Architetto.info - Architetto.info | Architetto.info

Rinnovo dell'iscrizione di talune varieta' di specie di piante ortive ...

Rinnovo dell'iscrizione di talune varieta' di specie di piante ortive nel registro delle varieta' dei prodotti sementieri.

DECRETO 16 febbraio 2000
Rinnovo dell’iscrizione di talune varieta’ di
specie di piante ortive nel registro delle varieta’ dei prodotti
sementieri.
IL DIRETTORE GENERALE delle politiche agricole ed
agroindustriali nazionali
Vista la legge 25 novembre 1971, n. 1096,
che disciplina dell’attivita’ sementiera ed in particolare l’art. 19
che prevede l’istituzione, per ciascuna specie di coltura, dei
registri di varieta’ aventi lo scopo di permettere l’identificazione
delle varieta’ stesse;
Vista la legge 20 aprile 1976, n. 195, che
modifica ed integra la citata legge n. 1096/1971, ed in particolare
gli articoli 4 e 5 che prevedono la suddivisione dei registri di
varieta’ di specie di piante ortive e la loro
istituzione
obbligatoria;
Visto il decreto ministeriale 17 luglio 1976, che
istituisce i registri delle varieta’ di specie di piante ortive;
Visti
i registri predetti nei quali sono state iscritte, con decreto
ministeriale 20 giugno 1977, e rinnovate con decreto ministeriale 2
giugno 1988, le varieta’ di specie di piante ortive, le cui
denominazioni
sono indicate nel dispositivo;
Visto il decreto
legislativo 4 giugno 1997, n. 143, recante “Conferimento alle regioni
delle funzioni amministrative in materia di agricoltura e pesca e
riorganizzazione dell’amministrazione centrale”;
Visti il decreto
legislativo 3 febbraio 1993, n. 29, e la circolare della Presidenza
del Consiglio dei Ministri in data 4 marzo 1993, n. 6/1993, inerenti
la razionalizzazione dell’organizzazione delle amministrazioni
pubbliche e revisione delle discipline in materia di pubblico impiego,
a norma dell’art. 2 della legge 23 ottobre 1992, n. 421;
Visto il
decreto legislativo 31 marzo 1998, n. 80, recante “Nuove disposizioni
in materia di organizzazione e di rapporti di lavoro nelle
amministrazioni pubbliche, di giurisdizione nelle controversie di
lavoro e di giurisdizione amministrativa, emanate in attuazione
dell’art. 11, comma 4, della legge 15 marzo 1997, n. 59”;
Visto il
decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 300, recante “Riforma
dell’organizzazione del Governo, a norma dell’art. 11 della legge 15
marzo 1997, n. 59”;
Visto il regolamento d’esecuzione della citata
legge n.1096/1971, approvato con decreto del Presidente della
Repubblica 8 ottobre 1973, n. 1065, e modificato dal decreto del
Presidente della Repubblica 18 gennaio 1984, n. 27, in particolare
l’art. 17, nono comma, che stabilisce in dieci anni il
periodo di
durata dell’iscrizione delle varieta’ nei registri nazionali e prevede
la possibilita’ di rinnovare l’iscrizione medesima per periodi
determinati, e l’art. 17-bis, quarto e quinto comma, che
prevedono
rispettivamente, la cancellazione di una varieta’ la cui
validita’ dell’iscrizione sia giunta a scadenza e la possibilita’ di
stabilire un periodo transitorio per la certificazione, il controllo e
la commercializzazione
della varieta’ stessa;
Visto l’art. 17 del
citato decreto del Presidente della Repubblica 8 ottobre 1973, n.
1065, modificato dall’art. 7, comma 5, del decreto ministeriale 7
giugno 1991, n. 206, che stabilisce che per le varieta’ di specie di
piante ortive notoriamente conosciute alla data del 1o luglio 1970, le
cui sementi possono essere controllate soltanto quali “sementi
standard”, l’iscrizione ai registri delle varieta’ puo’ essere
rinnovata soltanto se il nome della persona o delle persone
