Architetto.info - Architetto.info | Architetto.info

TESTO COORDINATO DEL DECRETO-LEGGE 7 settembre 2001, n.343 Testo d...

TESTO COORDINATO DEL DECRETO-LEGGE 7 settembre 2001, n.343 Testo del decreto-legge 7 settembre 2001, n. 343 (in Gazzetta Ufficiale - serie generale - n. 210 del 10 settembre 2001), coordinato con la legge di conversione 9 novembre 2001, n. 401 (in questa stessa Gazzetta Ufficiale - alla pag. 3), recante: "Disposizioni urgenti per assicurare il coordinamento operativo delle strutture preposte alle attivita' di protezione civile e per migliorare le strutture logistiche nel settore della difesa civile". (GU n. 262 del 10-11-2001)

TESTO COORDINATO DEL DECRETO-LEGGE 7 settembre 2001, n. 343
Testo del decreto-legge 7 settembre 2001, n. 343 (in Gazzetta
Ufficiale – serie generale – n. 210 del 10 settembre 2001),
coordinato con la legge di conversione 9 novembre 2001, n. 401 (in
questa stessa Gazzetta Ufficiale – alla pag. 3), recante:
“Disposizioni urgenti per assicurare il coordinamento operativo delle
strutture preposte alle attivita’ di protezione civile e per
migliorare le strutture logistiche nel settore della difesa civile”.

Avvertenza:

Il testo coordinato qui pubblicato e’ stato redatto dal Ministero
della giustizia ai sensi dell’art. 11, comma 1, del testo unico delle
disposizioni sulla promulgazione delle leggi, sull’emanazione dei
decreti del Presidente della Repubblica e sulle pubblicazioni
ufficiali della Repubblica italiana, approvato con D.P.R. 28 dicembre
1985, n. 1092, nonche’ dell’art. 10, commi 2 e 3, del medesimo testo
unico, al solo fine di facilitare la lettura sia delle disposizioni
del decreto-legge, integrate con le modifiche apportate dalla legge
di conversione, che di quelle modificate o richiamate nel decreto,
trascritte nelle note. Restano invariati il valore e l’efficacia
degli atti legislativi qui riportati.
Le modifiche apportate dalla legge di conversione sono stampate
con caratteri corsivi.

Tali modifiche sono riportate sul terminale tra i segni (( … )).

A norma dell’art. 15, comma 5, della legge 23 agosto 1988, n. 400
(Disciplina dell’attivita’ di Governo e ordinamento della Presidenza
del Consiglio dei Ministri), le modifiche apportate dalla legge di
conversione hanno efficacia dal giorno successivo a quello della sua
pubblicazione.

Art. 1.
Modificazioni al decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 300

1. Al decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 300, (( e successive
modificazioni, )) sono apportate le seguenti modificazioni:
a) alla rubrica dell’articolo 10 sono soppresse le parole: “e di
protezione civile”;
b) all’articolo 10, comma 1, sono soppresse le parole: “e quella
di protezione civile” e le parole: “e del capo IV”;
c) il comma 1 dell’articolo 14 e’ sostituito dal seguente:
“1. Al Ministero dell’interno sono attribuite le funzioni e i
compiti spettanti allo Stato in materia di garanzia della regolare
costituzione e del funzionamento degli organi degli enti locali e
funzioni statali esercitate dagli enti locali, tutela dell’ordine e
della sicurezza pubblica, difesa civile, (( politiche di ))
protezione civile e prevenzione incendi, salve le specifiche
competenze in materia del Presidente del Consiglio dei Ministri,
tutela dei diritti civili, cittadinanza, immigrazione, asilo e
soccorso pubblico”;
d) all’articolo 14, comma 3, sono soppresse le parole: “, ad
eccezione di quelli attribuiti all’Agenzia di protezione civile, ai
sensi del Capo IV del titolo V del presente decreto legislativo”;
e) (( gli articoli 79, 80, 81, 82, 83, 84, 85, 86 e 87 sono
abrogati; ))
f) (( il capo IV del titolo V intitolato: “Agenzia di protezione
civile” e’ soppresso. ))

