Architetto.info - Architetto.info | Architetto.info

DECRETO 19 settembre 2001: Riparto del Fondo nazionale speciale per gl...

DECRETO 19 settembre 2001: Riparto del Fondo nazionale speciale per gli investimenti per l'esercizio finanziario 2001. (GU n. 253 del 30-10-2001)

MINISTERO DELL’INTERNO

DECRETO 19 settembre 2001

Riparto del Fondo nazionale speciale per gli investimenti per
l’esercizio finanziario 2001.

IL DIRETTORE GENERALE
dell’Amministrazione civile

Visto l’art. 1, comma 7 del decreto legislativo 30 giugno 1997, n.
244, concernente: “Riordino del sistema dei trasferimenti erariali
agli enti locali”, con il quale e’ stato attivato il Fondo nazionale
speciale per gli investimenti con i proventi di competenza dello
Stato derivanti dall’applicazione della legge 31 ottobre 1973, n.
637;
Considerato che l’art. 7, comma 1, del citato decreto legislativo,
ha destinato detto Fondo prioritariamente al finanziamento degli
investimenti destinati alla realizzazione di opere pubbliche nel
territorio degli enti locali i cui organi sono stati sciolti ai sensi
dell’art. 15-bis della legge 19 marzo 1990, n. 55, come integrato dal
decreto-legge 31 maggio 1991, n. 164, convertito, con modificazioni,
dalla legge 22 luglio 1991, n. 221, e degli enti in gravissime
condizioni di degrado;
Richiamato il decreto ministeriale datato 25 luglio 2000
(registrato alla Corte dei conti il 21 agosto 2000) con il quale,
fissati i parametri obiettivi volti ad individuare gli enti in
gravissime condizioni di degrado, e’ stato stabilito che sono ammessi
a beneficiare dei contributi in conto capitale sul Fondo nazionale
speciale per gli investimenti, le amministrazioni provinciali ed i
comuni che abbiano riportato nel calcolo del degrado un indice
sintetico superiore a 9 con indici singoli uguali o superiori a 5,
fatta eccezione per gli indici delle abitazioni non occupate per 100
occupate e del numero medio di componenti per famiglia;
Considerato altresi’ che, ai sensi dell’art. 2 del richiamato
decreto ministeriale, la quota del 30% del Fondo nazionale speciale
per gli investimenti e’ destinata agli enti locali la cui popolazione
residente secondo il censimento ISTAT del 1998, non superi i 3.000
abitanti che, a prescindere dalla graduatoria formata sulla base
delle condizioni di degrado di cui al precedente capo della presente
premessa, si trovino nella inderogabile necessita’ di finanziare
interventi urgenti di preminente interesse locale per la
realizzazione di opere pubbliche, i cui oneri non siano
fronteggiabili dai medesimi enti con risorse proprie o autonomamente
reperibili;
Sentita, ai sensi dell’art. 7, comma 2, del decreto legislativo n.
244/1997 la Conferenza Stato-citta’ ed autonomie locali;
Decreta:
Il Fondo nazionale speciale per gli investimenti dell’anno 2000 e’
cosi’ ripartito:
1. agli enti locali i cui organi sono stati sciolti ai sensi
dell’art. 15-bis della legge 19 marzo 1990, n. 55, come integrato dal
decreto-legge 31 maggio 1991, n. 164, convertito, con modificazioni,
dalla legge 22 luglio 1991, n. 221, di seguito elencati e per gli
importi a fianco specificati:

=====================================================================
Comuni | Provincia | Finanziamento concesso
=====================================================================
Pignataro Maggiore…. | Caserta | 600.000.000
Poggiomarino…. | Napoli | 900.000.000
Calatabiano…. | Catania | 650.000.000
Calatabiano…. | Catania | 300.000.000
Calatabiano…. | Catania | 150.000.000
San Luca…. | Reggio Calabria | 100.000.000
San Luca…. | Reggio Calabria | 500.000.000
San Luca…. | Reggio Calabria | 400.000.000

2. agli enti locali in gravissime condizioni di degrado di
seguito elencati e per gli importi a fianco specificati:

=====================================================================
Comuni | Provincia | Finanziamento concesso
=====================================================================
Pompu…. | Oristano | 300.000.000
Pompu…. | Oristano | 400.000.000
Torrioni…. | Avellino | 310.000.000
Statte…. | Taranto | 600.000.000
Trevico…. | Avellino | 300.000.000
Piscinas…. | Cagliari | 250.000.000
Barrali…. | Cagliari | 500.000.000
Maierato…. | Vibo Valentia | 500.000.000
Oschiri…. | Sassari | 500.000.000
Mirabella Imbaccari…. | Catania | 310.212.000
San Vitaliano…. | Napoli | 600.000.000
Segariu…. | Cagliari | 120.000.000
Baselice…. | Benevento | 500.000.000
Calvera…. | Potenza | 300.000.000
Furtei…. | Cagliari | 700.000.000
Taurasi…. | Avellino | 600.000.000
Cercola…. | Napoli | 700.000.000
Contrada…. | Avellino | 250.000.000
Campolattaro…. | Benevento | 350.000.000
Campolattaro…. | Benevento | 40.000.000
Siurgus Donigala…. | Cagliari | 700.000.000
San Calogero…. | Vibo Valentia | 700.000.000
San Calogero…. | Vibo Valentia | 450.000.000
Teora…. | Avellino | 120.000.000
Salandra…. | Matera | 220.000.000
Salandra…. | Matera | 160.000.000
Perito…. | Salerno | 600.000.000
Rombiolo…. | Vibo Valentia | 400.000.000
Laterza…. | Taranto | 401.528.000

3. agli enti locali di seguito elencati e secondo gli importi
indicati, per interventi urgenti di preminente interesse locale per
la realizzazione di opere pubbliche, i cui oneri non siano
diversamente fronteggiabili dagli enti locali richiedenti con altre
risorse:

=====================================================================
Comuni | Provincia |Finanziamento concesso
=====================================================================
Acquacanina…. | Macerata | 200.000.000
Allerona…. | Terni | 100.000.000
Banzi…. | Potenza | 200.000.000
Bardineto…. | Savona | 150.000.000
Borgiallo…. | Torino | 200.000.000
Borgolavezzaro…. | Novara | 200.000.000
Castelfranco di Sopra | Arezzo | 100.000.000
Chitignano…. | Arezzo | 150.000.000
Civitella d’Agliano…. | Viterbo | 190.000.000
Colle San Magno…. | Frosinone | 200.000.000
Danta di Cadore…. | Belluno | 26.000.000
Danta di Cadore…. | Belluno | 84.000.000
Felonica…. | Mantova | 65.000.000
Forano…. | Rieti | 150.000.000
Forino…. | Avellino | 250.000.000
Francavilla d’Ete…. | Ascoli Piceno | 100.000.000
Frassineto Po…. | Alessandria | 200.000.000
Giuliano Teatino…. | Chieti | 100.000.000
Grimaldi…. | Cosenza | 198.798.000
Gualtieri Sicaminò…. | Messina | 200.000.000
Mazzano Romano…. | Roma | 50.000.000
Mendatica…. | Imperia | 170.000.000
Milo…. | Catania | 150.000.000
Montalto Ligure…. | Imperia | 180.000.000
Montemignaio…. | Arezzo | 300.000.000
Ortignano Raggiolo…. | Arezzo | 50.000.000
Pescopennataro…. | Isernia | 100.000.000
Pescorocchiano…. | Rieti | 127.233.000
Poggioreale…. | Trapani | 150.000.000
Portico e San Benedetto…. | Forlì | 150.000.000
Premosello…. | Verbania | 70.000.000
Quarna Sopra…. | Verbania | 24.000.000
Rasura…. | Sondrio | 150.000.000
Roccavivara…. | Campobasso | 200.000.000
San Mauro La Bruca…. | Salerno | 150.000.000
Sant’Angelo a Scala…. | Avellino | 300.000.000
Savoia di Lucania…. | Potenza | 200.000.000
Scagnello…. | Cuneo | 100.000.000
Scandriglia…. | Rieti | 100.000.000
Sestino…. | Arezzo | 100.000.000
Sovramonte…. | Belluno | 150.000.000
Triora…. | Imola | 200.000.000
Uggiano La Chiesa…. | Lecce | 300.000.000
Villavallelonga…. | L’Aquila | 100.000.000

4. l’onere complessivo di L. 22.116.771.000 e’ imputato a carico
dei fondi del capitolo 7235 dello stato di previsione della spesa del
Ministero dell’interno per l’anno 2000;
5. i contributi sop…

[Continua nel file zip allegato]

Architetto.info