Architetto.info - Architetto.info | Architetto.info

Riduzione del tasso di premio INAIL per l'attuazione di misure di sicu...

Riduzione del tasso di premio INAIL per l'attuazione di misure di sicurezza, igiene e prevenzione nei luoghi di lavoro, in favore di imprese edili.

Decreto Ministeriale 07 maggio 1997

Riduzione del tasso di premio
INAIL per l’attuazione di misure di sicurezza, igiene e prevenzione
nei luoghi di lavoro, in favore di imprese edili.

Così modificato
dal decreto ministeriale 6 agosto 1997

Articolo 1
A decorrere dal 1
gennaio 1997, per la durata di un biennio e in via sperimentale, e’
concessa la riduzione del 10% del premio indicato in base alla tariffa
dei premi approvata con decreto ministeriale 18 giugno 1988, in favore
delle imprese edili individuate tra quelle svolgenti le attivita’
previste dal n. 45.1 al 45.45.2 della classificazione delle attivita’
economiche (Codice Ateneo 1991) predisposto dall’ISTAT.

Detta
riduzione e’ concessa alle imprese che aderiscono agli organismi
paritetici territoriali previsti dall’art. 20 del decreto legislativo
19 settembre 1994, n. 626, che risultano essersi attenute alle
disposizioni in materia di igiene, sicurezza e prevenzione nei luoghi
di lavoro di cui allo stesso decreto legislativo e successive
modificazioni ed integrazioni, alle scadenze ivi fissate, e che siano
in regola con il versamento dei premi assicurativi almeno per il
biennio precedente l’anno di applicazione dell’agevolazione.

Tale
riduzione e’ concessa indipendentemente dalla oscillazione del tasso
di premio ai sensi dell’art. 20 del decreto ministeriale 18 giugno
1988 e, per le imprese con meno di sedici addetti, e’ cumulabile con
la riduzione del cinque per cento prevista con il decreto ministeriale
18 marzo 1996.(1)

Articolo 2

Al fine di stabilire forme di
collaborazione tra le sedi territoriali dell’INAIL e i suddetti
organismi paritetici territoriali, anche in relazione alle attivita’
previste dall’art. 11 del decreto legislativo 19 marzo 1996, n. 242,
l’Istituto assicuratore puo’ stipulare apposita convenzione con gli
organismi nazionali paritetici per la prevenzione infortuni previsti
dai contratti collettivi per i dipendenti delle imprese edili.

Il
presente decreto sara’ pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della
Repubblica italiana.

INAIL – Circolare n. 3 del 16 gennaio 1998

Regole attuative del decreto ministeriale 7 maggio 1997 in tema di
riduzione del tasso di premio INAIL per l’attuazione di misure di
sicurezza, igiene e prevenzione nei luoghi di lavoro, in favore di
imprese edili.

QUADRO NORMATIVO

– Decreto legislativo 19 settembre
1994, n. 626.

“Attuazione delle direttive 89/391/CEE, 89/654/CEE,
89/655/CEE, 89/656/CEE, 90/269/CEE, 90/270/CEE, 90/394/CEE e
90/679/CEE riguardanti il miglioramento della sicurezza e della salute
dei lavoratori sul luogo di lavoro”.

– Decreto legislativo 19 marzo
1996, n. 242.

“Modifiche ed integrazioni al decreto legislativo 19
settembre 1994, n. 626, recante attuazione di direttive comunitarie
riguardanti il miglioramento della sicurezza e della salute dei
lavoratori sul luogo di lavoro”.

– Decreto legislativo 14 agosto
1994, n. 494, di attuazione della direttiva 92/57/CEE concernente le
prescrizioni minime di sicurezza e di salute da attuare nei cantieri
temporanei o mobili.

– Delibera n. 520 dei Consiglio di
Amministrazione in data 8.4.97 Decreto ministeriale 7 maggio 1997:

“Riduzione dei tasso di premio INAIL per l’attuazione di misure di
sicurezza, igiene e prevenzione nei luoghi di lavoro, in favore di
imprese edili”.

– Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana n.
134 dei 11.6.1997 -errata corrige.

– Delibera n. 1125 del Consiglio
di Amministrazione in data 31.7.1997. – Decreto ministeriale 6 agosto
1997:

“Riduzione dei tasso di premio INAIL per l’attuazione di
misure di sicurezza, igiene e prevenzione nei luoghi di lavoro, in
favore di imprese edili. Esplicazione dei destinatari”.

– Decreto
dei Presidente dei Consiglio dei Ministri 14 ottobre 1997, n. 412:

“Regolamento recante l’individuazione delle attività lavorative
comportanti rischi particolarmente elevati, per le quali l’attività di
vigilanza può essere esercitata dagli Ispettorati dei Lavoro delle
Direzioni provinciali dei lavoro”.

– Delibera dei Consiglio di
Amministrazione del 10.12.1997 n. 1473.

OGGETTO DELLA NORMA

Il
Ministero dei Lavoro e della Previdenza Sociale con decreto del 7
maggio 1997 (all. n. 1), modificato con decreto del 6 agosto 1997
(all. n. 2), ha stabilito la riduzione del 10 per cento dei premio
applicato dall’INAIL a favore delle imprese edili, anche artigiane,
individuate tra quelle svolgenti le attività previste dal n. 45.1 al
n. 45.45.2 della classificazione delle attività economiche (codice
Ateco 1991) predisposta dall’ISTAT.

