Architetto.info - Architetto.info | Architetto.info

"Regolamento recante norme per il riordino della disciplina organizzat...

"Regolamento recante norme per il riordino della disciplina organizzativa, funzionale e fiscale dei giochi e delle scommesse relativi alle corse dei cavalli, nonché per il riparto dei proventi, ai sensi dell'articolo 3, comma 78, della legge 23 dicembre 1996, n°662"

D.P.R. n°169 dell’ 8 aprile 1998 recante
“Regolamento recante norme
per il riordino della disciplina organizzativa, funzionale e fiscale
dei giochi e delle scommesse relativi alle corse dei cavalli, nonché
per il riparto dei proventi, ai sensi dell’articolo 3, comma 78, della
legge 23 dicembre 1996, n°662”

G.U. n°125 del 1 giugno
1998

——————————————————————————–

Capo
I
DISPOSIZIONI RELATIVE ALLE SCOMMESSE IN GENERALE

Articolo
1
Vigilanza sulle corse dei cavalli ed esercizio delle scommesse

1.
L’incremento e il miglioramento delle razze equine, in ragione delle
loro diverse utilizzazioni, l’organizzazione delle corse dei cavalli,
la valutazione dell’idoneità delle strutture degli ippodromi e degli
impianti di allevamento, allenamento ed addestramento sulla base i
parametri predeterminati e la determinazione degli stanziamenti a
premi spettano al Ministero per le politiche agricole, il quale vi
provvede a mezzo dell’Unione nazionale incremento razze equine
(U.N.I.R.E.).

2. L’esercizio delle scommesse sulle corse di cavalli,
che si svolgono in Italia e all’estero, tanto negli ippodromi quanto
fuori di essi, è esclusivamente riservato al Ministero delle finanze e
al Ministero per le politiche agricole. A tal fine sulla base dei
criteri e delle modalità stabiliti d’intesa con il Ministero per le
politiche agricole, il Ministero delle finanze esercita il
totalizzatore nazionale, cui vengono, in tempo reale, direttamente
riversati i dati relativi alle scommesse, e vigila sulla regolarità
delle gare e del gioco, anche avvalendosi di apposite commissioni, cui
non compete alcuna decisione sui risultati delle gare, nominate con
decreti del Ministro delle finanze di concerto con il Ministro per le
politiche agricole, delle quali fanno parte rappresentanti dei citati
Ministeri ed esperti del settore.

3. Gli uffici dell’Amministrazione
finanziaria, sulla base di criteri selettivi determinati tenendo conto
dei dati affluiti al totalizzatore nazionale, procedono al controllo
della posizione tributarla dei concessionari di cui all’articolo
2.

Articolo 2
Concessioni per l’esercizio delle scommesse

1. Il
Ministero delle finanze attribuisce, d’intesa con il Ministero per le
politiche agricole, con gara da espletare secondo la normativa
comunitaria, le concessioni per l’esercizio delle scommesse sulle
corse dei cavalli, a totalizzatore e a quota fissa, a persone fisiche
e società con idonei e comprovati requisiti anche in ordine alla
solidità finanziaria, sulla base dei seguenti criteri:

a) trasparenza
dell’assetto proprietario ed efficienza della gestione dei singoli
punti di accettazione delle scommesse;

b) potenziamento della rete di
raccolta ed accettazione delle scommesse; razionale e bilanciata
distribuzione sul territorio secondo parametri programmati e
controllabili;

c) omogeneità ed equilibrio della remunerazione
stabilita per le varie categorie di concessionari;

d) eventuale
previsione di scaglioni retributivi decrescenti che consentano
maggiori ricavi iniziali per il concessionario in funzione dei costi
di avviamento,

e) garanzia della libertà di concorrenza e di mercato
mediante la previsione di parametri volti ad impedire l’abuso di
posizioni dominanti, determinati tenendo anche conto del numero delle
concessioni attribuite a ciascuna persona fisica o società e del
volume di scommesse raccoglibili da ciascun concessionario;

f)
previsione di modalità di controllo centralizzato ed in tempo reale
delle scommesse e dei relativi flussi finanziari, anche mediante
l’imposizione al concessionari di obblighi di segnalazione
all’Amministrazione finanziaria di scommesse anomale per entità
economica e ripetizione del medesimo pronostico. I concessionari
adottano per la gestione delle scommesse strumenti informatici
conformi alle specifiche tecniche stabilite con decreto del Ministro
delle finanze al fine di assicurarne la compatibilità con il sistema
informativo dell’anagrafe tributaria;

g) riserva, nel primo piano di
potenziamento della rete di accettazione, di una quota pari al 5 per
cento delle concessioni da attribuire con gara in favore di soggetti
iscritti all’albo degli allibratori, che abbiano esercitato tale
attività per un periodo non inferiore a dieci anni;

h) durata di sei
anni.

2. Il Ministero delle finanze, di concerto con il Ministero per
le politiche agricole, entro il 31 dicembre di ogni anno, pubblica il
piano delle concessioni che saranno messe a gara nell’anno
successivo.

3. Le concessioni per l’esercizio delle scommesse somme
rinnovabili per una sola volta, fermo restando il rispetto delle
prescrizioni di cui al comma 1. La concessione per l’esercizio della
scommessa TRIS non è rinnovabile.

