Architetto.info - Architetto.info | Architetto.info

DECRETO-LEGGE 1 ottobre 2001, n.355: Interventi in materia di accise ...

DECRETO-LEGGE 1 ottobre 2001, n.355: Interventi in materia di accise sui prodotti petroliferi. (GU n. 228 del 1-10-2001)

DECRETO-LEGGE 1 ottobre 2001, n.355

Interventi in materia di accise sui prodotti petroliferi.

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

Visti gli articoli 77 e 87 della Costituzione;
Ritenuta la straordinaria necessita’ ed urgenza di operare alcuni
interventi in materia di accise sui prodotti petroliferi, al fine di
compensare le variazioni dell’incidenza sui prezzi al consumo
derivanti dall’andamento dei prezzi internazionali del petrolio, e,
per l’effetto, avvantaggiare non solo il comune cittadino ma anche le
imprese che utilizzano tale combustibile per il funzionamento delle
proprie attivita’, agevolando quindi la ripresa dell’economia e
dell’occupazione;
Vista la deliberazione del Consiglio dei Ministri, adottata nella
riunione del 27 settembre 2001;
Sulla proposta del Presidente del Consiglio dei Ministri, del
Ministro dell’economia e delle finanze e del Ministro delle attivita’
produttive, di concerto con i Ministri delle politiche agricole e
forestali e delle infrastrutture e dei trasporti;

E m a n a

il seguente decreto-legge:
Art. 1.
Riduzione delle aliquote delle accise sui prodotti petroliferi

1. Dal 1 ottobre 2001 l’aliquota della benzina e’ pari a quella
della benzina senza piombo.
2. Le aliquote di accisa sui prodotti petroliferi indicati
nell’articolo 24, comma 1, della legge 23 dicembre 2000, n. 388, sono
prorogate, fino al 31 ottobre 2001, nelle misure ivi fissate, e le
sole aliquote di accisa sulle emulsioni stabilizzate di cui
all’articolo 24, comma 1, lettera d), della legge 23 dicembre 2000,
n. 388, restano ulteriormente prorogate fino al 31 dicembre 2001.
3. Nel periodo 1 ottobre 2001-31 dicembre 2001, e’ consentita
l’immissione al consumo di benzina avente contenuto di piombo
compreso tra 150 e 5 mg/litro, attraverso il sistema distributivo
della benzina con piombo, mantenendo inalterata la definizione
commerciale di benzina super e garantendo la necessaria informazione
ai consumatori. Il cambio di destinazione d’uso dei serbatoi e delle
colonnine d’erogazione dalla benzina con piombo alla benzina senza
piombo non comporta alcun adempimento amministrativo a carico dei
titolari delle autorizzazioni.

Art. 2.
Sospensione dell’aumento annuale delle aliquote di accisa sugli oli
minerali

1. Per l’anno 2001 non si fa luogo all’emanazione del decreto del
Presidente del Consiglio dei Ministri previsto dall’articolo 8, comma
5, della legge 23 dicembre 1998, n. 448, con il quale sono stabiliti
gli aumenti intermedi delle aliquote delle accise sugli oli minerali,
sul carbone, sul coke di petrolio, sull'”orimulsion”, nonche’ sulle
emulsioni stabilizzate di cui all’articolo 24, comma 1, lettera d),
della legge 23 dicembre 2000, n. 388, occorrenti per il
raggiungimento progressivo della misura delle aliquote decorrenti dal
1 gennaio 2005.

Art. 3.
Aliquota di accisa sul gasolio utilizzato nelle serre

1. Per il periodo dal 1 ottobre 2001 al 31 dicembre 2001 il gasolio
utilizzato nelle coltivazioni sotto serra e’ esente da accisa. Per le
modalita’ di erogazione del beneficio, si applicano le disposizioni
contenute nel decreto del Ministro delle finanze 11 dicembre 2000, n.
375, adottato ai sensi dell’articolo 1, comma 4, del decreto-legge
15 febbraio 2000, n. 21, convertito dalla legge 14 aprile 2000, n.
92.

Art. 4.
Aliquota di accisa sul gas metano per combustione per uso industriale

1. A decorrere dal 1 ottobre 2001 e fino al 31 dicembre 2001,
l’accisa sul gas metano, prevista nell’allegato I al testo unico
delle disposizioni legislative concernenti le imposte sulla
produzione e sui consumi e relative sanzioni penali e amministrative,
emanato con decreto legislativo 26 ottobre 1995, n. 504, e successive
modificazioni, e’ ridotta del 40 per cento per gli utilizzatori
industriali, termoelettrici esclusi, con consumi superiori a
1.200.000 metri cubi per anno.

Art. 5.
Agevolazioni sul gasolio e sul GPL impiegati nelle zone montane ed in
altri specifici territori nazionali

1. Per il periodo dal 1 ottobre 2001 al 31 dicembre 2001,
l’ammontare della riduzione minima di costo prevista dall’articolo 8,
comma 10, lettera c), della legge 23 dicembre 1998, n. 448, e
successive modificazioni, e’ aumentato di lire 50 per litro di
gasolio usato come combustibile per riscaldamento e di lire 50 per
chilogrammo di gas di petrolio liquefatto.

