Architetto.info - Architetto.info | Architetto.info

Approvazione dei modelli tipo per la compilazione della relazione tecn...

Approvazione dei modelli tipo per la compilazione della relazione tecnica di cui all'art. 28 della legge 9-1-1991, n. 10, attestante la rispondenza alle prescrizioni in materia di contenimento del consumo energetico degli edifici

Decreto 13 Dicembre 1993 Ministero Industria, Commercio E Artigianato

Approvazione dei modelli tipo per la compilazione della relazione
tecnica di cui all’art. 28 della legge 9-1-1991, n. 10, attestante la
rispondenza alle prescrizioni in materia di contenimento del consumo
energetico degli edifici
Art. 1.
1. Sono approvati i modelli tipo per
la compilazione della relazione di cui all’art. 28 della legge n.
10/1991 secondo gli schemi di cui agli allegati A, B, C, al presente
decreto, differenziati per le seguenti tipologie:
a) opere relative ad
edifici di nuova costruzione o a ristrutturazione di edifici (con
riferimento all’intero sistema edificio-impianto termico);
b) opere
relative agli impianti termici di nuova installazione in edifici
esistenti e opere relative alla ristrutturazione degli impianti
termici;
c) sostituzione di generatori di calore.
ALLEGATO A SCHEMA DI
RELAZIONE TECNICA ED ELENCO DELLA DOCUMENTAZIONE DA ALLEGARE
OPERE
RELATIVE AD EDIFICI DI NUOVA COSTRUZIONE O A RISTRUTTURAZIONE DI
EDIFICI
(Legge 9-1-1991 n. 10, art. 28)
a) INFORMAZIONI GENERALI
·
Comune di
· Progetto per la realizzazione di (specificare il tipo di
opere).
sito in (specificare l’ubicazione o in alternativa indicare
che è da edificare nel terreno di cui si riportano gli estremi del
censimento al N.C.T.) .
· Concessione edilizia n. . del .;
·
Classificazione dell’edificio (o del complesso di edifici): in base
alla categoria di cui all’art. 3 del regolamento, per gli edifici
costituiti da parti appartenenti a categorie differenti, specificare
le diverse categorie.
· Numero delle unità abitative ;
·
Committente/i ;
· Progettista/i degli impianti termici e
dell’isolamento termico dell’edificio .
· Direttore/i degli impianti
termici e dell’isolamento termico dell’edificio
· L’edificio (o il
complesso degli edifici) rientra/non rientra tra quelli di proprietà
pubblica o adibiti ad uso pubblico, ai fini dell’utilizzo delle fonti
rinnovabili di energia previste dall’art. 5 comma 15 del
regolamento;
· L’edificio (o il complesso di edifici) rientra/non
rientra nella disciplina di cui all’art. 4 comma 1 della legge
(edilizia sovvenzionata e convenzionata, edilizia pubblica e privata)
o nella disciplina di cui all’art. 4 comma 2 (autorizzazioni,
concessione e contributi per la realizzazione di opere pubbliche),
della legge stessa;
· Consistenza demografica del comune
b) FATTORI
TIPOLOGICI DI EDIFICIO (O COMPLESSO DI EDIFICI)
Gli elementi
tipologici da fornire, al solo scopo di supportare la presente
relazione tecnica, sono i seguenti
· Piante di ciascun piano degli
edifici con orientamento e indicazione d’uso prevalente dei singoli
locali;
· Prospetti e sezioni degli edifici con evidenziazione di
eventuali sistemi di protezione solare;
· Elaborati grafici relativi
ad eventuali sistemi solari passivi specificatamente progettati per
favorire lo sfruttamento degli apporti solari.
c) PARAMETRI CLIMATICI
DELLA LOCALITA’
· Gradi giorno della zona d’insediamento (determinati
in base al regolamento) ;
· Temperatura minima di progetto dell’aria
esterna (secondo norma UNI 5364 e successivi aggiornamenti)
d) DATI
TECNICO COSTRUTTIVI DI EDIFICIO (O COMPLESSO DI EDIFICI) E DELLE
RELATIVE STRUTTURE
· Volume degli ambienti climatizzati (V) al lordo
delle strutture che li delimitano, espresso in m3;
· Superficie
esterna (S) che delimita il volume (V), espressa in m2
· Rapporto S/V
.
· Massa efficace dell’involucro edilizio espressa in kg/m2;
·
Classe di permeabilità all’aria dei serramenti esterni (secondo norma
UNI 7979) .
· Valori di progetto della temperatura e della umidità
interna
e) DATI RELATIVI AGLI IMPIANTI TERMICI
Descrizione generale
dell’impianto termico contenente i seguenti elementi, ove
applicabili:
· Tipologia
· Sistemi di generazione .
· Sistemi di
termoregolazione
· Sistemi di contabilizzazione dell’energia termica

