Architetto.info - Architetto.info | Architetto.info

GESTIONE DELLA RETE DI TRASMISSIONE NAZIONALE S.P.A. PROVVEDIMENTO 6 n...

GESTIONE DELLA RETE DI TRASMISSIONE NAZIONALE S.P.A. PROVVEDIMENTO 6 novembre 2001: Regole tecniche di connessione ai sensi dell'art. 3, comma 6, del decreto legislativo 16 marzo 1999, n. 79. (GU n. 289 del 13-12-2001- Suppl. Ordinario n.265)

GESTIONE DELLA RETE DI TRASMISSIONE NAZIONALE S.P.A.

PROVVEDIMENTO 6 novembre 2001

Regole tecniche di connessione ai sensi dell’art. 3, comma 6, del
decreto legislativo 16 marzo 1999, n. 79.

Il GESTORE DELLA RETE DI TRASMISSIONE NAZIONALE S.p.A.

Visto

* Il decreto legislativo 16 marzo 1999, n. 79 di “Attuazione della
direttiva 96/92/CE recante norme comuni per il mercato interno
dell’energia elettrica” e, in particolare, l’art. 3, comma 6 del
citato decreto che prevede tra le competenze del Gestore della rete
di trasmissione nazionale anche l’adozione delle Regole Tecniche di
connessione (di seguito Regole Tecniche) in materia di progettazione
e funzionamento degli impianti di generazione, delle reti di
distribuzione, delle apparecchiature direttamente connesse, dei
circuiti di interconnessione e delle linee dirette, al fine di
garantire la piu’ idonea connessione alla rete di trasmissione
nazionale nonche’ la sicurezza e la connessione operativa tra le
reti, sulla base di direttive emanate dall’Autorita’ per l’energia
elettrica e il gas (di seguito Autorita);
* Le “Direttive per la societa’ Gestore della rete di trasmissione
nazionale di cui all’art.3, comma 4, del decreto legislativo 16 marzo
1999, n.79, emanate dal Ministro dell’industria, del commercio e
dell’artigianato in data 21 gennaio 2001;
* Il decreto del Ministro dell’industria, del commercio e
dell’artigianato del 17 luglio 2000 di approvazione dell’annessa
“Concessione alla societa’ Gestore della rete di trasmissione
nazionale S.p.A. delle attivita’ di trasmissione e dispacciamento
dell’energia elettrica nel territorio nazionale”;
* La delibera n. 52 del 9 marzo 2000 dell’Autorita’ per l’energia
elettrica e il gas recante “Emanazione di Direttive al Gestore della
rete di trasmissione nazionale per l’adozione di regole tecniche ai
sensi dell’articolo 3, comma 6, del decreto legislativo 16 marzo
1999, n. 79”;
* La delibera n. 39/01 dell’Autorita’ per l’energia elettrica e il
gas recante “Approvazione delle Regole Tecniche adottate dal Gestore
della rete di trasmissione nazionale, ai sensi dell’art. 3, comma 6
del decreto legislativo 16 marzo 1999, n. 79” entrata in vigore il
giorno 28 febbraio 2001.

Considerati

i principi di:
* non discriminazione fra utenti sia diretti che indiretti;
* sostenibilita’ economica delle scelte tecniche imposte al sistema
elettrico nazionale, da intendersi come gradualita’ nell’adeguamento
alle regole tecniche degli impianti esistenti, al fine di favorire
l’utilizzo delle migliori tecniche e tecnologie disponibili, tenuto
conto dell’esigenza di contenere i costi di progettazione,
realizzazione, manutenzione e sviluppo, gestione ed esercizio della
rete di trasmissione nazionale e degli impianti elettrici connessi;
* trasparenza, al fine di consentire la partecipazione dei soggetti
interessati alle procedure per l’elaborazione e l’aggiornamento delle
regole tecniche;
le esigenze di tutela ambientale e di salvaguardia della sicurezza
fisica delle persone e delle cose, in particolare per quanto
riguarda:
* le modalita’ di messa in sicurezza degli impianti;
* l’accesso agli impianti per manutenzione ordinaria e straordinaria;
* l’accesso agli strumenti di misura e ai dispositivi di comando e
controllo;
* la gestione e la manutenzione degli impianti e delle strutture di
utilizzo comune a piu’ soggetti.
gli esiti degli adempimenti istruttori e delle procedure di
partecipazione dei soggetti interessati, effettuate ai sensi
dell’art. 16 della deliberazione n. 52/00;
gli esiti del procedimento di consultazione avviato dall’Autorita’ in
conformita’ alla delibera n. 115/00 del 22 giugno 2000;
le modifiche operate dal Gestore della rete di trasmissione nazionale
S.p.A. in conformita’ all’art. 3 della delibera n. 39/01
dell’Autorita’;
gli esiti del procedimento di notifica delle Regole Tecniche alla
Commissione delle Comunita’ Europee, a norma dell’art. 8 della
Direttiva 81/189/CEE del Consiglio del 28 marzo 1983;
l’art. 16 dell’Allegato A alla delibera n. 52/00, ai sensi del quale
il Gestore della rete di trasmissione nazionale S.p.A. (di seguito
Gestore) provvedera’ ad effettuare gli aggiornamenti delle Regole
Tecniche al fine di tenere conto delle mutate condizioni tecniche e
delle intervenute modifiche normative.