Riferimenti normativi:
– Si riporta il testo integrale degli articoli 10 e 14
del decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 300 (Riforma
dell’organizzazione del Governo, a norma dell’art. 11 della
legge 15 marzo 1997, n. 59), come modificati dalla presente
legge:
“Art. 10 (Agenzie fiscali). – 1. Le agenzie fiscali
sono disciplinate, anche in deroga agli articoli 8 e 9,
dalle disposizioni del capo II del titolo V del presente
decreto legislativo ed alla loro istituzione si provvede
secondo le modalita’ e nei termini ivi previsti.”.
“Art. 14 (Attribuzioni). – 1. Al Ministero dell’interno
sono attribuite le funzioni e i compiti spettanti allo
Stato in materia di: garanzia della regolare costituzione e
del funzionamento degli organi degli enti locali e funzioni
statali esercitate dagli enti locali, tutela dell’ordine e
della sicurezza pubblica, difesa civile, politiche di
protezione civile e prevenzione incendi, salve le
specifiche competenze in materia del Presidente del
Consiglio dei Ministri, tutela dei diritti civili,
cittadinanza, immigrazione, asilo e soccorso pubblico.
2. Il Ministero svolge in particolare le funzioni e i
compiti di spettanza statale nelle seguenti aree
funzionali:
a) garanzia della regolare costituzione degli organi
elettivi degli enti locali e del loro funzionamento,
finanza locale, servizi elettorali, vigilanza sullo stato
civile e sull’anagrafe e attivita’ di collaborazione con
gli enti locali;
b) tutela dell’ordine e della sicurezza pubblica e
coordinamento delle Forze di polizia;
c) amministrazione generale e supporto dei compiti di
rappresentanza generale di governo sul territorio;
d) tutela dei diritti civili, ivi compresi quelli
delle confessioni religiose, di cittadinanza, immigrazione
e asilo.
3. Il Ministero svolge attraverso il Corpo nazionale
dei vigili del fuoco anche gli altri compiti ad esso
assegnato dalla normativa vigente.
4. Restano ferme le disposizioni della legge 1 aprile
1981, n. 121.”.

Art. 2.
Modificazioni al decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 303

(( 1. Il comma 6 dell’articolo 10 del decreto legislativo 30 luglio
1999, n. 303, e’ sostituito dal seguente:
“6. A decorrere dalla data di cui al comma 3, o dalla diversa data
indicata in sede di riordino dei Ministeri, sono trasferite, con le
inerenti risorse finanziarie, materiali ed umane, all’Agenzia per la
protezione dell’ambiente e per i servizi tecnici, di cui all’articolo
38 del decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 300, e successive
modificazioni, le funzioni del Dipartimento per i servizi tecnici
nazionali della Presidenza del Consiglio dei Ministri, fatta
eccezione per le funzioni del Servizio sismico nazionale, fermo
restando quanto previsto dall’articolo 91 del decreto legislativo
31 marzo 1998, n. 112, e successive modificazioni. Sono escluse dal
suddetto trasferimento le funzioni gia’ attribuite all’Ufficio per il
sistema informativo unico, che restano assegnate alla Presidenza del
Consiglio dei Ministri e sono affidate al Dipartimento per
l’innovazione e le tecnologie”.
2. Il Dipartimento della protezione civile si avvale, per i propri
compiti, della collaborazione dell’Agenzia per la protezione
dell’ambiente e per i servizi tecnici sulla base di apposito accordo
ai sensi dell’articolo 15 della legge 7 agosto 1990, n. 241. ))

Riferimenti normativi:
– Per completezza d’informazione, si riporta il testo
integrale dell’art. 10 del decreto legislativo 30 luglio
1999, n. 303 (Ordinamento della Presidenza del Consiglio
dei Ministri, a norma dell’art. 11 della legge 15 marzo
1997, n. 59), come modificato dalla presente legge:
“Art. 10 (Riordino dei compiti operativi e gestionali).
– 1. Ai sensi dell’art. 12, comma 1, lettere a) e b), della
legge 15 marzo 1997, n. 59, sono trasferiti ai Ministeri di
seguito individuati i compiti relativi alle seguenti aree
funzionali, in quanto non riconducibili alle autonome
funzioni di impulso indirizzo e coordinamento del
Presidente. Ai Ministeri interessati sono contestualmente
trasferite le corrispondenti strutture e le relative
risorse finanziarie, materiali ed umane:
a) turismo al Ministero dell’industria, commercio e
artigianato;
b) italiani nel mondo al Ministero per gli affari
esteri;
c) segreteria del comitato per la liquidazione delle
pensioni privilegiate ordinarie, di cui all’art. 19, comma
1, lettera s), della legge 23 agosto 1988, n. 400, al
Ministero del tesoro, bilancio e programmazione economica;
d) aree urbane, fatto salvo quanto previsto al comma
5, nonche’ Commissione Reggio Calabria, di cui all’art. 7
della legge 5 luglio 1989, n. 246, e Commissione per il
risanamento della Torre di Pisa, al Ministero dei lavori
pubblici;
e) diritto d’autore e disciplina della proprieta’
letteraria, nonche’ promozione delle attivita’ culturali,
nell’ambito dell’attivita’ del Dipartimento per
l’informazione ed editoria, al Ministero per i beni e le
attivita’ culturali, come previsto dall’art. 52, comma 2,
del decreto legislativo sul riordino dei Ministeri.
2. Fatte salve le successive modifiche ordinamentali di
cui agli articoli 12, lettere f) e seguenti, e 13 della
legge 15 marzo 1997, n. 59, le amministrazioni destinatarie
dei compiti e delle strutture trasferite ai sensi del comma
1 ne assumono la responsabilita’ a decorrere dalla entrata
in vigore del presente decreto quando si tratti di
strutture in atto affidate a Ministri con portafoglio
mediante delega del Presidente del Consiglio. In caso
diverso, l’assunzione di responsabilita’ decorre dalla
indiv…

[Continua nel file zip allegato]

Architetto.info