· Sistemi di distribuzione del vettore termico
· Sistemi di
ventilazione forzata (tipologie)
· Sistemi di accumulo termico
(tipologie)
· Sistemi di produzione e di distribuzione dell’acqua
calda sanitaria
· Durezza dell’acqua di alimentazione dei generatori
di calore (gradi francesi), per potenza installata maggiore o uguale a
350 kW .
Schema funzionale dell’impianto con dimensionamento delle
reti di distribuzione dei fluidi termovettori e delle apparecchiature
e con evidenziazione dei dispositivi di regolazione e
contabilizzazione. Lo schema funzionale deve riportare una tabella
riassuntiva delle apparecchiature con le loro caratteristiche
funzionali e di tutti i componenti rilevanti ai fini energetici con i
loro dati descrittivi e prestazionali.
I dati descrittivi e
prestazionali, possono in alternativa essere riportati anche in
tabelle a parte.
Specifiche dei generatori di energia:
Per gli
impianti termici utilizzanti generatori di calore convenzionali per la
climatizzazione invernale o per la produzione d’acqua calda sanitaria,
indicare per ogni singolo generatore di calore:
· Fluido termovettore
;
· Valore nominale della potenza termica utile – Pn (kW) ;
·
Rendimento termico utile (o di combustione per generatori ad aria
calda) a Pn:
a) valore di progetto (%) ;
b) valore minimo prescritto
dal regolamento (%) ;
· rendimento termico utile (o di combustione
per i generatori ad aria calda) al 30% Pn:
a) valore di progetto (%) ;

b) valore minimo prescritto dal regolamento (%) ;
· combustibile
utilizzato:
Per gli impianti termici con o senza produzione di acqua
calda sanitaria che utilizzano, in tutto o in parte, macchine diverse
dai generatori di calore convenzionali, quali ad es.: macchine
frigorifere, pompe di calore, gruppi di cogenerazione di energia
termica ed elettrica, collettori solari, le prestazioni delle macchine
diverse dai generatori di calore devono essere fornite indicando le
caratteristiche normalmente utilizzate per le specifiche
apparecchiature, applicando, ove esistenti, le vigenti norme
tecniche.
Specifiche relative ai sistemi di regolazione dell’impianto
termico:
· Tipo di conduzione previsto in sede di progetto:
a)
continuo con attenuazione notturna;
b) intermittente
· Sistema di
telegestione dell’impianto termico (se esistente)
· Descrizione
sintetica delle funzioni
· Sistema di regolazione climatica in
centrale termica (solo per impianti centralizzati):
a) centralina
climatica: (descrizione sintetica delle funzioni)
b) numero di livelli
di programmazione della temperatura nelle 24h
c) organi di attuazione
(ad es. valvole a 3 vie) (descrizione sintetica delle funzioni)
·
Regolatori climatici delle singole zone o unità immobiliari:
a)
Numero di apparecchi
b) descrizione sintetica delle funzioni
c) numero
di livelli di programmazione della temperatura nelle 24h
· Dispositivi
per la regolazione automatica della temperatura ambiente nei singoli
locali (o nelle singole zone, ciascuna avente caratteristiche di uso
ed esposizioni uniformi): . .
a) Numero di apparecchi
b) descrizione
sintetica dei dispositivi
Dispositivi per la contabilizzazione del
calore nelle singole unità immobiliari servite da impianto termico
centralizzato:
· Numero di apparecchi,
· descrizione sintetica del
dispositivo.
Qualora il progetto dell’impianto termico non preveda
l’installazione di dispositivi di contabilizzazione del calore nelle
singole unità immobiliari, devono essere chiaramente descritti ed
illustrati con schemi gli elementi che consentono la predisposizione
all’adozione di tali contabilizzatori (come prescritto dal comma 6,
art. 26 della legge).
Terminali di erogazione dell’energia termica;

Per ciascun gruppo di terminali dello stesso modello e della stessa
potenza indicare:
· n. di apparecchi (quando applicabile) ;
· tipo
(esempi: radiatori, ventilconvettori, pannelli radianti integrati nei
solai)
· potenza termica nominale (quando applicabile)
Condotti di
evacuazione dei prodotti di combustione
Descrizioni e caratteristiche
principali (dimensionamento secondo norma tecnica UNI 9615)
Sistemi
di trattamento dell’acqua:
· Tipo di trattamento
Per altre
apparecchiature e sistemi di rilevante importanza funzionale, non
rientranti tra quelli indicati ai punti precedenti, devono essere
fornite le specifiche normalmente utilizzate per caratterizzare le
apparecchiature e i sistemi stessi.
f) PRINCIPALI RISULTATI DEI
CALCOLI
(I riferimenti di calcolo sono indicati nei regolamenti di
attuazione della legge e nelle norme tecniche ivi richiamate, i valori
di seguito riportati devono coincidere con quelli del progetto delle
opere edili e dell’impianto termico
· Caratteristiche termiche e
igrometriche dei componenti opachi dell’involucro edilizio (utilizzare
fac-simile di TAB.1).
· Caratteristiche termiche dei componenti
finestrati dell’involucro edilizio (utilizzare fac-simile di TAB.2).
·
Trasmittanza termica (K) degli elementi divisori tra alloggi o unità
immobiliari confinanti (anche se su piani sovrapposti). Indicare il
valore massimo della trasmittanza termica risultante dal progetto
(W/m2 °C) e indicare a quale elemento si riferisce
· Coefficiente
volumico di dispersione termica per trasmissione (Cd) in W/m3 °C:
a)
valore di progetto ;
b) valore massimo consentito dalle norme
regolamentari vigenti
· Numero di volumi d’aria ricambiati in un’ora
(valore medio nelle 24 h, espresso in h-1) (specificare per le diverse
zone):
a) valore di progetto (derivante dal calcolo secondo normativa
UNI)
b) valore minimo imposto da norme specifiche se esistenti (per
es. derivante da norme igieniche o sanitarie) ;
· Portata dell’aria
di ricambio (G), espressa in m3/h (solo nei casi di ventilazione
meccanica controllata);
· Portata dell’aria circolante attraverso
apparecchiature di recupero del calore disperso (solo se previste dal
progetto) ;
· Rendimento termico delle apparecchiature di recupero
del calore disperso (solo se previste dal progetto) ;

[Continua nel file zip allegato]

Architetto.info