Architetto.info - Architetto.info | Architetto.info

Settore tabacco, Reg. (CE) n. 1066/95, della Commissione, del 12 maggi...

Settore tabacco, Reg. (CE) n. 1066/95, della Commissione, del 12 maggio 1995. Domanda di riconoscimento di azienda trasformatrice per il raccolto 1995.

Circolare del 24 maggio 1995 recante
“Settore tabacco, Reg. (CE) n.
1066/95, della Commissione, del 12 maggio 1995. Domanda di
riconoscimento di azienda trasformatrice per il raccolto
1995.”

——————————————————————————–

prot.
n. 626/G
Indirizzi – omissis

Con circolare ministeriale n. 91/G-4 del
30 dicembre 1993 questa Amministrazione ha disciplinato per il
raccolto 1994 le modalità per concedere il riconoscimento alle aziende
trasformatrici.
La Commissione CE non ha sollevato obiezioni in
proposito (nota n. VI/016884 del 29 aprile 1994).
Per quanto concerne
il riconoscimento relativo alla attività di trasformazione del
raccolto 1995, e premesso che a partire dallo stesso raccolto è
consentita da parte di un solo trasformatore (circolare n.147/G del 28
aprile 1994), si dispone quanto segue:

AZIENDE TRASFORMATRICI
TRADIZIONALI ( del primo periodo di riferimento: ’89-’90 e ’91) CHE
HANNO GESTITO STABILIMENTI DI TRASFORMAZIONE A TITOLO ESCLUSIVO CON
DISPONIBILITA’ PIENA PER TUTTO L’ANNO 1994.

Se permangono i requisiti
già verificati per il raccolto 1994, esse dovranno:

presentare
all’EIMA una apposita domanda di riconoscimento;

allegare una
dichiarazione attestante che permangono le condizioni 1994 verificate
da questa Amministrazione per il riconoscimento, già
concesso.

L’EIMA, sulla base del tabulato n.1 allegato alla presente
circolare, verificherà i requisiti già in possesso dell’azienda
richiedente.
Nel permanere dei requisiti medesimi l’EIMA concederà il
riconoscimento per il raccolto 1995.

Se non permangono in tutto o in
parte, i requisiti già verificati per il raccolto 1994, tali aziende
dovranno:

inoltrare all’EIMA una apposita domanda di
riconoscimento;

allegare una dichiarazione specificando i requisiti
1994 modificati;

allegare la documentazione (compresa la planimetria)
relativa ai requisiti modificati.

L’EIMA, sulla base del tabulato n.1
allegato alla presente circolare, nonché dei documenti apportati per i
requisiti 1994 modificati, provvederà alla verifica di tutte le
condizioni previste per il riconoscimento. In caso di sussistenza
dell’insieme dei requisiti necessari l’EIMA concederà il
riconoscimento per il raccolto 1995.

AZIENDE TRASFORMATRICI
TRADIZIONALI CHE HANNO GESTITO NEL 1994 A TITOLO ESCLUSIVO PER UN
SEMESTRE UN IMPIANTO DI TRASFORMAZIONE GESTITO PER L’ALTRO SEMESTRE DA
ALTRA AZIENDA TRASFORMATRICE.

Se permangono i requisiti già
verificati per il raccolto 1994, una delle due aziende interessate,
comprese nel tabulato n.2 allegato, dovrà:

inoltrare all’EIMA una
apposita domanda di riconoscimento;

allegare una dichiarazione
specificando che permangono i requisiti generali 1994 già
verificati;

allegare una dichiarazione attestante di avere per il
raccolto 1995 il possesso esclusivo dello stabilimento di
trasformazione per l’intero anno;

allegare una dichiarazione del
trasformatore che ha utilizzato il medesimo impianto per il reccolto
1994, attestante la rinuncia alla utilizzazione dell’impianto per il
raccolto 1995. La firma deve essere autenticata nei modi di legge. In
mancanza di tale dichiarazione l’EIMA non potrà concedere il
riconoscimento relativo al magazzino in questione.

L’EIMA, sulla base
del tabulato n.2 allegato alla presente circolare, nonché delle
dichiarazioni fornite, verificherà i requisiti 1994 già in possesso
dell’azienda richiedente e tutte le condizioni previste per il
riconoscimento.
Nel permanere dei requisiti richiesti,l’EIMA concederà
il riconoscimento per il raccolto 1995.

Se non permangono, in tutto o
in parte i requisiti già verificati per il raccolto 1994, tali aziende
dovranno:

inoltrare all’EIMA una apposita domanda di
riconoscimento;

allegare una dichiarazione specificando i requisiti
1994 modificati;

allegare la documentazione (compresa la planimetria)
relativa ai requisiti modificati;

allegare una dichiarazione
attestante di avere per il raccolto 1995 il possesso esclusivo dello
stabilimento di trasformazione per l’intero anno;

allegare una
dichiarazione del trasformatore che ha utilizzato il medesimo impianto
per il raccolto 1994, attestante la rinuncia alla utilizzazione
dell’impianto per il raccolto 1995. La firma deve essere autenticata
nei modi di legge. In mancanza di tale dichiarazione l’EIMA non potrà
concedere il riconoscimento relativo al magazzino in
questione.

L’EIMA, sulla base del tabulato n.2 allegato, dei
documenti apportati per i requisiti 1994 modificati, nonché delle
dichiarazioni fornite, provvederà alla verifica di tutte le condizioni
previste per il riconoscimento. In caso di sussistenza dell’insieme
dei requisiti necessari l’EIMA concederà il riconoscimento per il
raccolto 1995.

