Architetto.info - Architetto.info | Architetto.info

DELIBERAZIONE 10 ottobre 2001: Offerta Wholesale di linee affittate da...

DELIBERAZIONE 10 ottobre 2001: Offerta Wholesale di linee affittate da parte della societa' Telecom Italia S.p.a. (Deliberazione n. 393/01/CONS). (GU n. 259 del 7-11-2001)

AUTORITA’ PER LE GARANZIE NELLE COMUNICAZIONI

DELIBERAZIONE 10 ottobre 2001

Offerta Wholesale di linee affittate da parte della societa’ Telecom
Italia S.p.a. (Deliberazione n. 393/01/CONS).

L’AUTORITA’ PER LE GARANZIE NELLE COMUNICAZIONI
Nella sua riunione di consiglio del 10 ottobre 2001;
Vista la legge 31 luglio 1997, n. 249, recante “Istituzione
dell’Autorita’ per le garanzie nelle comunicazioni e norme sui
sistemi delle telecomunicazioni e radiotelevisivo”, pubblicata nella
Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana del 25 agosto 1997, n.
197;
Vista la legge 14 novembre 1995, n. 481, recante “Norme per la
concorrenza e la regolazione dei servizi di pubblica utilita’.
Istituzione delle Autorita’ di regolazione dei servizi di pubblica
utilita’”, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica
italiana del 18 novembre 1995, n. 270;
Vista la direttiva 92/44/CEE del Consiglio del 5 giugno 1992,
sull’applicazione della fornitura di una rete aperta (Open Network
Provision – ONP) alle linee affittate, pubblicata nella Gazzetta
ufficiale delle Comunita’ europee del 19 giugno 1992, serie L n. 165;
Visto il decreto legislativo 2 maggio 1994, n. 289, di attuazione
della direttiva 92/44/CEE, concernente l’applicazione della fornitura
di una rete aperta di telecomunicazioni (ONP) alle linee affittate,
pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana del 16
maggio 1994, n. 112;
Visto il decreto del Presidente della Repubblica 19 settembre 1997,
n. 318, recante il regolamento per l’attuazione di direttive
comunitarie nel settore delle telecomunicazioni, pubblicata nella
Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana del 22 settembre 1997,
n. 221;
Visto il decreto del Presidente della Repubblica 11 gennaio 2001,
n. 77, recante il regolamento di attuazione delle direttive 97/51/CE
e 98/10/CE, in materia di telecomunicazioni, pubblicata nella
Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana del 29 marzo 2001, n.
74;
Vista la direttiva 97/51/CE del Parlamento europeo e del Consiglio
del 6 ottobre 1997, che modifica le direttive 90/387/CEE e 92/44/CEE
per adeguarle al contesto concorrenziale delle telecomunicazioni
pubblicata nella Gazzetta Ufficiale delle Comunita’ europee del 26
ottobre 1997, serie L n. 295;
Vista la decisione 98/80/CE della Commissione del 7 gennaio 1998,
che modifica l’allegato II della direttiva 92/44/CEE del Consiglio
pubblicata nella Gazzetta Ufficiale delle Comunita’ europee del 20
gennaio 1998, serie L n. 14;
Vista la propria delibera n. 66/98, recante “Autorizzazione alla
Telecom Italia in relazione all’offerta di circuiti diretti”,
pubblicata nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana del 10
novembre 1998, n. 263;
Vista la propria delibera n. 101/99, recante “Condizioni economiche
di offerta del servizio di telefonia vocale alla luce dell’evoluzione
di meccanismi concorrenziali”, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale
della Repubblica italiana del 5 luglio 1999, n. 155;
Vista la propria delibera n. 197/99, recante “Identificazione di
organismi di telecomunicazioni aventi notevole forza di mercato”,
pubblicata nel bollettino ufficiale dell’Autorita’ n. 1/1999;
Vista la propria delibera n. 2/00/CIR, recante “Linee guida per
l’implementazione dei servizi di accesso disaggregato a livello di
rete locale e disposizioni per la promozione della diffusione dei
servizi innovativi”, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale della
Repubblica italiana del 28 marzo 2000, n. 73;
Vista la propria delibera n. 389/00/CONS, recante “Determinazioni
di condizioni economiche per l’offerta di linee affittate da parte
della societa’ Telecom Italia S.p.a.”, pubblicata nella Gazzetta
Ufficiale della Repubblica italiana del 20 luglio 2000, n. 168;
Vista la propria delibera n. 10/00/CIR, recante “Valutazione e
richiesta di modifica dell’offerta di interconnessione di riferimento
di Telecom Italia 2000”, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale della
Repubblica italiana del 2 novembre 2000, n. 256;
Vista la propria delibera n. 711/00/CONS, recante “Nuove condizioni
economiche per l’offerta di linee affittate da parte della societa’
Telecom Italia S.p.a.”,pubblicata nella Gazzetta Ufficiale della
Repubblica italiana del 24 novembre 2000, n. 275, supplemento
ordinario n. 193;
Vista la propria delibera n. 15/00/CIR, recante “Condizioni
economiche e modalita’ di fornitura del servizio di canale virtuale
permanente di cui all’art. 5 della delibera n. 2/00/CIR: principi
generali e applicazioni specifiche in relazione ai servizi
commerciali X-DSL di Telecom Italia denominati ring e full business
