Architetto.info - Architetto.info | Architetto.info

Istituzione Unità Operativa BSE...

Istituzione Unità Operativa BSE

D.M. 9 marzo 2001
Istituzione Unità Operativa BSE

VISTO il
Regolamento (CE) n. 2277/2000 adottato dalla Commissione U.E. in data
18 dicembre 2000, recante misure per l’abbattimento di capi bovini di
età superiore a 30 mesi, finalizzato a prevenire la diffusione
dell’encefalopatia spongiforme bovina (B.S.E.);

VISTA la legge n. 388
del 23 dicembre 2000 ed in particolare l’art. 129, con una 1, lettera
b) concernente interventi strutturali di prevenzione della
B.S.E.;

VISTO il D.L. n. 1 dell’11 gennaio 2001, convertito nella
legge approvata in data 8 marzo 2001, recante disposizioni urgenti per
la distruzione del materiale specifico a rischio per encefalopatia
spongiforme bovina e delle proteine animali ad alto rischio, nonché
per l’ammasso pubblico temporaneo delle proteine animali a basso
rischio;

VISTA la legge 19 gennaio 2001, n. 3 di conversione del
decreto legge 21 novembre 2000, n. 335, recante misure per il
potenziamento della sorveglianza epidemiologica della B.S.E.
bovina;

CONSIDERATO che le predette disposizioni comportano
l’adozione di molteplici interventi e misure (li sostegno per l’intera
filiera zootecnica bovina, nonché la tempestiva attuazione delle
misure stabilite o che verranno adottate dalla U.E., per far fronte
all’emergenza in atto verificatasi negli allevamenti italiani a
seguito della accertata presenza della predetta iniezione;

RITENUTA
la necessità e l’urgenza di istituire una apposita unità operativa
avente il compito di coordinare le iniziative di competenza di questo
Ministero;

RITENUTA, inoltre, l’opportunità di affidare alla predetta
unità operativa anche il compito di curare i rapporti di competenza di
questo Ministero con il Commissario straordinario dei Governo per il
coordinamento dell’emergenza conseguente alla B.S.E. bovina, operante
presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri;

DECRETA

Art. 1 – Il
D.M. n. 30660/1040 del 31 gennaio 2001 di istituzione dell’Ufficio di
coordinamento per le iniziative inerenti l’emergenza B.S.E., è
revocato.

Art. 2 – E’ istituita alle dirette dipendenze dei Ministro
una Unità Operativa avente il compito di coordinare le iniziative di
competenza di questo Ministero per far fronte all’emergenza B.S.E.
bovina in atto, nonché di curare i rapporti con il Commissario
straordinario governativo in premessa citato. L’unità operativa dovrà
periodicamente e dettagliatamente relazionare direttamente al
Ministro.

Art. 3 – Il Dott. Vincenzo Pilo, Dirigente Generale di
questo Ministero, è nominato responsabile dell’Unità Operativa
di cui all’art. 2.

Art. 4 – Il Doti. Ferdinando Di Maio, dirigente di
questo Ministero, fermo restando le attuali funzioni presso la
Direzione Generale delle politiche agricole ed agroindustriali
nazionali, assume le funzioni di direzione funzionale della predetta
Unità Operativa alle dirette dipendenze dei su nominato Dott. Vincenzo
Pilo.

Art. 5 – Per l’espletamento dei compiti ad essa assegnati,
l’unità operativa deve essere dotata ,gli adeguata disponibilità di
personale da definire con ordine di servizio da parte del Direttore
Generale della competente Direzione Generale dei servizi generali e
dei personale. L’unità operativa potrà, qualora ne ricorrano le
esigenze, avvalersi di qualificati esperti estranei
all’amministrazione.

Roma, lì

Architetto.info