Art. 6.
Agevolazione per le reti di teleriscaldamento alimentate con biomassa
ovvero con energia geotermica

1. Per il periodo dal 1 ottobre 2001 al 31 dicembre 2001,
l’ammontare dell’agevolazione fiscale con credito d’imposta prevista
dall’articolo 8, comma 10, lettera f), della legge 23 dicembre 1998,
n. 448, e successive modificazioni, e’ aumentato di lire 30 per ogni
chilowattora (Kwh) di calore fornito.

Art. 7.
Disposizione concernente il settore del gas metano

1. Le tariffe T1 e T2 previste dal provvedimento CIP n. 37 del
26 giugno 1986 restano in vigore, ai soli fini fiscali, fino al
31 dicembre 2001.

Art. 8.
Agevolazione sul gasolio per autotrazione impiegato dagli
autotrasportatori

1. Nell’articolo 25, comma 1, della legge 23 dicembre 2000, n. 388,
le parole: “di lire 100.000 per mille litri di prodotto” sono
sostituite dalle seguenti: “della misura determinata con riferimento
al 31 dicembre 2000”.
2. All’articolo 25, comma 3, della legge 23 dicembre 2000, n. 388,
sono apportate le seguenti modifiche:
a) le parole: “Con decreto del Ministro delle finanze, di
concerto con il Ministro del tesoro, del bilancio e della
programmazione economica” sono sostituite dalle seguenti: “Con
decreto del Ministro dell’economia e delle finanze”;
b) le parole: “20 luglio 2001” sono sostituite dalle seguenti:
“10 ottobre 2001”;
c) le parole: “a decorrere dal 30 giugno 2001, l’aliquota di cui
al comma 1, in modo da compensare l’aumento” sono sostituite dalle
seguenti: “per il periodo dal 1 gennaio 2001 al 30 giugno 2001, la
riduzione di cui al comma 1, al fine di compensare la variazione”;
d) le parole: “Ministero dell’industria, del commercio e
dell’artigianato” sono sostituite dalle seguenti: “Ministero delle
attivita’ produttive”.
3. Nell’articolo 25, comma 4, della legge 23 dicembre 2000, n. 388,
sono apportate le seguenti modifiche:
a) le parole: “31 agosto 2001” sono sostituite dalle seguenti:
“31 ottobre 2001”;
b) le parole: “del Dipartimento delle dogane e delle imposte
indirette” sono sostituite dalle seguenti: “dell’Agenzia delle
dogane”;
c) le parole: “con l’osservanza delle modalita’ stabilite con il”
sono sostituite dalle seguenti: “secondo le modalita’ e con gli
effetti previsti dal”.
4. Nell’articolo 1, comma 5, del decreto-legge 30 giugno 2001, n.
246, convertito, con modificazioni, dalla legge 4 agosto 2001, n.
330, sono apportate le seguenti modifiche:
a) le parole: “30 settembre 2001” sono sostituite dalle seguenti:
“31 dicembre 2001”;
b) le parole: “di lire 100.000 per mille litri di prodotto” sono
sostituite dalle seguenti: “della misura determinata con riferimento
al 30 giugno 2001”.
5. Nell’articolo 1, comma 7, del decreto-legge 30 giugno 2001, n.
246, convertito, con modificazioni, dalla legge 4 agosto 2001, n.
330, sono apportate le seguenti modifiche:
a) le parole: “31 ottobre 2001” sono sostituite dalle seguenti:
“31 gennaio 2002”;
b) le parole: “30 settembre 2001” sono sostituite dalle seguenti:
“31 dicembre 2001”;
c) le parole: “in modo da” sono sostituite dalle seguenti: “al
fine di”;
d) la parola: “trimestre” e’ sostituita dalla seguente:
“semestre”.
6. Nell’articolo 1, comma 8, del decreto-legge 30 giugno 2001, n.
246, convertito, con modificazioni, dalla legge 4 agosto 2001, n.
330, sono apportate le seguenti modifiche:
a) le parole: “30 novembre 2001” sono sostituite dalle seguenti:
“28 febbraio 2002”;
b) le parole: “con l’osservanza delle modalita’ stabilite con il”
sono sostituite dalle seguenti: “secondo le modalita’ e con gli
effetti previsti dal”.
7. Nell’articolo 2, comma 1, del decreto-legge 26 settembre 2000,
n. 265, convertito, con modificazioni, dalla legge 23 novembre 2000,
n. 343, le parole: “con l’osservanza delle modalita’ stabilite con
il” sono sostituite dalle seguenti: “secondo le modalita’ e con gli
effetti previsti dal”.

Art. 9.
Norma di copertura

1. All’articolo 148 della legge 23 dicembre 2000, n. 388, dopo il
comma 2 e’ inserito il seguente:
“2-bis. Limitatamente all’anno 2001, le entrate di cui al comma 1
sono destinate alla copertura dei maggiori oneri derivanti dalle
misure antinflazionistiche dirette al contenimento dei prezzi dei
prodotti petroliferi.”.
2. Agli oneri recati dal presente decreto, valutati in lire 311
miliardi per l’anno 2001 ed in lire 373 miliardi per l’anno 2002, si
provvede mediante utilizzo di parte delle entrate di cui all’articolo
148 della legge 23 dicembre 2000, n. 388, come modificato dal comma
1. A tale fine, una quota delle predette entrate, pari a lire 373
miliardi, e’ riassegnata allo stato di previsione del Ministero
dell’economia e delle finanze per essere utilizzata …

[Continua nel file zip allegato]

Architetto.info