Requisiti per usufruire
dell’agevolazione sono:

– l’osservanza, alle scadenze fissate, delle
disposizioni in materia di igiene, sicurezza e prevenzione nei luoghi
di lavoro, di cui ai decreti legislativi 19 settembre 1994 n. 626, 19
marzo 1996 n. 242 e 14 agosto 1996, n. 494;

– la regolarità
contributiva, almeno per il biennio precedente l’anno di applicazione
dell’agevolazione medesima;

– l’adesione agli Organismi paritetici
territoriali previsti dall’articolo 20 del decreto legislativo 19
settembre 1994, n. 626 ed oggetto delle contrattazioni collettive di
categoria.

Gli Organismi in parola sono costituiti tra le
Organizzazioni sindacali dei datori di lavoro e dei lavoratori ed
hanno funzioni, tra l’altro, di orientamento e di promozione di
iniziative formative nei confronti dei lavoratori.

Al fine di
rendere più agevole l’applicazione del beneficio, il Consiglio di
amministrazione dell’istituto, con delibera n. 1473 del 10 dicembre
1997, ha approvato le relative regole di attuazione (all. n. 3).

Si
ritiene opportuno fornire alcuni chiarimenti e precisazioni al
riguardo.

DATORI DI LAVORO INTERESSATI

Il beneficio viene
attribuito per un biennio e in via sperimentale, a far data dal 1°
gennaio 1997, ai datori di lavoro dei settore edile, con esclusione
dei titolari di aziende che eseguono lavori di impiantistica (per le
quali si applicano i contratti collettivi dei settore metalmeccanico),
che al 1° gennaio dell’anno di riferimento, risultino intestatari di
posizione assicurativa da almeno un biennio o che dimostrino, in caso
di lavori a carattere temporaneo, di svolgere da almeno un biennio la
medesima attività in più luoghi, anche se compresi in diverse
circoscrizioni territoriali dell’INAIL.

Sono stati esclusi
dall’agevolazione i titolari di posizioni accese da meno di due anni
in quanto l’articolo 16 delle vigenti Modalità tariffarie (approvate
con D.M. 18 giugno 1988) già consente di fruire di una riduzione pari
al 15 per cento del tasso medio di tariffa in relazione all’effettiva
situazione dell’azienda per quanto riguarda il rispetto delle norme di
prevenzione infortuni e di igiene del lavoro.

CONDIZIONI

Le
imprese edili per beneficiare dell’agevolazione devono:


documentare la propria contribuzione economica per il finanziamento
del competente ed in concreto funzionante Organismo paritetico
territoriale, secondo le modalità previste dai contratti collettivi
dell’edilizia, mediante attestazione rilasciata dal medesimo dalla
quale risulti l’avvenuto versamento per l’intero periodo riguardante
lo sconto;

– dichiarare la propria regolarità contributiva
relativamente al pagamento dei premi assicurativi (interessi di
rateazione compresi), almeno per il biennio precedente. Al riguardo si
chiarisce che per titoli afferenti il biennio in parola devono
intendersi quelli di “competenza”. Gli stessi, pertanto, anche se
richiesti in periodo successivo, devono risultare pagati alla data di
presentazione della domanda di cui alle successive modalità ;


allegare, nei casi previsti dalla norma, copia della comunicazione
trasmessa al competente Organo di vigilanza (ASL) o, in tutti gli
altri casi, rilasciare una dichiarazione attestante la propria
posizione in relazione all’adempimento degli obblighi, alle scadenze
fissate, in materia di igiene, sicurezza e prevenzione nei luoghi di
lavoro di cui ai DD.LL. nn. 626/1994 e 242/1996.

MODALITA’ DI
EROGAZIONE DEL BENEFICIO

– Anno 1997

Verificata la presenza, alle
scadenze di legge, dei requisiti richiesti per fruire dei beneficio,
il datore di lavoro deve presentare -entro e non oltre il 20 febbraio
1998 – alla Sede Inail territorialmente competente apposita domanda,
come da facsimile incluso nella delibera consiliare n. 1473 dei 10
dicembre 1997 (all. n. 3), e contestualmente procedere alla riduzione
del premio esclusivamente all’atto dell’autoliquidazione, in sede di
conguaglio per l’anno 1997.

In concreto il datore di lavoro
provvederà pertanto a:

– calcolare il premio comprensivo
dell’eventuale supplemento per la silicosi/asbestosi;

– detrarre
l’eventuale agevolazione dell’11,50% prevista dalla legge 8 Agosto
1995, n. 341 e successive modificazioni;

– applicare sul premio così
risultante la ulteriore riduzione del 10 per cento che andrà a
sommarsi, qualora spettante, alla riduzione del 5% prevista dalla
norma premiale ex D.M. 18 marzo 1996;

– calcolare infine sul premio
così depurato l’addizionale Anmil.

– Anno 1998

Come
precedentemente riferito, l’agevolazione in parola è fruibile anche
per l’anno 1998. A tal fine le aziende interessate dovranno presentare
apposita domanda, compilata come da fac-simile incluso nella delibera
consiliare n. 1473 dei 10 dicembre 1997 (all. n. 3), che dovrà
pervenire, a pena di decadenza, entro il 20 febbraio 1998.

Ciò
consentirà di procedere al calcolo dello sconto già in sede di rata
anticipata. Rimane, comunque, fermo che in sede di regolazione
dell’anno 1998, all’atto dell’autoliquidazione 1998/99, dovrà essere
prodotta l’attestazione della regolarità contributiva al finanziamento
dell’Organismo paritetico territoriale.

Le aziende che possiedono i
requisiti per fruire dello sconto per l’intero biennio 1997/98,
potranno presentare domanda cumulativ…

[Continua nel file zip allegato]

Architetto.info