responsabili della selezione conservatrice e’ stato ufficialmente
registrato e pubblicato;
Visti i risultati delle prove in campo e di
laboratorio, condotte dall’Ente nazionale sementi elette negli anni
1997 e 1998 in ottemperanza alla circolare ministeriale 21 febbraio
1996, n. 1, finalizzate alla verifica dei requisiti di stabilita’,
omogeneita’ e differenziabilita’, alla caratterizzazione,
all’individuazione dei responsabili delle selezione conservatrice ed
alla individuazione dei casi di scostarnento dalla tipologia varietale
originaria, delle varieta’ di specie di piante ortive notoriamente
conosciute alla data del 1 luglio 1970 il cui periodo di iscrizione al
registro scade il 31 dicembre 1998;
Considerata l’esigenza di
modificare alcune denominazioni di varieta’ e di sinonimi varietali,
come richiesto dai proponenti il rinnovo dell’iscrizione delle
varieta’ di specie di piante ortive sopra menzionate;
Considerato che
la commissione sementi, di cui all’art. 19 della citata legge n.
1096/1971, nella riunione del 18 gennaio 2000, ha riconosciuto nelle
varieta’ indicate nell’art. 1 del dispositivo l’esistenza dei
requisiti previsti dall’art. 17, nono comma, del citato decreto del
Presidente della Repubblica n. 1065/1973, modificato dal decreto del
Presidente della Repubblica n. 27/1984 ed ha inoltre espresso parere
favorevole alla cancellazione delle varieta’ indicate negli articoli 2
e 3 del dispositivo ed alla concessione, per le varieta’ indicate
nell’art. 3, di un periodo transitorio per la certificazione, il
controllo quali sementi standard e la commercializzazione delle
relative sementi, come risulta dal verbale della riunione stessa
approvato nella riunione del 1 febbraio 2000;
Ritenuto di accogliere
le proposte sopra menzionate;
Decreta:
Art. 1.
A norma dell’art. 17,
nono comma, del regolamento d’esecuzione della legge 25 novembre 1971,
n. 1096, approvato con decreto del Presidente della Repubblica 8
ottobre 1973, n. 1065, e modificato dal decreto del Presidente della
Repubblica 18 gennaio 1984, n. 27, l’iscrizione al registro nazionale
delle varieta’ di specie di piante ortive delle sotto elencate
varieta’, con i relativi sinonimi individuati con un trattino,
iscritte con decreto ministeriale 20 giugno 1977, la cui iscrizione e’
stata rinnovata con decreto ministeriale 2 giugno 1988, e’ rinnovata
fino alla data indicata a fianco di ciascuna varieta’. La
responsabilita’ della selezione conservatrice e’ affidata ai soggetti
indicati a fianco di ciascuna varieta’ con un numero, la cui
decodifica e’ riportata nella lista allegata al presente decreto.
Per
alcune varieta’ l’iscrizione viene rinnovata con le nuove
denominazioni e con i diversi sinonimi che figurano nella seconda
colonna dell’elenco.
Le descrizioni delle varieta’ e i risultati delle
prove eseguite in base alla circolare ministeriale 21 febbraio 1996,
n. 1, sono depositati presso questo Ministero.
Specie e varietà (i
sinonimi sono indicati con un trattino)
Variazioni di denominazioni e
modificazioni o cancellazioni di sinonimi
Codici dei responsabili
della conservazione in purezza
Data di scadenza dei rinnovi
Anguria o
cocomero:
Asahi Miyako hybrid 130 31-12-2008
Crimson sweet 240-1081
31-12-2008
Jubilee 240 31-12-2008
Bietola da coste:
A foglia liscia
verde invernale 66 31-12-2008
Biondissima di Trieste Biondissima di
Trieste 221 31-12-2004
– Bionda da taglio – Bionda da taglio
– Bionda
da taglio triestina
Candida 125 31-12-2004
Liscia verde da taglio
Liscia verde da taglio 170-125 31-12-2000
– Da taglio foglia verde
liscia – Erbette
– Verde da taglio
Mostruosa d’Ingegnoli a costa
d’argento
150 31-12-2004
Riccia verde da taglio 149 31-12-2008

