Architetto.info - Architetto.info | Architetto.info

CIRCOLARE 31 luglio 2001, n.67 Procedure ed adempimenti finalizzati al...

CIRCOLARE 31 luglio 2001, n.67 Procedure ed adempimenti finalizzati all'ottenimento del premio e dell'aiuto specifico su tabacco del raccolto 2001. (GU n. 208 del 7-9-2001- Suppl. Ordinario n.225)

AGENZIA PER LE EROGAZIONI IN AGRICOLTURA

CIRCOLARE 31 luglio 2001, n. 67
Procedure ed adempimenti finalizzati all’ottenimento del premio e
dell’aiuto specifico su tabacco del raccolto 2001.

Al Ministero Politiche Agricole e Forestali
Dir.ne Gen.le delle Politiche Com.rie e
Intern.li – Div.VII – Div.FEOGA
All’A.P.T.I.
All’UNITAB
Alla COLDIRETTI – DIP.ECON.CO
Alla CONF.NE ITALIANA AGRICOLTORI
Alla CONFAGRICOLTURA
Alla COPAGRI
Alla F.AGR.I.
Alla CONFCOOPERATIVE FEDERAGROALIMENTARE
All’ANCA LEGA Coop
Alla Org.ne Interprof.le INTERBRIGHT
Alla Org.ne Interprof.le INTERORIENTALI
All’Ass.ne Interprof.le Tabacco
All’E.T.I. – Ente Tabacchi Italiani
All’Ufficio Tecnico
E, P.C.:
Comando Carabinieri – Tutela Norme
Comunitarie e Agroalimentari
Oggetto: Settore Tabacco – Procedure e adempimenti per
Associazioni di produttori riconosciute e singoli produttori non
associati finalizzate all’ottenimento del premio (parte fissa e parte
variabile) e dell’aiuto specifico per il raccolto 2001.
Premessa
Il presente documento definisce gli adempimenti e le procedure
connesse alle richieste di aiuto comunitario del settore tabacco,
alle quali le Associazioni di produttori riconosciute ed i singoli
produttori non associati, dovranno attenersi per beneficiare
dell’aiuto stesso.
I riferimenti normativi comunitari sono quelli dei Regolamenti nn.
2075/92, 1636/98, 2848/98, 2162/99, 531/2000, 909/2000 e 1249/2000.
Il presente documento tiene conto, altresi’, di quanto disposto
dalle circolari MIPAF nn. 167/G-1 del 2 marzo 1999 e 72/G-1 del
24.05.2000.
Disposizioni generali
Il versamento dei premi, per il raccolto 2001, sara’ effettuato
dall’AGEA ai produttori associati, per il tramite delle Associazioni
di produttori, preventivamente riconosciute, ovvero ai produttori
singoli non associati, direttamente.
In particolare l’AGEA, calcolato l’ammontare dei premi dovuti
sulla base del peso netto di tabacco consegnato e ammesso a premio,
corrispondera’ alle Associazioni riconosciute:
La parte fissa del premio
La parte variabile del premio
L’aiuto specifico
ai singoli produttori non associati:
Esclusivamente, la parte fissa del premio.
Per i produttori soci, le associazioni devono provvedere, entro il
termine massimo di trenta giorni dalla data di accredito delle somme
liquidate dall’AGEA, a versare integralmente gli importi spettanti a
ciascun produttore senza detrarre o comunque recuperare alcuna somma
eventualmente dovuta dal produttore all’Associazione stessa.
L’A.G.E.A., ai fini della determinazione della data effettiva di
accredito delle somme spettanti all’Associazione quale prezzo e ai
singoli produttori associati e non associati, quale premio e prezzo,
prendera’ in considerazione esclusivamente la data della disposizione
impartita all’Istituto di Credito che effettua la liquidazione e, si
precisa, altresi’, che la valuta a favore del beneficiario dovra’
essere quella della stessa disposizione di pagamento.
Le associazioni devono inoltre versare gli importi spettanti ai
soci esclusivamente tramite bonifico bancario e/o postale, su c/c e/o
libretto intestato al produttore. A tale riguardo il produttore e’
tenuto a comunicare tempestivamente all’Associazione, i riferimenti
bancari o postali per beneficiare dell’aiuto.
Gli importi del premio e del prezzo spettanti all’Associazione
devono confluire in un conto corrente unico che deve essere
utilizzato in modo esclusivo per il successivo accredito degli
importi spettanti ai soci.
L’associazione puo’ utilizzare piu’ conti correnti a livello di
gruppo varietale e/o di singolo contratto, fermo restando la
disposizione principale descritta al precedente capoverso.
In pratica non e’ consentito alle Associazioni di utilizzare tali
conti per accreditare proprie somme e concedere, in relazione ad
esse, anticipazioni ai soci.
L’associazione versa esclusivamente il premio ai produttori
intestatari di quota di produzione. E’ tassativamente escluso,
pertanto, il versamento del premio ad organismi intermedi quali
cooperative e associazioni non riconosciute ai quali l’AGEA non abbia
attribuito quote di produzione.
L’associazione e’ tenuta ad inserire a sistema tutte le consegne,
comprensive dei quantitativi oggetto di compensazione orizzontale e
