Architetto.info - Architetto.info | Architetto.info

Dichiarazioni vitivinicole (D.M. 16 ottobre 2001): chiarimenti....

Dichiarazioni vitivinicole (D.M. 16 ottobre 2001): chiarimenti.

Ministero delle Politiche Agricole e Forestali
ROMA, 16 NOVEMBRE 2001
L’AGEA – Agenzia per le erogazioni
in agricoltura
Lettera
– Circolare VIA PALESTRO, 81
F/2598 00186 ROMA
Dichiarazioni
vitivinicole (D.M. 16 ottobre 2001): chiarimenti.
Ai SIGG. ASSESSORI
ALL’AGRICOLTURA
DELLE REGIONI
LORO SEDI
AI SIGG. ASSESSORI
ALL’AGRICOLTURA DELLE
PROVINCE AUTONOME DI;
TRENTO E BOLZANO
AI SIGG.
COMMISSARI DI GOVERNO
LORO SEDI
Al COMMISSARIO DI STATO PER
LA REGIONE
SICILIANA
PALERMO
All’ISPETTORATO CENTRALE
REPRESSIONE FRODI
S E
D E
Al COMANDO DEI CARABINIERI
TUTELA NORME COMUNITARIE
VIA TORINO,
44
ROMA
Al COMANDO DEI CARABINIERI
PER LA SANITA’
VIA GIOACCHINO
ROSSINI, 21
ROMA
All’AGENZIA DELLE DOGANE
= Area gestione
tributi
= Area verifiche e controlli
ROMA
AL MINISTERO DELLE
ATTIVITA’ PRODUTTIVE
= Direzione generale per la politica
commerciale
e la gestione del regime degli scambi – DIV.
II
ROMA
AL MINISTERO DELL’INTERNO
– Gabinetto
– Dir.GEN.
P.S:
ROMA
Alla CORTE DEI CONTIഊUff. di controllo per
l’AGEA.
ROMA
Al COMANDO GENERALE DELLA
GUARDIA DI FINANZA
– III Reparto
“Operazioni e Ordinamento”

Ufficio Fiscalità
VIALE XXI APRILE, 51
00162 ROMA
Alla
RAPPRESENTANZA PERMANENTE
D’ITALIA PRESSO LA U.E.
BRUXELLES
Alla
COMMISSIONE U.E.
D.G. Agricoltura – Div. Vino
BRUXELLES
Alla DIREZIONE
GENERALE PER LA QUALITA’
DEI PRODOTTI AGROALIMENTARI
E LA TUTELA
DEL CONSUMATORE
S E D E
Alla DIREZIONE GENERALE RISORSE
FORESTALI,
IDRICHE E MONTANE
S E D E
Alle ORGANIZZAZIONI DI CATEGORIA
LORO
SEDI
All’ISTITUTO REGIONALE DELLA VITE
E DEL VINO
PALERMO
A
seguito della emanazione del D.M. 16 ottobre 2001, pubblicato sulla
Gazzetta Uffi-ciale
Italiana dell’8 novembre 2001 n. 260, con il
quale sono stati modificati i modelli di dichiara-zione
vitivinicola
allegati al decreto 1 agosto 1995 e sono state completate le
avvertenze generali e
le istruzioni per la compilazione, sono
pervenute alla scrivente numerose richieste di chiarimenti.
Al
riguardo, al fine di consentire la corretta compilazione dei modelli
di cui trattasi, si
forniscono i chiarimenti sui principali aspetti
evocati.
1) Indicazione dei riferimenti relativi alla dichiarazione
delle superfici vitate
Per l’indicazione dei riferimenti
contenuti nella dichiarazione delle superfici vitate delle diverse
se-zioni
nelle quali tali riferimenti sono previsti (quadro C sez. II,
ed Allegati F1, F2, F3, F4, M1,
M2), qualora i produttori al momento
della dichiarazione vitivinicola non siano in possesso del
co-dice
identificativo possono omettere l’indicazione dello
stesso. Resta inteso che gli altri elementi
richiesti (codice fiscale,
partita I.V.A. e superficie) devono essere indicati secondo le
indicazioni
previste nel Decreto stesso.
Si precisa, inoltre, che
nella sez. I del quadro C della dichiarazione vitivinicola deve essere
indicata
la superficie coltivata dalla quale proviene l’uva
raccolta dal conduttore. Come indicato nelle istru-zioni
del citato
decreto ministeriale, detta superficie può non corrispondere a quella
riportata nella
dichiarazione delle superfici vitate (Mod. B1).
In
tale caso di non corrispondenza tra la superficie dichiarata nella
sez. I del quadro C e la superfi-cie
indicata nella dichiarazione
delle superfici vitate, nella sez. II dello stesso quadro C deve
essere
riportata la superficie indicata nella dichiarazione delle
superfici vitate (Mod. B1).ഊ2) Allegato C1 – dichiarazione
superfici vitate
Si ribadisce che tale allegato è compilato qualora
siano insufficienti le righe della sezione II del
quadro C della
dichiarazione vitivinicola e delle rispettive sezioni degli allegati
F1, F2, F3, F4,
M1, M2. In tal caso il modello C1 deve essere allegato
al modello di dichiarazione vitivinicola ed
ai modelli F1, F2, F3, F4,
M1, M2, da parte dei soggetti obbligati.
3) Allegato F1 – quadro
A1
Qualora al momento della compilazione di un allegato F1 il
dichiarante non abbia ancora effettuato
tutte le consegne, può
omettere di indicare nel quadro A1 il numero totale di allegati F1.
Si
ribadisce, inoltre, che il quadro C del modello F1 deve essere
compilato soltanto dai soggetti che
cedono uve di propria
produzione.
In tal caso la superficie da riportare al quadro C del
modello F1 deve essere uguale a quella ripor-tata
nel quadro C sez. II
della dichiarazione vitivinicola. Analogamente devono essere compilati
i
quadri C delle “dichiarazione delle superfici vitate” di
tutti gli allegati.
4) Arrotondamento della superficie
La superficie
da indicare nelle diverse sezioni della dichiarazione vitivinicola è
espressa in ettari ed
are.
Tenuto conto che la superficie indicata
nella dichiarazione delle superfici vitate (mod. B1) prevede,
invece,
anche l’indicazione delle centiare, nella trasposizione di tale
superficie nella dichiarazione
vitivinicola, è necessario eliminanare
le centiare.
5) Quadro A – sezione II – Allegato
A2
L’elenco acquirenti (allegato A2) deve essere compilato in
tutti i casi nei quali il produttore dichia-rante
abbia ceduto i
propri prodotti (uve e/o mosti) a più di un
acquirente.
*****
***********
Per la campagna 2001/2002, nel caso in
cui il soggetto obbligato abbia presentato la
di-chiarazione
vitivinicola utilizzando la modulistica esistente prima
dell’entrata in vigore del D.M.
16 ottobre 2001, deve presentare
l’allegato C1 a completamento della dichiarazione vitivinicola
e
dei relativi allegati (F1, F2, F3, F4, M1,M2).
In via del tutto
eccezionale, nella predetta ipotesi, è consentito altresì che i
produttori
possano sostituire integralmente la dichiarazione
vitivinicola già presentata ai Comuni, avvalendosi
della nuova
modulistica.
IL DIRETTORE GENERALE
F.TO PETROLI

Architetto.info