Architetto.info - Architetto.info | Architetto.info

DECRETO-LEGGE 22 febbraio 2002, n.13 Disposizioni urgenti per assic...

DECRETO-LEGGE 22 febbraio 2002, n.13 Disposizioni urgenti per assicurare la funzionalita' degli enti locali. (GU n. 47 del 25-2-2002)

DECRETO-LEGGE 22 febbraio 2002, n.13

Disposizioni urgenti per assicurare la funzionalita’ degli enti
locali.

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

Visti gli articoli 77 e 87 della Costituzione;
Ritenuta la straordinaria necessita’ ed urgenza di emanare
disposizioni volte ad assicurare la funzionalita’ degli enti locali,
con riferimento alle procedure di approvazione dei bilanci di
previsione, alle difficolta’ finanziarie dei comuni associati ed al
rispetto del patto di stabilita’;
Vista la deliberazione del Consiglio dei Ministri, adottata nella
riunione del 21 febbraio 2002;
Sulla proposta del Presidente del Consiglio dei Ministri, del
Ministro dell’interno e del Ministro dell’economia e delle finanze;

E m a n a

il seguente decreto-legge:
Art. 1.

1. Ai soli fini dell’approvazione del bilancio di previsione degli
enti locali per l’esercizio finanziario 2002, l’ipotesi di
scioglimento di cui all’articolo 141, comma 1, lettera c), del testo
unico delle leggi sull’ordinamento degli enti locali, approvato con
decreto legislativo 18 agosto 2000, n. 267, e’ disciplinata dalle
disposizioni del presente articolo.
2. Trascorso il termine entro il quale il bilancio deve essere
approvato senza che sia stato predisposto dalla giunta il relativo
schema, il prefetto nomina un commissario affinche’ lo predisponga
d’ufficio per sottoporlo al consiglio. In tale caso e comunque quando
il consiglio non abbia approvato nei termini di legge lo schema di
bilancio predisposto dalla giunta, il prefetto assegna al consiglio,
con lettera notificata ai singoli consiglieri, un termine non
superiore a venti giorni per la sua approvazione, decorso il quale si
sostituisce, mediante apposito commissario, all’amministrazione
inadempiente e inizia la procedura per lo scioglimento del consiglio.
3. Fermo restando, per le finalita’ previste dal presente decreto,
che spetta agli statuti degli enti locali disciplinare le modalita’
di nomina del commissario per la predisposizione dello schema e per
l’approvazione del bilancio, nell’ipotesi di cui all’articolo 141,
comma 2, del testo unico delle leggi sull’ordinamento degli enti
locali, approvato con decreto legislativo 18 agosto 2000, n. 267,
alla predetta nomina provvede il prefetto nei soli casi in cui lo
statuto dell’ente non preveda diversamente.

Art. 2.

1. A valere sul fondo ordinario per province e comuni, come
risultante per l’anno 2002 in base alla legislazione vigente, sono
destinati al finanziamento delle unioni di comuni per l’anno 2001
ulteriori 20 milioni di euro.

Art. 3.

1. Il comma 2 dell’articolo 24 della legge 28 dicembre 2001, n.
448, e’ sostituito dal seguente:
“2. Per le medesime finalita’ e nei limiti stabiliti dal comma 1,
il complesso delle spese correnti, per l’anno 2002, rilevanti ai fini
del calcolo del disavanzo finanziario di cui al comma 1, non puo’
superare l’ammontare degli impegni a tale titolo assunti
nell’anno 2000 aumentati del 6 per cento.”.
2. Dopo il comma 4 dell’articolo 24 della legge 28 dicembre 2001,
n. 448, e’ inserito il seguente:
“4-bis. Ai fini del rispetto dei limiti di cui ai commi 2 e 4, per
gli enti che hanno esternalizzato i servizi negli anni 1997, 1998 e
1999, la spesa corrente per l’anno 2000, relativa a tali servizi, e’
convenzionalmente commisurata alla spesa corrente sostenuta nell’anno
precedente l’esternalizzazione, nel caso in cui tale spesa sia stata
superiore. Il complesso delle spese correnti per l’anno 2002 deve
essere, altresi’, calcolato al netto delle maggiori spese conseguenti
a impostazioni contabili diverse rispetto all’anno 2000, relative
alla gestione di servizi a carattere imprenditoriale, nonche’ delle
maggiori spese rispetto all’anno 2000 derivanti da convenzioni con
enti pubblici o privati interamente finanziate dai proventi delle
convenzioni stesse.”.
3. Al comma 13 dell’articolo 24 della legge 28 dicembre 2001, n.
448, le parole: “entro il mese di febbraio 2002” sono sostituite
dalle seguenti: “entro il mese di aprile 2002”.

Art. 4.

1. Il presente decreto entra in vigore il giorno successivo a
quello della sua pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale della
Repubblica italiana e sara’ presentato alle Camere per la conversione
in legge.
Il presente decreto, munito del sigillo dello Stato, sara’ inserito
nella Raccolta ufficiale degli atti normativi della Repubblica
italiana. E’ fatto obb1igo a chiunque spetti di osservarlo e di farlo
osservare.
Dato a Roma, addi’ 22 febbraio 2002

CIAMPI
Berlusconi, Presidente del
Consiglio dei Ministri
Scajola, Ministro dell’interno
Tremonti, Ministro dell’economia e
delle finanze
Visto, il Guardasigilli: Castelli

Architetto.info