Architetto.info - Architetto.info | Architetto.info

Dichiarazione di giacenza del vino e dei prodotti vitivinicoli...

Dichiarazione di giacenza del vino e dei prodotti vitivinicoli detenuti dai produttori e dai commercianti.

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE E FORESTALI

DECRETO 16 luglio
2001
Dichiarazione di giacenza del vino e dei prodotti
vitivinicoli detenuti dai produttori e dai commercianti.

IL MINISTRO
DELLE POLITICHE AGRICOLE E FORESTALI

Visto il regolamento (CE) del
consiglio n. 1493/99 del 17 maggio 1999, relativo all’organizzazione
comune del mercato vitivinicolo;
Visto il regolamento (CE) della
commissione n. 1623/2000 del 25 luglio 2000 e successive
modifiche, recante modalita’ di applicazione del regolamento (CE)
n. 1493/99 del consiglio relativo all’organizzazione comune del
mercato vitivinicolo, per quanto riguarda i meccanismi di
mercato;
Visto il regolamento (CE) della commissione n.
1282/2001 del 28 giugno 2001 che applica il regolamento (CE) n.
1493/99 per quanto riguarda le informazioni per la conoscenza
dei prodotti ed il controllo del mercato nel settore
vitivinicolo;
Vista la legge 29 dicembre 1990, n. 428, recante
“disposizioni per l’adempimento degli obblighi derivanti
dall’appartenenza dell’Italia alla Comunita’ europea (legge
comunitaria per il 1990)”;
Visto il decreto legislativo 27 maggio
1999, n. 165, con il quale e’ stata istituita l’agenzia per le
erogazioni in agricoltura (AGEA), successivamente modificato con il
decreto legislativo 15 giugno 2000 n. 188;
Visto il decreto
legislativo 10 agosto 2000 n. 260, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale
del 21 settembre 2000 n. 221 e successive modifiche, recante
disposizioni sanzionatorie in applicazione del regolamento (CE) n.
1493/99, relativo all’organizzazione comune del mercato vitivinicolo;

Visto il decreto del Ministero dell’agricoltura e delle foreste del
10 luglio 1985, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 179 del 31
luglio 1985, con il quale sono stati stabiliti i termini e le
modalita’ per la presentazione della dichiarazione annuale di giacenza
del vino e dei prodotti vinicoli;
Visto il decreto del Ministero
dell’agricoltura e delle foreste del 17 luglio 1992, pubblicato nella
Gazzetta Ufficiale n. 174 del 25 luglio 1992, recante modificazioni
del modello relativo alla dichiarazione annuale di giacenza vino e
prodotti vinicoli nonche’ dell’allegato A recante “avvertenze generali
e tabelle di codifica dei vini D.O.C. e D.O.C.G.”;
Ritenuta la
necessita’, in applicazione delle disposizioni comunitarie, di
stabilire la data di presentazione della dichiarazione di giacenza
anche al fine di consentire la comunicazione alla commissione UE,
entro la data prevista, delle informazioni relative alla
ricapitolazione delle dichiarazioni di giacenza del vino e dei
prodotti vinicoli;
Ritenuto, altresi’, di procedere alla
riformulazione delle disposizioni vigenti concernenti la
dichiarazione di giacenza dei vini e dei prodotti vinicoli
provvedendo all’abrogazione del decreto ministeriale del 10 luglio
1985 dianzi citato;

Decreta:

Art. 1.
1. In applicazione dell’art.
6 del regolamento CE n. 1282/2001 i detentori di vini e/o mosti,
diversi dai consumatori privati e dai rivenditori al minuto,
dichiarano ogni anno i quantitativi espressi in ettolitri, detenuti
alla mezzanotte del 31 luglio. I quantitativi di vini e/o mosti
viaggianti alla mezzanotte del 31 luglio sono dichiarati dal
destinatario.
2. Per la riduzione a vino il mosto muto e’
moltiplicato per 0,95. I mosti concentrati sono dichiarati nel loro
effettivo volume senza l’applicazione di alcun coefficiente.
3. Per
rivenditori al minuto, in conformita’ al paragrafo 2 del citato art.
6 s’intendono:
i rivenditori che esercitano professionalmente
un’attivita’ commerciale comprendente la cessione diretta al
consumatore finale di quantitativi di vino non superiori, per
ciascuna vendita, ai 60 litri;
i rivenditori che utilizzano
cantine attrezzate per il magazzinaggio ed il condizionamento
di quantitativi di vino non superiori a 10 ettolitri.

Art. 2.
1. La
dichiarazione di giacenza, prevista al precedente articolo 1, e’
presentata sul modello conforme a quello allegato al decreto
ministeriale del 17 luglio 1992 pubblicato nella Gazzetta Ufficiale
della Repubblica italiana n. 174 del 27 luglio 1992.
2. La
dichiarazione e’ presentata, redatta in cinque copie, al comune
nel cui territorio sono ubicati i locali dove sono detenuti i
vini
e/o i mosti entro e non oltre la data del 10 agosto di ciascun
anno.
3. Tuttavia, per la campagna 2000/2001 la dichiarazione
e’ presentata entro e non oltre il 30 agosto 2001.
4. Il comune che
riceve la dichiarazione ne trattiene una copia, ne restituisce una
all’interessato debitamente vistata per ricevuta e trasmette entro e
non oltre il 25 agosto: l’originale all’Agea (Agenzia per le
erogazioni in agricoltura)
via Palestro, 81- 00185 Roma; una copia
all’ufficio periferico dell’ispettorato centrale repressione frodi
competente per territorio; una copia all’ufficio decentrato
dell’assessorato all’agricoltura competente per territorio.
Tuttavia
per la campagna 2000/2001 il comune effettua le trasmissioni
entro il 4 settembre 2001.

Art. 3.
L’AGEA comunica al Ministero delle
politiche agricole e forestali i dati riepilogativi definitivi
delle dichiarazioni presentate in conformita’ alle disposizioni
comunitarie.

Art. 4.
E’ abrogato il decreto ministeriale 10
luglio 1985 citato nelle premesse.
Il presente decreto sara’
pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana ed
entra in vigore il giorno successivo alla sua pubblicazione.

Roma, 16
luglio 2001

Il Ministro: Alemanno

Registrato alla Corte dei conti il
30 luglio 2001 Ufficio di controllo sui Ministeri delle
attivita’ produttive, registro n. 2 Politiche agricole e forestali,
foglio n. 156

Architetto.info