Architetto.info - Architetto.info | Architetto.info

Estratto del Verbale del Comitato direttivo del 20 luglio 2001. Statut...

Estratto del Verbale del Comitato direttivo del 20 luglio 2001. Statuto, Regolamento di amministrazione e Regolamento di contabilità

COMUNICATO Agenzia del territorio 21 agosto 2001(1)
Estratto del
Verbale del Comitato direttivo del 20 luglio 2001. Statuto,
Regolamento di amministrazione e Regolamento di contabilità. (Verbale
n. 26/2001)
(G.U. n. 193, 21 agosto 2001, Supplemento
Ordinario)
(1)Data della Gazzetta Ufficiale.
Comitato DIRETTIVO
DELL’Agenzia DEL TERRITORIO
Verbale n. 26
Addì 20 luglio 2001, –
omissis- si riunisce il Comitato direttivo. – Omissis- Accertata la
presenza dei componenti nel numero legale previsto per la regolarità
della seduta, – omissis – il Comitato invita il Presidente a chiedere
che gli atti fondamentali di funzionamento dell’Agenzia siano
pubblicati nella Gazzetta Ufficiale nella veresine riportata in
allegato al presente verbale, coordinata con le modifche e le
integrazioni apportate ai testi originariamente approvati con le
delibere di seguito indicate:
– Statuto: testo approvato nella
riunione del Comitato Direttivo del 13 dicembre 2000, modifiche ed
integrazioni deliberate nella riunione del medesimo organo del 19
gennaio 2001.
– Regolamento di Amministrazione: testo approvato nella
riunione del Comitato Direttivo del 5 dicembre 2000, modifiche ed
integrazioni deliberate nella riunione delmedesimo organo del 19
aprile 2001
– Regolamento di Contabilità: testo approvato nella
riunione del Comitato Direttivo del 5 dicembre 2000, modifiche ed
integrazioni deliberate nella riunione del medesimo organo del 12
febbraio 2001. – Omissis –
Statuto
Testo deliberato nella riunione del
Comitato Direttivo del 13 dicembre 2000, coordinato con le modifiche
ed integrazioni deliberate nella riunione del Comitato Direttivo del
19 gennaio 2001.
Art. 1
Agenzia del territorio
1. L’Agenzia del
territorio, di seguito denominata Agenzia, istituita ai sensi
dell’articolo 57 del decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 300, di
seguito denominato decreto istitutivo, ha personalità giuridica di
diritto pubblico ed è dotata di autonomia regolamentare,
amministrativa, patrimoniale, organizzativa, contabile e
finanziaria.
2. L’Agenzia è sottoposta all’alta vigilanza del Ministro
delle finanze e al controllo della Corte dei conti che lo esercita
secondo le modalità previste dalla legge.
3. L’attività dell’Agenzia è
regolata dal decreto istitutivo, dalle norme del presente Statuto e
dalle norme regolamentari emanate nell’esercizio della propria
autonomia.
4. L’Agenzia ha la sua sede centrale in Roma.
Art. 2
Fini
istituzionali
1. L’Agenzia svolge tutte le funzioni ed i compiti
statali ad essa attribuiti dalla legge in materia di catasto, di
servizi geotopocartografici e di conservazione dei registri
immobiliari; costituisce l’Anagrafe integrata dei beni immobiliari
esistenti sul territorio nazionale; assicura l’integrazione delle
attività statali in materia con quelle attribuite agli enti locali. A
tali fini, l’Agenzia assicura ai soggetti interessati l’accesso più
semplice alle informazioni ed ai dati promuovendo, a livello
nazionale, l’interscambio e la disponibilità di dati catastali
aggiornati in collegamento con le anagrafi territoriali costituite
presso gli enti locali, curando l’adeguamento delle metodologie e dei
criteri estimativi e il miglioramento del sistema di pubblicità
immobiliare, nel rispetto dei principi di legalità, imparzialità e
trasparenza e secondo criteri di efficienza, economicità ed
efficacia.
2. L’Agenzia assicura i servizi di competenza statale
relativi al catasto, i servizi geotopocartografici e quelli relativi
alla conservazione dei registri immobiliari; gestisce l’Osservatorio
del mercato immobiliare, servizi estimativi, nonché altri servizi
tecnici, già di competenza del Dipartimento del Territorio.
3.
L’Agenzia supporta il trasferimento delle funzioni catastali agli enti
locali; costituisce l’organismo tecnico di cui all’articolo 67 del
decreto legislativo 31 marzo 1998, n. 112, svolgendo i compiti dallo
stesso previsti; può gestire, sulla base di apposite convenzioni
stipulate con i comuni o, se delegate, con associazioni di comuni e
comunità montane, i servizi relativi alla conservazione, utilizzazione
e aggiornamento del catasto di competenza comunale.
4. L’Agenzia
assicura il supporto alle attività del Ministero delle finanze e la
collaborazione con le altre Agenzie fiscali e con gli altri enti o
organi che comunque esercitano funzioni in settori della fiscalità di
competenza statale.
5. L’Agenzia presta la propria collaborazione,
secondo gli indirizzi impartiti dal Ministro, alle istituzioni
dell’Unione europea e svolge i compiti necessari per l’adempimento,
nelle materie di competenza, degli obblighi internazionali assunti
dallo Stato; promuove ogni utile rapporto con i corrispondenti
organismi internazionali.
Art. 3
Federalismo fiscale
1. L’Agenzia, nel
perseguimento dei propri fini istituzionali, assicura la
collaborazione con il sistema delle autonomie locali, nel rispetto
delle funzioni e dei compiti spettanti alle regioni e agli enti
locali, secondo i principi del federalismo fiscale.
2. L’Agenzia
promuove e fornisce servizi alle regioni ed agli enti locali per la
gestione dei servizi nelle materie di sua competenza, stipulando
apposite convenzioni e articolando la propria organizzazione
periferica in modo da favorire lo svolgimento delle attività di
collaborazione e di supporto alle regioni e agli enti locali.
3.
L’Agenzia stabilisce forme e strumenti di collaborazione e reciproca
informazione con il sistema delle autonomie locali, anche ai fini
della determinazione dei contenuti della convenzione di cui
all’articolo 59 del decreto istitutivo e del perseguimento dei
risultati previsti dalla convenzione stessa.
Art. 4
Attribuzioni
1.
L’Agenzia, nel perseguimento della propria missione e dei propri scopi
istituzionali, esercita, in particolare, le seguenti funzioni ed
attribuzioni:
a) gestione dell’Anagrafe integrata dei beni
immobiliari;
b) attività catastali di competenza dello Stato,
assicurando l’unitarietà ed il coordinamento operativo del sistema, lo
sviluppo di metodologie e criteri uniformi di rilevazione, stima e
classificazione, la regolarità dei flussi informativi ed il relativo
controllo qualità;
c) servizi geotopocartografici, assicurando le
attività di rilevazione e di diffusione, anche individuando le
metodologie generali per l’esecuzione;
d) servizi di pubblicità
immobiliare e di conservazione dei registri immobiliari, semplificando
l’accesso alle informazioni;
e) gestione dell’Osservatorio del
mercato immobiliare e di servizi estimativi che può offrire sul
mercato;
f) fornitura di servizi, consulenze e collaborazioni nelle
materie di competenza, a soggetti pubblici e privati, sulla base di
disposizioni di legge, di rapporti convenzionali e contrattuali;
g)
promozione e partecipazione ai consorzi e alle società previsti
dall’articolo 59, comma 5, del decreto istitutivo;
h) assistenza agli
utenti;
i) riscossione dei tributi di competenza e relativo
controllo;
l) gestione del contenzioso e dei procedimenti di
volontaria giurisdizione.
2. Nell’esercizio delle proprie funzioni ed
attribuzioni, l’Agenzia promuove lo sviluppo di un sistema di
conoscenze integrato sul territorio e assicura la disponibilità di
informazioni certe e aggiornate.
Art. 5
Organi
1. Ai sensi
dell’articolo 67 del decreto istitutivo, gli organi dell’Agenzia sono:

a) il Direttore dell’Agenzia;
b) il Comitato direttivo;
c) il
Collegio dei revisori dei conti.
2. Il Direttore dell’Agenzia,
nominato con le modalità di cui all’articolo 67, comma 2 del decreto
istitutivo, resta in carica per cinque anni. L’incarico, che comporta
un rapporto di lavoro subordinato con l’Agenzia, è incompatibile con
altri rapporti di lavoro subordinato pubblico o privato o di lavoro
autonomo, nonché con qualsiasi altra attività professionale pubblica o
privata e con qualsiasi attività, anche occasionale, che possa entrare
in conflitto con gli scopi e i compiti dell’Agenzia.
3. Il Comitato
direttivo è nominato per la durata di cinque anni, secondo le modalità
stabilite dall’articolo 67, comma 3, del decreto istitutivo ed è
composto, oltre che dal Direttore dell’Agenzia che lo presiede, da sei
membri, tre dei quali sono nominati in quanto dirigenti dell’Agenzia
preposti a strutture di vertice centrali e periferiche, quali
risultano dal Regolamento di amministrazione o, comunque, operanti nei
principali settori dell’Agenzia. Il Comitato è integrato da due membri
nominati su designazione della conferenza Stato-città ed autonomie
locali, secondo quanto previsto dall’articolo 64, comma 4. Con le
medesime modalità si procede anche alla sostituzione dei singoli
componenti cessati per qualsiasi causa dall’incarico, inclusa la
sostituzione dei componenti che cessano dagli incarichi dirigenziali
in base ai quali sono stati scelti.
4. Le incompatibilità sancite
dall’articolo 67, comma 2 e comma 5, del decreto istitutivo operano a
partire dalla data fissata con il decreto ministeriale di cui
all’articolo 73, comma 4, del decreto istitutivo; dalla stessa data
decorre il rapporto di lavoro di cui al comma 2 del presente
articolo.
5. Il Collegio dei revisori dei conti è nominato per la
durata di cinque anni, ai sensi dell’articolo 67, comma 4, del decreto
istitutivo ed è composto dal presidente, da due membri effettivi e due
supplenti iscritti al registro dei revisori contabili. I membri del
Collegio dei revisori possono essere confermati una sola volta. Ai
membri del Collegio si applica l’articolo 2399 del codice civile.
6. I
compensi dei componenti degli organi collegiali sono stabiliti con
decreto del Ministro delle finanze, di concerto con il Ministro del
tesoro, del bilancio e della programmazione economica e sono posti a
carico del bilancio dell’Agenzia.
Art. 6
Attribuzioni del Direttore
1.
Il Direttore è il legale rappresentante dell’Agenzia, la dirige e ne è
responsabile. Il Direttore svolg…

[Continua nel file zip allegato]

Architetto.info