Architetto.info - Architetto.info | Architetto.info

Trasmissione nota tecnica IL 10. Equipaggiamenti elettrici apparecchi ...

Trasmissione nota tecnica IL 10. Equipaggiamenti elettrici apparecchi di sollevamento.

Circolare ISPESL 15 giugno 1994 n. 78

Trasmissione nota tecnica IL
10. Equipaggiamenti elettrici apparecchi di sollevamento.

In
relazione a quesiti interpretativi pervenuti da Dipartimenti
periferici dell’Istituto e Ditte costruttrici, si trasmette la nota
tecnica di cui all’oggetto.
Nota tecnica IL 10
Equipaggiamenti
elettrici apparecchi di sollevamento
1) Applicabilità norma EN
60204-1
La normativa EN 60204-1 “Equipaggiamento elettrico delle
macchine” è stata modificata in vista dell’entrata in vigore della
Direttiva 89/392/CEE emendata, e la sua ultima versione ha decorrenza
dal 1° dicembre 1993.
In particolare risultano ora comprese nel suo
campo di applicazione tutte le macchine di cui al D.M. 12 settembre
1959 soggette ad omologazione.
Si segnala che la suddetta norma
troverà completa applicazione dal 1° gennaio 1995 nel regime previsto
dalla direttiva sopra citata.
Nello spirito del regime transitorio
attualmente in vigore, il costruttore può comunque avvalersi della
suddetta norma, pur assoggettando le macchine ad omologazione da parte
dell’ISPESL.
Nel detto caso solo il rispetto integrale della norma
giustifica eventuali deroghe a disposizioni vigenti.
2) Dispositivi di
interblocco tra movimenti contrapposti
Considerata la circolare ENPI
n. 30/72 dell’11 settembre 1972 in relazione al dispositivo di blocco
meccanico reciproco installato sui pulsanti, tenuto presente altresì
il successivo chiarimento interpretativo (vedi nota ENPI n. 9-5046 del
23 luglio 1973), si ritiene che i requisiti di sicurezza possano
considerarsi egualmente soddisfatti qualora la costruzione degli
organi di comando garantisca la reciproca esclusione dei comandi o
azionamenti in sensi contrapposti.
Pertanto, preso atto anche della
evoluzione tecnologica e normativa, nel caso in cui nell’organo di
comando siano installati idonei sistemi di interblocco (meccanici o
elettrici o elettronici) che impediscano azionamenti contrapposti
risultano soddisfatte le prescrizioni contenute nella sopracitata
circolare.
Per i sistemi di comando tramite onde elettromagnetiche
(D.M. n. 347 del 10 maggio 1988 e D.M. n. 354 del 23 aprile 1992) i
dispositivi di interblocco di cui sopra possono essere installati o
sulle unità trasmittenti o sulle unità riceventi.

Architetto.info