Architetto.info - Architetto.info | Architetto.info

Proroga di termini relativi agli interventi per fronteggiare l'emergen...

Proroga di termini relativi agli interventi per fronteggiare l'emergenza derivante dall'encefalopatia spongiforme bovina.

DECRETO-LEGGE 25 maggio 2001, n.199
Proroga di termini relativi agli
interventi per fronteggiare l’emergenza derivante
dall’encefalopatia
spongiforme bovina.
IL PRESIDENTE DELLA
REPUBBLICA

Visti gli articoli 77 e 87, quinto comma, della
Costituzione;
Vista la decisione 2000/418/CE della Commissione del 29
giugno 2000;
Vista la decisione 2000/766/CE del Consiglio del 4
dicembre 2000;
Visto il regolamento (CE) n. 2777/2000 della
Commissione del 18 dicembre 2000;
Vista la decisione 2001/2/CE della
Commissione del 27 dicembre 2000;
Visto il decreto-legge 11 gennaio
2001, n. 1, convertito, con modificazioni, dalla legge 9 marzo 2001,
n. 49;
Ritenuta la straordinaria necessita’ ed urgenza di prorogare il
termine per l’adozione delle misure finalizzate a fronteggiare
l’emergenza determinata dal fenomeno dell’encefalopatia spongiforme
bovina, in ordine allo smaltimento del materiale specifico a rischio e
ad alto rischio e dei prodotti trasformati, ottenuti o derivati,
nonche’ all’ammasso pubblico delle proteine animali a basso
rischio;
Vista la deliberazione del Consiglio dei Ministri, adottata
nella riunione del 24 maggio 2001;
Sulla proposta del Presidente del
Consiglio dei Ministri e del Ministro delle politiche agricole e
forestali;

E m a n a
il seguente decreto-legge:
Art. 1.

1. Al
decreto-legge 11 gennaio 2001, n. 1, convertito, con modificazioni,
dalla legge 9 marzo 2001, n. 49, sono apportate le seguenti
modificazioni:
a) all’articolo 1, comma 6, le parole: “fino al 31
maggio 2001” sono sostituite dalle seguenti: “fino al 31 luglio
2001”;
b) all’articolo 2, comma 1, le parole: “fino al 31 maggio 2001”
sono sostituite dalle seguenti: “fino al 31 luglio 2001”.

Art. 2.

1.
Il presente decreto entra in vigore il giorno successivo a quello
della sua pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica
italiana e sara’ presentato alle Camere per la conversione in
legge.

Il presente decreto, munito del sigillo dello Stato, sara’
inserito nella Raccolta ufficiale degli atti normativi della
Repubblica italiana.
E’ fatto obbligo a chiunque spetti di osservarlo
e di farlo osservare.

Dato a Roma, addi’ 25 maggio
2001

CIAMPI

Amato, Presidente del Consiglio dei Ministri
Pecoraro
Scanio, Ministro per le politiche agricole e forestali
Visto, il
Guardasigilli: Fassino

Architetto.info