company”, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica
italiana del 22 gennaio 2001, n. 17;
Vista la propria delibera n. 89/01/CONS, recante “Consultazione
pubblica finalizzata a valutare l’opportunita’ di disporre di
un’offerta “wholesale di linee affittate da parte della societa’
Telecom Italia S.p.a. dedicata agli operatori licenziatari ed,
eventualmente, agli operatori autorizzati”, pubblicata nella Gazzetta
Ufficiale della Repubblica italiana del 27 febbraio 2001, n. 48;
Vista la propria delibera n. 3/01/CIR, recante “Integrazione
dell’art. 5, comma 1, della delibera n. 2/00/CIR al fine di estendere
ai soggetti titolari di autorizzazioni generale l’accesso all’offerta
wholesale del servizio di canale virtuale permanente”, pubblicata
nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana dell’8 marzo 2001,
n. 56;
Vista la propria delibera n. 4/01/CIR, recante “Valutazione della
proposta di adempimento di Telecom Italia alle disposizioni della
delibera n. 15/00/CIR”, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale della
Repubblica italiana del 9 marzo 2001, n. 57;
Vista la propria delibera n. 18/01/CIR, recante “Disposizioni ai
fini del corretto adempimento ai contenuti della delibera n.
10/00/CIR da parte di Telecom Italia”, pubblicata nella Gazzetta
Ufficiale della Repubblica italiana del 31 agosto 2001, n. 202;
Vista la propria delibera n. 266/01/CONS, recante “Integrazione
della delibera 711/00/CONS in merito al calcolo delle condizioni
economiche dei circuiti diretti analogici urbani”, pubblicata nella
Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana del 12 luglio 2001, n.
160;
Visti i documenti acquisiti da parte degli operatori licenziatari
ed autorizzati nell’ambito della consultazione pubblica avviata con
la delibera n. 89/01/CONS;
Sentita la societa’ Telecom Italia S.p.a. in data 20 giugno 2001;
Sentite le societa’ Adriacom, Albacom, Blixer, Blu, Cities on Line,
E.biscom, Edisontel, Infostrada, KPNQWest, Lombardia.Com, LTS, MCI
WorldCom, MC-Link, Netscalibur Italia, Noi.Com, Peppercom,
Serena.com, Tele2 Italia, Teti, Tibercom, Wind, in data 27 giugno
2001;
Sentita l’associazione italiana internet service provider in data
27 giugno 2001;
Visti i documenti delle societa’ Cities On Line e KPNQWest,
pervenuti in data 4 luglio 2001;
Visto il documento della societa’ Telecom Italia S.p.a. del 9
luglio 2001;
Visto il documento condiviso dalle societa’ Adriacom, Albacom,
Blixer, Blu, Cities On Line, COLT Telecom, Edi&Sons, Infostrada,
KPNQwest, Lombardiacom, MCI WorldCom, Noicom, PepperCom, Planetwork,
Serena.Com, Telcom3, Teti, Tibercom, Wind del 13 luglio 2001; Visto
il documento della societa’ Edisontel del 21 luglio 2001;
Vista la propria decisione del 6 agosto 2001 di proroga del termine
di chiusura del procedimento istruttorio;
Visto il documento della societa’ E.bone del 4 settembre 2001;
Visti gli atti del procedimento;
Considerato quanto segue:
1. Il percorso istruttorio.
In data 14 febbraio 2001, l’Autorita’ ha avviato, con la delibera
n. 89/01/CONS, il procedimento istruttorio finalizzato a valutare
l’opportunita’ circa la predisposizione di un’offerta wholesale di
linee affittate da parte della societa’ Telecom Italia S.p.a.
dedicata agli operatori licenziatari ed, eventualmente, agli
operatori autorizzati.
Nell’ambito della consultazione pubblica, avviata con la delibera
citata, sono pervenuti i contributi di 32 operatori di telefonia
vocale, nonche’ quello dell’Associazione Italiana Internet Service
Providers (di seguito AIIP).
In data 20 giugno 2001 e’ stata ascoltata la societa’ Telecom
Italia (di seguito TI), mentre il 27 giugno 2001, sono stati
ascoltati, rispettivamente, gli operatori licenziatari alternativi
(di seguito OLO) e l’AIIP.
A seguito delle audizioni indicate, alcuni operatori hanno inviato
ulteriori contributi, finalizzati ad approfondire aspetti tecnici,
economici e regolamentari pertinenti al procedimento in corso.
L’Autorita’ si e’ inoltre avvalsa del supporto del CIRET –
Politecnico di Milano, che ha contribuito all’analisi economica e
concorrenziale del settore delle linee affittate, con particolare
attenzione al mercato wholesale.
In data 6 agosto 2001, infine, l’Autorita’ ha disposto una proroga
di sessanta giorni al termine di chiusura del procedimento, fissando
lo stesso al 14 ottobre 2001.
2. Il quadro giuridico di riferimento.
Come noto, l’Autorita’, con la delibera n. 197/99, ha notificato la
societa’ Telecom Italia S.p.a. come organismo dotato di significativo
potere di mercato nel mercato nazionale delle linee affittate, in
quanto “oltre a detenere una quota di mercato molto significativa,
mantiene ancora una notevole capacita’ di determinare le condizioni
di mercato soprattutto in ragione della sua precedente posizione di
operatore monopolista di telecomunicazioni (…)”.
Nella delibera n. 171/99, inoltre, l’Autorita’ ha incluso il
servizio di linee affittate offerte da…

[Continua nel file zip allegato]

Architetto.info