Adotta

le Regole Tecniche di connessione, riportate nell’Allegato A, in
materia di progettazione e funzionamento degli impianti di
generazione, delle reti di distribuzione, delle apparecchiature
direttamente connesse, dei circuiti di interconnessione e delle linee
dirette, al fine di garantire la piu’ idonea connessione alla rete di
trasmissione nazionale nonche’ la sicurezza e la connessione
operativa tra le reti.
Le Regole Tecniche, pubblicate anche sul sito Internet del Gestore
(www.grtn.it), saranno aggiornate dal Gestore con le modalita’
previste dall’Art. 16 dell’Allegato A alla deliberazione 52/00, in
considerazione dell’evoluzione della normativa tecnica, delle
tecnologie applicabili e dei piani di sviluppo del sistema.
Le Regole Tecniche entrano in vigore il giorno successivo a quello
della loro pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica
Italiana.

Roma, 6 novembre 2001

L’Amministratore Delegato Il Presidente
Parcu Machì

ALLEGATO A

REGOLE TECNICHE DI CONNESSIONE DI CUI ALL’ARTICOLO 3,
COMMA 6 DEL DECRETO LEGISLATIVO 16 MARZO 1999, N. 79

1. OGGETTO E SCOPO
Scopo delle Regole Tecniche di connessione (nel seguito “Regole
Tecniche”) e’ disciplinare le condizioni tecniche per l’accesso
regolamentato alla Rete di trasmissione nazionale (nel seguito
“RTN”).
Formano l’oggetto delle Regole Tecniche:
* le caratteristiche funzionali e le prestazioni della RTN nei siti
di connessione;
* i requisiti tecnici essenziali in materia di progettazione e
funzionamento concernenti, in particolare, i criteri funzionali di
progettazione e le caratteristiche di funzionamento degli impianti
elettrici di generazione, delle reti elettriche di distribuzione,
delle apparecchiature elettriche direttamente connesse, dei circuiti
di interconnessione e delle linee dirette.
Ai fini del presente documento si applicano le definizioni riportate
nel cap. 13.

2. CAMPO DI APPLICAZIONE
Le Regole Tecniche si applicano:
* agli impianti elettrici direttamente connessi alla RTN,
comprendenti
a) gli impianti di generazione;
b) le reti di distribuzione;
c) le apparecchiature elettriche;
d) i circuiti di interconnessione della RTN con altre reti o parti di
reti non gia’ identificate alle lettere precedenti a), b) e c) e
gestite da soggetti diversi dal Gestore;
* agli impianti elettrici indirettamente connessi alla RTN,
comprendenti
a) gli impianti di produzione di cui all’art. 3, comma 12 del decreto
legislativo n. 79/99;
b) gli impianti di produzione sottoposti alla attivita’ di
dispacciamento;
* alle altre reti non connesse alla RTN (quali reti con obbligo di
connessione di terzi, reti interne di utenza, linee dirette), di cui
all’articolo 15 della deliberazione dell’Autorita’ n. 52/00 .
Le Regole Tecniche si applicano a reti ed impianti di utenza
esistenti e futuri.
L’adeguamento alle Regole Tecniche degli impianti esistenti avviene
con gradualita’, tenendo conto delle esigenze del servizio,
dell’impegno di risorse richiesto dagli interventi e della
sostenibilita’ dei relativi costi, anche mediante il ricorso alle
deroghe di cui al successivo capitolo 12.

3. CARATTERISTICHE E PRESTAZIONI DELLA RTN NEI SITI DI CONNESSIONE
A far data dall’entrata in vigore delle Regole Tecniche, le
caratteristiche di progettazione della RTN nei siti di connessione
saranno conformi a quanto prescritto nelle Regole Tecniche medesime.
Le caratteristiche e le prestazioni di funzionamento della RTN nei
siti di connessione esistenti alla data di entrata in vigore delle
Regole Tecniche non sono uniformi, a causa dei differenti periodi di
realizzazione della Rete di trasmissione nazionale. Per i soli
aspetti esplicitamente menzionati nel presente capitolo, le
caratteristiche e le prestazioni della RTN in ciascun particolare
sito di connessione possono essere riportate negli accordi
complementari, di cui al paragrafo 0, sottoscritti tra Gestore e
Utente connesso nel sito medesimo.
Nella maggior parte dei casi, la qualita’ dei servizi forniti dalla
RTN dipende dal corretto funzionamento dell’insieme degli impianti
connessi. Pertanto, le caratteristiche di funzionamento della RTN nei
siti di connessione sono assicurate dal Gestore quando:
* non sussistano condizioni critiche per la sicurezza del sistema
elettrico nazionale o parti di esso;
* tutti gli Utenti della RTN rispettino le prescrizioni dettate dalle
presenti Regole Tecniche.
Per le caratteristiche della tensione influenzate da eventi aleatori
e variabili da sito a sito, di cui ai successivi par. 0, 0 e 0, si
indicano nel seguito intervalli di variazione massimi, non essendo
disponibili rilevazioni sistematiche e statistiche per sito.
Per i valori influenzati prevalentemente dalle caratteristiche degli
impianti di cui al par 3.6 i valori riportati si riferiscono agli
obiettivi di qualita’ assunti in pianificazione.
Negli accordi complementari possono essere riportati i valori
indicativi riferiti al particolare sito di connessione.
3.1 Limiti di variazione della frequen…

[Continua nel file zip allegato]

Architetto.info