verticale, entro il 15 maggio dell’anno successivo a quello del
raccolto di cui trattasi, al fine di permettere all’A.G.E.A. di
comunicare ai Servizi della Comunita’ i quantitativi ammessi
definitivamente a premio.
L’associazione e’ tenuta alla conservazione di tutta la
documentazione tecnico/contabile prevista dalla normativa in vigore,
a supporto della correttezza delle operazioni effettuate verso i
propri soci.
Nei casi in cui l’Impresa di trasformazione firmataria del
contratto sia oggetto di procedura/sentenza di fallimento o procedura
equivalente, non e’ richiesta la prova del versamento del prezzo di
acquisto.
Procedure operative
Come noto l’AGEA, a partire dal raccolto 2000, ha ristrutturato le
proprie procedure di registrazione e trasmissione dei dati, rendendo
disponibili alle associazioni di produttori riconosciute nuove
modalita’ di gestione e pertanto per le richieste di aiuto le
associazioni dovranno fare riferimento alle nuove procedure
informatizzate che l’AGEA mette a disposizione dell’utenza.
In sintesi, le procedure poste a carico delle associazioni e
dell’AGEA stessa nel trattamento dei singoli produttori non
associati, sono le seguenti per le diverse tipologie di pagamento:
Richiesta parte fissa
1. Riporto
2. Anticipo parte fissa del premio nella misura del 100%, con
presentazione di cauzione pari al 115% dell’importo da liquidare
3. Svincolo del 50% della cauzione
4. Saldo parte fissa del premio e svincolo totale della cauzione
5. Premio su consegne
6. Saldo premio su consegne
7. Compensazione verticale
Richiesta parte variabile
8. Modulazione della parte variabile
Richiesta aiuto specifico
1. Anticipo del 50% dell’aiuto specifico con cauzione pari al 115%
dell’importo da liquidare
2. Anticipo del 100 % dell’aiuto specifico con cauzione pari al
115% del premio da liquidare
3. Saldo e svincolo totale della cauzione presentata a garanzia
degli importi di aiuto specifico liquidati
4. Pagamento a consuntivo dell’aiuto specifico
1. RIPORTO
Questo tipo di pagamento e’ riferito alle consegne di tabacco
effettuate per il raccolto 2000 e ammesse all’aiuto nel raccolto
2001.
L’associazione di produttori dispone a sistema dei dati relativi
ai quantitativi di tabacco oggetto di riporto, distinti per contratto
di coltivazione.
La domanda puo’ interessare l’intero quantitativo oggetto di
riporto per un determinato contratto, o un quantitativo parziale
dello stesso nei casi in cui il riporto comprenda quantitativi
riferiti a produttori soggetti a controllo in campo.
All’atto della registrazione informatica dei dati relativi alla
domanda, il sistema, in modo automatico, determinera’ l’importo della
parte fissa del premio tenendo conto anche delle eventuali
penalizzazioni derivanti dall’esito dei controlli in campo.
Ad integrazione delle attivita’ di registrazione dei dati a
sistema, l’Associazione e’ tenuta a:
trasmettere all’AGEA la domanda di aiuto prodotta dalla stampa del
sistema (faa0rip2), corredata dai seguenti documenti, in duplice
copia ( originale e copia ):
1. Certificato della Camera di Commercio comprensivo dei
riferimenti alla normativa sull’antimafia
2. Stampa di dettaglio produttore (faa0pa93) relativa alle
consegne raccolto 2000 oggetto di riporto firmata, per assunzione di
responsabilita’, dal legale rappresentante dell’Associazione
3. Certificato antimafia rilasciato dalla Prefettura o copia della
richiesta di tale certificazione alla Prefettura con timbro
d’accettazione di quest’ultima;
4. Copia documento di riconoscimento legale rappresentante
Si precisa che, qualora il beneficiario non possieda la
documentazione relativa al Bollettino di perizia raccolto 2000 e al
bonifico del prezzo, dovra’ farne formale richiesta all’Associazione
ove il produttore era associato per il raccolto 2000. Quest’ultima e’
tenuta a fornire, anche in copia conforme all’originale, i predetti
documenti alla nuova Associazione richiedente.
corredare il fascicolo aziendale del produttore interessato a tale
pagamento con i seguenti documenti:
1. Bollettino di perizia raccolto 2000 attestante il quantitativo
fuori premio;
2. Bonifico del prezzo pagato al produttore;
Il singolo produttore non associato che ha sottoscritto un
contratto C1 dovra’ allegare alla domanda di aiuto, redatta secondo
il fac-simile RIP00 allegato, da trasmettere all’AGEA – U. O. 18, via
Palestro,81 – 00185 Roma, i seguenti documenti:
copia del documento di riconoscimento leggibile;
copia codice fiscale e P. IVA;
bollettino di perizia raccolto 2000 attestante il quantitativo di
tabac…

[Continua nel file zip allegato]

Architetto.info