Erbette riccie
Bietola da orto:
Chioggia 130-125 31-12-2008
– Tonda di
Chioggia
Nera di Milano 150 31-12-2004
– Rossa nerastra di Milano

Tonda sanguigna d’Ingegnoli
Carota:
Fucino 142 31-12-2004
Lunga
cilindrica d’Ingegnoli 150 31-12-2004
Nantes prima 141
31-12-2004
Nantes robur 124 31-12-2004
Rubrovitamina 125
31-12-2008
Cavolfiore:
Di Jesi 130 31-12-2000
– Precoce di Jesi
Di
Sicilia violetto 143-128 31-12-2004
– CataneseഊSpecie e varietà
(i sinonimi sono
indicati con un trattino)
Variazioni di denominazioni
e
modificazioni o cancellazioni di
sinonimi
Codici dei responsabili
della
conservazione in purezza
Data di scadenza dei rinnovi
Di Verona
precoce 130 31-12-2008
Di Verona tardivo 130 31-12-2008
Igloo 170
31-12-2008
Medio tardivo di Fano 1184 31-12-2008
Napoletano gennarese
66 31-12-2008
– Gigante di Napoli mezzo
precoce
– Jannuary
Napoletano
marzatico 66 31-12-2008
– Early march
– Marzatico
Napoletano natalino
66 31-12-2008
– Gigante di Napoli precoce
– Natalino
Romanesco
natalino 143 31-12-2008
– Romanesco precoce
Romanesco ottobrino
Romanesco ottobrino 125 31-12-2008
– Romanesco precocissimo
Romanesco
San Giuseppe Romanesco San Giuseppe 170 31-12-2008
– Romanesco
tardivo
Tardivo di Fano 221 31-12-2008
Verde di Macerata 170
31-12-2008
– Verde marchigiano
Cavolo broccolo:
A getti di Napoli A
getti di Napoli 128 31-12-2004
– Asparagillo di Natale – Spigariello

Spigariello
Di Albenga precoce 150 31-12-2008
– Bronzino di
Albenga
Friulano 114 31-12-2008
Gem hybrid 240 31-12-2008
Grande 128
31-12-2004
Ramoso calabrese Ramoso calabrese 170 31-12-2004

Calabrese natalino – Calabrese natalino
– De Cicco
Topper 128-430
31-12-2004
Cavolo cappuccio bianco:
Banner hybrid 141 31-12-2008
Cuor
di bue grosso 221 31-12-2008
Precocissimo di Napoli 66
31-12-2008
Cavolo di Bruxelles:
Mezzo nano Mezzo nano 221 31-12-2008

Catskill
– Westlandia
Cavolo laciniato:
Nero di Toscana precoce Nero
di Toscana 125 31-12-2004
Palmizio senza testa – Palmizio senza
testa
Cavolo rapa:
Di Vienna bianco Di Vienna bianco 221 31-12-2008

Early white Vienna
Cavolo verza:
D’Asti pasqualino – Pasqualino 125
31-12-2008
– Primissimo d’Ingegnoli
D’Asti San Giovanni D’Asti San
Giovanni 170 31-12-2008
– Precocissimo di S. Giovanni
– S.
Giovanni
D’Asti San Martino 125 31-12-2008
– San Martino
Di Napoli
precoce 128 31-12-2004
– Napoletano quarantino
Di Napoli tardivo 128
31-12-2000
Di Verona Violaceo di Verona 125 31-12-2004
– S. Michele –
Di Verona
– Violaceo di Verona – S. Michele
Mantovano 130
31-12-2008
Cetriolino:
Piccolo di Parigi Piccolo verde di Parigi
130-221 31-12-2008
– Cornichon de Paris – Wisconsin
– Verde
piccolo
Cetriolo:ഊSpecie e varietà (i sinonimi sono
indicati con
un trattino)
Variazioni di denominazioni e
modificazioni o
cancellazioni di
sinonimi
Codici dei responsabi…

[Continua nel file zip allegato]

Architetto.info