicazione
1. La presente direttiva si applica a tutti i contratti di
fornitura, anche in corso, stipulati con clienti idonei.

Art. 3.
Riconoscimento della facolta’ di recesso
1. Nei contratti di cui all’art. 2 sia riconosciuta al cliente
idoneo, salvo diverso ed espresso accordo tra le parti, la facolta’
di recedere dal contratto con un preavviso non superiore a:
a) sei mesi, in caso di contratti di durata pluriennale;
b) tre mesi, in caso di contratti di durata annuale.

Art. 4.
Disposizioni finali
1. La presente direttiva viene pubblicata nella Gazzetta Ufficiale
della Repubblica italiana e nel sito Internet dell’Autorita’ per
l’energia elettrica e il gas (www.autorita.energia.it) ed entra in
vigore il quindicesimo giorno dalla data della sua pubblicazione.
Di dare mandato al presidente per gli adempimenti a seguire.
Milano, 7 agosto 2001
Il presidente: Ranci

Architetto.info