Architetto.info - Architetto.info | Architetto.info

Costituzione Comitato Consultivo tecnico scientifico per l'agricoltura...

Costituzione Comitato Consultivo tecnico scientifico per l'agricoltura sostenibile.

Decreto Ministeriale 22 marzo 2000 n. 5173
Costituzione Comitato
Consultivo tecnico scientifico per l’agricoltura sostenibile

Registrato all’Organo di controllo in data 30 marzo 2000 (protocollo
n. 378/II)

——————————————————————————–

Il
Ministro delle Politiche Agricole e Forestali

VISTA la legge 15
gennaio 1994, n.65 che ratifica la Convenzione sui Cambiamenti
Climatici di Rio de Janeiro del 1992;

VISTA la legge 14 febbraio
1994, n.124 che ratifica la Convenzione sulla Diversità Biologica di
Rio de Janeiro del 1992;

VISTA la legge 4 giugno 1997, n.170 che
ratifica la Convenzione sulla lotta alla desertificazione di Rio de
Janeiro del 1992;

VISTO il Protocollo di Kyoto adottato il 10
dicembre 1997 dalla terza Conferenza delle Parti alla Convenzione sui
Cambiamenti Climatici del 1992;

VISTA la delibera CIPE n. 137 del 19
novembre 1998 che detta le “Linee guida per le politiche e misure
nazionali di riduzione delle emissioni dei gas serra”;

VISTO il
decreto legislativo 4 giugno 1997, n.143 che conferisce alle regioni
funzioni amministrative in materia di agricoltura e pesca ed
istituisce il Ministero per le politiche agricole;

VISTO il decreto
legislativo 31 marzo 1998, n.112 che trasferisce alle regioni e agli
enti locali ulteriori funzioni e competenze in materia ambientale ed
energetica;

VISTO il decreto legislativo 28 agosto 1997, n.281 che
definisce le funzioni attribuite alla Conferenza Permanente ed alla
Conferenza Unificata per i rapporti fra lo Stato, le regioni , le
province autonome, le autonomie locali;

VISTO il decreto legislativo
30 luglio 1999, n.300 che riforma l’organizzazione del Governo
ed istituisce il Ministero delle politiche agricole e
forestali;

VISTO il decreto legislativo 29 ottobre 1999, n.454, che
riorganizza il settore della ricerca in agricoltura ed istituisce il
Consiglio per la ricerca e la sperimentazione in agricoltura;

VISTA
la legge 23 dicembre 1999, n.499 concernente la razionalizzazione
degli interventi nei settori agricoli, agroalimentare, agroindustriale
e forestale;

CONSIDERATA l’opportunità che i gruppi di supporto
per la ricerca e per l’informazione, costituiti in ottemperanza
ai disposti dei provvedimenti di cui sopra nell’ambito delle
attività dell’Osservatorio Nazionale Pedologico e per la Qualità
del Suolo nonchè del Gruppo di Supporto Tecnico-Scientifico
“Bioenergia”, istituito presso la D.G.P.A.A.N., vengano affiancati da
un Comitato tecnico scientifico che coadiuvi il Ministero nel
coordinamento delle iniziative di gestione del territorio, di
utilizzazione delle pratiche e delle produzioni agricole in difesa dei
consumatori e dell’ambiente, per la tutela della biodiversità
agro-alimentare e relative risorse genetiche, per la produzione di
energia rinnovabile da biomasse agricole e forestali, per la lotta
alla desertificazione;

RITENUTA la necessità di provvedere ad
assicurare un coordinamento tecnico scientifico per
l’agricoltura sostenibile;

RITENUTO di procedere alla formale
istituzionalizzazione del Comitato tecnico-scientifico
predetto,

DECRETA

Art. 1

E’ costituito presso il Ministero delle
politiche agricole e forestali il Comitato consultivo tecnico
scientifico per l’agricoltura sostenibile, di seguito denominato
Comitato, che svolge le seguenti funzioni:

eseguire e mantenere
aggiornato un inventario delle azioni a livello nazionale,
internazionale e regionale che sono collegati o collegabili a
programmi di agricoltura sostenibile e attivare collegamenti con le
varie attività;

proporre al Ministero delle Politiche Agricole e
Forestali tutte le possibili azioni di coordinamento fra le varie
attività e programmi di ricerca che possono evitare sovrapposizioni,
che aumentino l’efficienza generale e che ne determinino una ricaduta
operativa;

cooperare con il Ministero delle Politiche Agricole e
Forestali al fine di assicurare la presenza e l’influenza dei
programmi collegati all’agricoltura sostenibile sui vari tavoli di
discussione, locali, nazionali e internazionali e suggerire gli
interventi politici più opportuni.

Il Comitato di cui al comma 1 è
presieduto dal Ministro delle politiche agricole e forestali ed è
composto: dal Direttore Generale della D.G.P.A.A.N., in qualità di
vicepresidente con delega operativa; dal direttore dell’Istituto
Sperimentale per la Nutrizione delle Piante, da due rappresentanti
della Direzione Generale delle Politiche Agricole ed Agroindustriali
Nazionali; da un rappresentante della Direzione Generale delle
Foreste; da un rappresentante della Direzione Generale delle Politiche
Comunitarie; dal direttore dell’Istituto Sperimentale per lo Studio e
la Difesa del Suolo; da un rappresentante dell’Ufficio Centrale di
Ecologia Agraria; da tre rappresentanti delle Regioni designati dalla
Conferenza Permanente Stato Regioni; da tre esperti di chiara e
riconosciuta competenza nelle tre Convenzioni Internazionali, in
premessa richiamate, nominati dal Ministro delle Politiche Agricole e
Forestali. Le persone indicate o designate dalla Conferenza Stato
Regioni e dai rispettivi Enti o Direzioni potranno farsi sostituire,
in caso di impedimento o di necessità, da uno specialista appartenente
alla propria istituzione e che avranno cura di indicare all’atto della
nomina.

Le funzioni di segreteria saranno assicurate
dall’ufficio L (D.M. 34849/1100 del 10 settembre 1998) della
Direzione Generale delle Politiche Agricole ed Agroindustriali
Nazionali con il supporto dell’Istituto Sperimentale per la
Nutrizione delle Piante.

Art. 2

Il Comitato con propria
determinazione , previa intesa con il MIPAF, provvede alla cooptazione
e/o alla consultazione di esperti esterni ove lo richieda l’argomento
in trattazione, disponendo anche per la loro partecipazione alle
riunioni di lavoro. Per determinati argomenti il Comitato può anche
disporre la cooptazione continuativa degli esperti esterni.

Art.
3

Il Comitato può organizzarsi in gruppi tematici corrispondenti alla
tre convenzioni internazionali di cui alle premesse , per fornire al
MIPAF , in modo articolato e coordinato per le strette connessioni
esistenti fra le singole materie , il supporto necessario per la
definizione e la gestione degli impegni istituzionali.

Le modalità di
funzionamento del Comitato sono definite da apposito regolamento
interno.

Art. 4

Con successivo decreto sarà definito il trattamento
economico spettante ai componenti il Comitato e si provvederà ad
impegnare, sugli apposti capitoli di questo Ministero, le somme
necessarie per il funzionamento e la corresponsione del trattamento
economico.
Il presente decreto è trasmesso all’Organo di
controllo per la registrazione.

IL MINISTRO: Paolo DE CASTRO

Architetto.info