AZIENDE TRASFORMATRICI NUOVE E GIA’ RICONOSCIUTE PER
IL RACCOLTO 1994 (aventi iniziato l’attività di trasformazione
successivamente al periodo di riferimento 1989-1990-1991).

Se
permangono i requisiti già verificati per il raccolto 1994, si applica
il disposto del punto 1-A. requisiti saraà effettuata sulla base del
tabulato n.3 allegato alla presente circolare.

Se non permangono, in
tutto o in parte, i requisiti già verificati per il raccolto 1994, si
applica il disposto del punro 1-B. della presente circolare. Tuttavia
i requisiti saranno verificati sulla base del tabulato n.3 allegato
alla presente circolare.

AZIENDE TRASFORMATRICI NUOVE CHE INTENDONO
TRASFORMARE PER LA PRIMA VOLTA DAL RACCOLTO 1995, NON AVENDO MAI
TRASFORMATO O NON ESSENDO STATE RICONOSCIUTE DALL’INTRODUZIONE DELLA
NUOVA O.C.M.

Ai fini del rilascio del certificato di riconoscimento,
le aziende trasformatrici interessate dovranno offrire sufficienti
garanzie di capacità di trasformazione, di efficenza e di durata della
loro attività.
A tal fine si applicano, in particolare, le
disposizioni che seguono:

4.1 Caratteristiche dello stabilimento di
prima trasformazione.
Lo stabilimento di prima trasformazione, per
essere considerato idoneo, deve essere costituito da:

locali adeguati
per il riconoscimento dei tabacchi sciolti, la loro perizia, lo
stoccaggio in foglia, la fermentazione (ove necessaria), la
lavorazione industriale, lo stoccaggio del prodotto condizionato in
colli;

impianto di prima trasformazione adeguato alla varietà da
trasformare, comprendente i seguenti macchinari, salvo specifiche
lavorazioni debitamente valutate dall’EIMA:

nastro di
alimentazione;

silos di
miscelazione;

umidificatore-spulardatore;

nastri di cernita;

pressa
e linea di confenzionamento;

laboratorio di analisi con
umidimetro;

galleria continua di essicazione.

Tali caratteristiche
devono risultare in apposito verbale di controllo, corredato da
planimetria.

4.2 Modalità per ottenere il certificato di
riconoscimento del raccolto 1995.
Per ottenere il certificato di
riconoscimento, le aziende trasformatrici definite al punto 4
devono:

redigere su carta legale, apposita domanda, secondo il
fac-simile allegato alla presente circolare (Allegato n.4);

far
sottoscrivere la domanda dal legale rappresentante;

far autenticare
la firma del legale rappresentante;

allegare alla suddetta domanda
tutti i documenti indicati nel fac-simile allegato alla presente
circolare (Allegato n. 4). I documenti devono essere presentati in
originale o in copia autenticata;

L’EIMA provvederà a:

verificare il
contenuto delle domande di cui trattasi;

redigere, per ciascuna
azienda trasformatrice, e per ciascuno degli stabilimenti di prima
trasformazione indicati nella domanda di riconoscimento 1995, un
verbale di controllo, come evidenziato al precedente punto 4.1
relativo alla esistenza, alla capacità ed alla idoneità degli impianti
dichiarati. Da tale verbale dovranno evincersi le caratteristiche ed i
requisiti specificati ai punti 4.1 e 4.3 della presente
circolare;

effettuare la valutazione dei requisiti delle imprese
trasformatrici, sulla base della documentazione di cui al precedente
punto b. nonché degli atti allegati alla domanda, ai fini del rilascio
del certificato di riconoscimento dell’attività di prima
trasformazione del raccolto 1995.

4.3 Requisiti dell’azienda
trasformatrice per il rilascio del certificato di riconoscimento del
raccolto 1995.
I requisiti indispensabili per ottenere il rilascio del
certificato di riconoscimento sono:

la gestione, in nome e per conto
proprio, di uno stabilimento idoneo alla prima trasformazione del
tabacco sciolto.
E’ idoneo lo stabilimento che risponda alle
caratteristiche indicate nel punto 4.1.
La gestione in nome e per
conto proprio comporta:

la responsabilità di un amministratore o suo
delegato, per la gestione complessiva dell’azienda, compresa quella
inerente l’amministrazione diretta della maggior parte del personale
utilizzato;

la responsabilità della gestione degli impianti, nello
stabilimento, da parte di un tecnico espressamente designato.

la
detenzione di uno stabilimento di prima trasformazione a titolo
di:

proprietà;

affitto;

comodato;

altre forme d’uso ottenute anche
con provvedimento di pubblica autorità.

L’atto relativo deve essere
consegnato in originale o copia autenticata, corredato di planimetria
dello stabilimento.

la disponibilità finanziaria che consenta il
pagamento ai produttori del prezzo di acquisto del tabacco sciolto ed
il versamento del premio previsto. La reale potenzialità finanziaria
deve essere dimostrata mediante consegna di referenze bancarie o di
altri documenti idonei a tal fine.

essere nel pieno e libero
esercizio della propria attività. Tale requisito deve essere
dimostrato mediante consegna del certificato di iscrizione alla
Cancelleria Commerciale del Tribunale e della C.C.I.A.A., in data non
anteriore ai tre mesi, rispetto a quello della consegna. Tali
documenti devono:

indicare i nominativi e le qualifiche delle persone
che rivestono la legale rappresentanza ed abbiano i poteri di
riscuote…

[Continua nel file zip allegato]

Architetto.info