Architetto.info - Architetto.info | Architetto.info

DECRETO 16 maggio 2001: Approvazione di un elenco di quattordici prog...

DECRETO 16 maggio 2001: Approvazione di un elenco di quattordici programmi, relativi a nove comuni, ammessi al contributo previsto dalla legge n. 472/1999, art. 3, commi 3 e 4. (GU n. 223 del 25-9-2001)

MINISTERO DEI LAVORI PUBBLICI

DECRETO 16 maggio 2001

Approvazione di un elenco di quattordici programmi, relativi a nove
comuni, ammessi al contributo previsto dalla legge n. 472/1999, art.
3, commi 3 e 4.

IL MINISTRO DEI LAVORI PUBBLICI
Vista la legge 23 agosto 1988, n. 400, concernente “Disciplina
dell’attivita’ di Governo ed ordinamento della Presidenza del
Consiglio dei Ministri”;
Visto l’art. 10, comma 1, lettera d), del decreto legislativo 30
luglio 1999, n. 303, con il quale sono state trasferite dalla
Presidenza del Consiglio dei Ministri al Ministero dei lavori
pubblici le competenze, le strutture, le risorse finanziarie,
materiali ed umane in materia di aree urbane;
Vista la legge 7 dicembre 1999, n. 472, art. 3, commi 3 e 4,
concernenti la realizzazione di sistemi di trasporto di massa e di
controllo telematico della circolazione e della sosta;
Vista la legge 23 dicembre 1999, n. 489, con la quale e’ stato
approvato il bilancio di previsione dello Stato per l’anno
finanziario 2000;
Visto l’art. 27 della legge 8 giugno 1990, n. 142;
Visto il protocollo d’intesa del 12 febbraio 1998 sottoscritto dal
Ministro delegato per le aree urbane e dal Ministro dei trasporti con
i sindaci interessati per l’avvio di un “Programma strategico per la
mobilita’ nelle aree metropolitane”;
Visto in particolare il punto 2) del suddetto protocollo che, nel
definire le fasi operative del programma, affida il compito di
stabilire criteri di selezione e di esprimere valutazioni per la
definizione di una prima lista nazionale di opere necessarie, in
ordine di priorita’, oltre che ai rappresentanti delle singole
citta’, ad una commissione di tecnici indicati dal Dipartimento per
le aree urbane e dal Ministero dei trasporti;
Visto il decreto ministeriale n. 324 del 18 luglio 2000 con il
quale e’ stata istituita la commissione di cui sopra;
Visto il decreto ministeriale n. 456 del 5 ottobre 2000 con il
quale e’ stato rinominato il coordinatore della citata commissione;
Visto il decreto ministeriale n. 605 del 30 novembre 2000, con il
quale e’ stata approvata la tabella nella quale sono stati
individuati i comuni ammessi al contributo, per l’importo complessivo
massimo annuo pari a L. 13,95 MLD per un numero di annualita’ pari a
10;
Vista la nota del 10 maggio 2001 con la quale la commissione ha
trasmesso al direttore generale delle aree urbane e dell’edilizia
residenziale i verbali delle riunioni, unitamente all’elenco dei
comuni ritenuti idonei per l’ammissione al contributo in relazione
alle finalita’ di cui alla legge n. 472/1999 per il “Programma
strategico della mobilita’ nelle aree metropolitane”, sulla base dei
criteri fissati nella nota 7 dicembre 2000 inviata dal direttore
generale delle aree urbane e dell’edilizia residenziale a tutti i
comuni interessati;
Decreta:
Art. 1.
E’ approvata la ripartizione che segue mediante la quale i comuni
indicati vengono ammessi al contributo complessivo massimo annuo pari
a L. 13,976 MLD per un numero di annualita’ pari a 10:
=====================================================================
Città metropolitane | Contributo annuo ammesso
=====================================================================
Torino 1°…. | 1,100
Bologna 1°…. | 1,100
Milano 1°…. | 1,100
Reggio Calabria 1°…. | 1,100
Firenze 1°…. | 1,100
Genova 1°…. | 1,100
Roma 1°…. | 1,100
Napoli 1°…. | 1,100
Palermo 1°…. | 1,100
Milano 2°…. | 0,276
Firenze 2°…. | 1,100
Napoli 2°…. | 1,100
Trieste 2°…. | 0,500
Genova 2°…. | 1,100
| ——–
Totale . . . | 13,976

Art. 2.
I comuni, al fine di pervenire alla sottoscrizione dei singoli
accordi di programma, devono presentare, entro il termine perentorio
di sessanta giorni dalla data di pubblicazione del presente decreto
nella Gazzetta Ufficiale, il progetto definitivo relativo alla
proposta oggetto del contributo.

Art. 3.
Entro e non oltre trenta giorni dalla sottoscrizione dell’accordo
di programma, i comuni devono presentare il progetto esecutivo
dell’intervento, al fine di per poter addivenire alla stipula della
relativa convenzione.

Art. 4.
Con successivo provvedimento si procedera’ all’assegnazione delle
risorse ancora disponibili, pari complessivamente a L. 2,074 annui,
per 10 annualita’.
Roma, 16 maggio 2001
Il Ministro: Nesi
Registrato alla Corte dei conti il 3 agosto 2001
Ufficio di controllo atti sui Ministeri delle infrastrutture ed
assetto del territorio, registro n. 5, foglio n. 146

Architetto.info