4. L’esercizio delle scommesse
presso gli sportelli all’interno degli ippodromi è riservato ai
titolari degli ippodromi stessi.

5. L’esercizio della scommessa TRIS
è attribuito ad un unico concessionario.

6. Con decreto del Ministro
delle finanze, di concerto con il Ministro per le politiche agricole
sono approvate le convenzioni tipo che accedono alle concessioni d cui
al presente regolamento.

7. Il trasferimento della concessione è
consentito previo assenso del Ministero delle finanze, di concerto con
il Ministero per le politiche agricole.

8. Se il concessionario è
costituito in forma di società per azioni, in accomandita per azioni o
a responsabilità limitata, le azioni aventi diritto di voto o le quote
devono essere intestate a persone fisiche, società in nome collettivo
o in accomandita semplice. E’ escluso i trasferimento per semplice
girata di dette azioni o quote. Le imprese di cui al primo periodo
comunicano al Ministero delle finanze e al Ministero per le politiche
agricole l’elenco dei soci titolari, con il numero delle azioni o
l’entità delle quote da essi possedute e gli eventuali trasferimenti
di titolarità. L’inosservanza delle disposizioni del presente comma
comporta la decadenza dalla concessione.

9. Non è ammessa la
contemporanea titolarità, anche parziale, diretta o per interposta
persona, di ippodromi e di agenzie ippiche o concessione per
l’accettazione della scommessa TRIS. E’, tuttavia, consentito ai
titolari di ippodromi di ottenere la concessione di agenzie
esclusivamente all’interno degli stessi. Sono fatte salve le
situazioni esistenti alla data di entrata in vigore dei presente
regolamento.

Articolo 3
Decadenza e revoca delle concessioni

1. Il
Ministero delle finanze, d’intesa con il Ministero per le politiche
agricole, con decreto da pubblicare nella Gazzetta Ufficiale, dichiara
la decadenza dalla concessione:

a) quando vengono meno i requisiti
per l’attribuzione della concessione di cui al presente regolamento e
al relativo bando di gara;

b) in caso di interruzione dell’attività
per cause non dipendenti da forza maggiore;

c) in particolare, quando
il concessionario non rispetta le disposizioni di cui all’articolo 2,
comma 8, ovvero accetta scommesse in violazione dei divieti di cui
all’articolo 4, comma 4, ed all’articolo 6, comma 3;

d) quando nello
svolgimento dell’attività sono commesse violazioni delle disposizioni
del presente regolamento e di quelle di cui ai decreti previsti
dall’articolo 4, comma 5, nonché della normativa tributaria.

2. Il
concessionario nei cui confronti è stato adottato un provvedimento di
decadenza o di revoca non può concorrere, né direttamente né per
interposta persona, nei tre anni successivi alla data di pubblicazione
del detto provvedimento, alla attribuzione di nuove concessioni di cui
all’articolo 2.

3. La disposizione di cui al comma 2 si applica anche
agli amministratori e ai soci che esercitano il controllo delle
società concessionarie al sensi dell’articolo 2359 del codice
civile.

Articolo 4
Scommesse consentite

1. Le scommesse possono
essere effettuate al totalizzatore nazionale o a quota fissa.

2. Le
scommesse a totalizzatore sono quelle il cui ammontare complessivo,
detratto l’importo del prelievo, è ripartito tra gli scommettitori
vincenti.

3. Le scommesse a quota fissa sono quelle per le quali la
somma da riscuotere, in caso di vincita, è previamente concordata tra
lo scommettitore e il gestore delle scommesse. Tali scommesse non
possono essere effettuate presso gli sportelli e le agenzie
all’interno degli ippodromi.

4. E’ vietato l’utilizzo dei sistema del
riferimento alle quote del totalizzatore.

5. La tipologia delle
scommesse effettuabili, anche a mezzo telefonico o telematico, il
numero delle scommesse TRIS giocate nella settimana, le relative
regole di svolgimento, l’introduzione e il numero delle scommesse
assimilabili alla scommessa TRIS sotto il profilo della modalità di
accettazione e di totalizzazione, nonché i limiti posti alle scommesse
sono stabiliti, anche su proposta dell’UNIRE, con decreti del Ministro
delle Finanze, di concerto con il Ministro per le politiche agricole.
E’ vietata, salvo specifica autorizzazione dei predetti Ministri,
qualunque forma di scommessa non contemplata dal presente
regolamento.

6. Le disposizioni del presente regolamento riguardanti
la scommessa TRIS si applicano anche alle scommesse alla stessa
assimilabili sotto il profilo delle modalità di accettazione e di
totalizzazione.

Articolo 5
Programma ufficiale delle corse

1. Il
Ministero per le politiche agricole, sentito il Ministero delle
finanze, verifica annualmente il calendario ufficiale delle corse
redatto dall’UNIRE.

2. Il programma ufficiale delle corse costituisce
il documento che fa testo agli effetti delle scommesse e in
riferimento al quale le stesse vengono accettate, e può essere
sostituito dalla dichiarazione dei partenti diffusa dall’UNIRE, purché
corredata di tutte le informazioni richieste per l’effettuazione delle
scommesse e resa pubblica prima dell’inizio dell’accettazione delle
scommesse.

3. Tutta…

[Continua nel file zip allegato]

Architetto.info