Architetto.info - Architetto.info | Architetto.info

Direttiva concernente l'erogazione del servizio elettrico ai sensi del...

Direttiva concernente l'erogazione del servizio elettrico ai sensi dell'art. 2, comma 12, lettera h) , della legge 14 novembre 1995, n. 481

Deliberazione 23 Settembre 1998, N. 120/98

Direttiva concernente
l’erogazione del servizio elettrico ai sensi dell’art. 2, comma 12,
lettera h) , della legge 14 novembre 1995, n. 481.
L’AUTORITÀ PER
L’ENERGIA ELETTRICA E IL GAS
Nella riunione del 23 settembre
1998;
Premesso che:
l’Autorità per l’energia elettrica e il gas (di
seguito: l’Autorità ), in base al disposto dell’art. 1, comma 1, della
legge 14 novembre 1995, n. 481 é investita di funzioni di regolazione,
dei servizi di pubblica utilità dell’elettricità e del gas, al fine di
garantire, tra l’altro, la “promozione della concorrenza e
dell’efficienza”… “tenuto conto della normativa comunitaria in
materia e degli indirizzi di politica generale formulati dal
Governo”;
con lettera del 14 maggio 1998, l’Unione nazionale aziende
produttrici e consumatrici di energia elettrica ha segnalato
all’Autorità che l’Enel S.p.a. starebbe definendo rapporti
contrattuali pluriennali per la fornitura di energia elettrica ad
utenti industriali caratterizzati da elevati consumi annui di energia
elettrica e quindi possibili clienti idonei per il futuro mercato
libero ai sensi dell’art. 15 della direttiva 96/92/CE del Parlamento
europeo e del Consiglio del 19 dicembre 1996 concernente norme comuni
per il mercato interno dell’energia elettrica (nel seguito: direttiva
europea 96/92/CE);
Visto l’art.2, comma 12, lettere h) e m), della
legge 14 novembre1995, n. 481, nel quale si prevede che l’Autorità
emani direttive concernenti la produzione e l’erogazione dei servizi
da parte dei soggetti esercenti;
Visti gli articoli 1, 2 e 36 della
legge 24 aprile 1998, n. 128, contente: “Disposizioni per
l’adempimento di obblighi derivanti dalla aderenza dell’Italia alle
Comunità europee (legge comunitaria 1995-1997)”;
Visti gli articoli 3
e 5 del regolamento recante: “Disposizioni generali in materia di
svolgimento dei procedimenti per la formazione delle decisioni di
competenza dell’Autorità per l’energia elettrica e il gas, adottato
dall’Autorità con delibera 30 maggio 1997, n. 61/97”;
Vista la
delibera 21 maggio 1998, n. 49/98, con cui l’Autorità ha avviato
un’istruttoria conoscitiva sui contratti pluriennali di fornitura di
energia elettrica ad utenti con elevati consumi;
Visto il documento
dell’Autorità contenente Proposta di delibera per l’adozione di una
direttiva concernente l’erogazione del servizio elettrico ai sensi
dell’art. 2, comma 12, lettera h), della legge 14 novembre 1995, n.
481 (Prot. AU/98/178);
Considerato che l’istruttoria conoscitiva di
cui sopra, basata sull’esame della documentazione contrattuale
acquisita, ha evidenziato che più di un soggetto erogatore, già
presente nel settore ed in grado di operare nel previsto mercato
libero dell’energia elettrica ha stipulato accordi contrattuali,
ovvero formalizzato proposte contrattuali, nei confronti di utenze con
consumi tali da poter essere nella condizione di cliente idoneo ai
sensi della richiamata direttiva europea 96/92/CE, per periodi di
validità che vanno al di là delle presumibili date di apertura del
mercato elettrico;
Considerato che la suddetta istruttoria conoscitiva
ha posto in evidenza casi di applicazione di condizioni di fornitura
in violazione della vigente disciplina tariffaria sui quali saranno
condotti ulteriori approfondimenti finalizzati ad eventuali
provvedimenti di competenza dell’Autorità ;
Ritenuto che: occorra
evitare, anche mediante l’adozione da parte dell’Autorità di direttive
nei confronti dei soggetti erogatori del servizio elettrico, che si
precostituiscano situazioni di fatto o di diritto tali da creare
ostacoli all’effettiva apertura del mercato elettrico prevista dalla
richiamata direttiva europea 96/92/CE, rendendo più difficile il
conseguimento degli scopi del processo di liberalizzazione
avviato;
Delibera di adottare la seguente direttiva:
Art. 1
Definizioni
Agli effetti della presente direttiva dell’Autorità per
l’energia elettrica e il gas:
a) l’espressione “direttiva europea”
designa la direttiva 96/92/CE del Parlamento europeo e del Consiglio
del 19 dicembre 1996 concernente norme comuni per il mercato interno
dell’elettricità , pubblicata nella Gazzetta Ufficiale delle Comunità
europee n. L 27 del 30 gennaio 1997;
b) l’espressione “clienti
idonei” designa i clienti con consumi superiori ai 100 GWh all’anno su
una base di consumo per località compresa l’autoproduzione come
previsto dall’art. 19, paragrafo 3, della direttiva europea, ovvero i
clienti a cui la condizione di cliente idoneo verrà attribuita dai
decreti legislativi per l’attuazione della direttiva europea, come
previsti dall’art. 36 della legge 24 aprile 1998, n. 128.
Art. 2.
Contratti di fornitura di energia elettrica a clienti idonei
I
contratti, stipulati dopo il 30 gennaio 1997, con durata superiore
all’anno e scadenza successiva al 19 febbraio 1999, aventi ad oggetto
la fornitura di energia elettrica a clienti idonei dovranno contenere
il riconoscimento al cliente della facoltà di recesso unilaterale, con
onere di preavviso al fornitore non superiore a sei mesi.
La facoltà
di cui al precedente comma dovrà essere riconosciuta dal fornitore ai
clienti idonei per il periodo di un anno decorrente dalla data di
acquisizione di tale qualifica.
Art. 3. Disposizioni finali
La
presente direttiva viene pubblicata nella Gazzetta Ufficiale della
Repubblica italiana ed entra in vigore dalla data della pubblicazione.

Architetto.info