Architetto.info - Architetto.info | Architetto.info

Regolamento (CE) recante modificazione dell'allegato VI, parte C, del...

Regolamento (CE) recante modificazione dell'allegato VI, parte C, del regolamento (CEE) n. 2092/91 del Consiglio relativo al metodo di produzione biologico di prodotti agricoli e all'indicazione di tale metodo sui prodotti agricoli e sulle derrate alimentari.

REGOLAMENTO (CE) N. 330/1999 DELLA COMMISSIONE del 12 febbraio 1999
recante modificazione dell’allegato VI, parte C, del regolamento (CEE)
n. 2092/91 del Consiglio relativo al metodo di produzione biologico di
prodotti agricoli e all’indicazione di tale metodo sui prodotti
agricoli e sulle derrate alimentari
LA COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ
EUROPEE,
visto il trattato che istituisce la Comunità europea,
visto
il regolamento (CEE) n. 2092/91 del Consiglio, del 24 giugno 1991,
relativo al metodo di produzione biologico di prodotti agricoli e
all’indicazione di tale metodo sui prodotti agricoli e sulle derrate
alimentari (1), modificato da ultimo dal regolamento (CE) n. 1900/98
della Commissione (2), in particolare l’articolo 5, paragrafo 8, e
l’articolo 13,
visto il regolamento (CEE) n. 207/93 della Commissione,
del 29 gennaio 1993, che definisce il contenuto dell’allegato VI del
regolamento (CEE) n. 2092/91 relativo al metodo di produzione
biologico di prodotti agricoli e
all’indicazione di tale metodo sui
prodotti agricoli e sulle derrate alimentari e recante le norme di
attuazione delle disposizioni dell’articolo 5, paragrafo 4 (3),
modificato dal regolamento (CE) n. 345/97 (4), in particolare
l’articolo
3, paragrafo 5,
considerando che secondo l’articolo 5,
paragrafo 4, del regolamento (CEE) n. 2092/91 possono essere inclusi
nell’allegato VI, parte C, ingredienti di origine agricola solo se sia
stato dimostrato che si tratta di ingredienti di
origine agricola e
che non sono prodotti in quantità sufficiente nelle Comunità secondo
le norme di cui all’articolo 6, o che non possono essere importati da
paesi terzi conformemente all’articolo 11;
considerando che è
risultato che taluni ingredienti riportati nell’allegato VI, parte C,
sono prodotti in quantità sufficiente dall’agricoltura biologica e
devono essere pertanto soppressi dal suddetto allegato; che per
quanto
riguarda in particolare lo zucchero di barbabietole biologico
la produzione è aumentata ma non ha ancora raggiunto quantitativi
sufficienti a soddisfare i bisogni del mercato di questo importante
ingrediente e che pertanto è prematuro
in questa fase sopprimere tale
prodotto dall’allegato VI, parte C;
considerando che alcuni Stati
membri hanno notificato agli altri Stati membri e alla Commissione,
secondo la procedura prevista dall’articolo 3, paragrafo 2, del
regolamento (CEE) n. 207/93, che sono state concesse autorizzazioni
per l’uso di taluni ingredienti di origine non inclusi nell’allegato
VI, parte C, del regolamento (CEE) n. 2092/91; che per alcuni di
questi prodotti notificati è risultato che nella Comunità non c’è una
produzione biologica sufficiente e che non è possibile importarli
secondo l’articolo 11 del regolamento (CEE) n. 2092/91; che tali
prodotti devono essere pertanto inseriti nell’allegato VI, parte
C;
considerando che occorre consentire una dilazione per permettere
l’utilizzazione delle scorte esistenti e l’adeguamento dell’industria
ai nuovi requisiti;
considerando che le misure di cui al presente
regolamento sono conformi al parere del comitato di cui all’articolo
14 del regolamento (CEE) n. 2092/91,
HA ADOTTATO IL PRESENTE
REGOLAMENTO:
Articolo 1
La parte C dell’allegato VI del regolamento
(CEE) n. 2092/91 è sostituita dal testo di cui all’allegato del
presente regolamento.
Articolo 2
I seguenti prodotti possono essere
utilizzati alle stesse condizioni dei prodotti elencati nell’allegato
VI, parte C, del regolamento (CEE) n. 2092/91 fino al 31 gennaio 2000:
concentrato di albicocca (Prunus armeniaca), concentrato di sambuco
(Sambucus nigra), mango (Mangifera indica), fragola (Fragaria vesca),
sotto forma di polvere essiccata o concentrato, polvere di cinque
spezie, composta di finocchio (Foeniculum vulgare), chiodi di garofano
(Syzygium aromaticum), zenzero (Zingiber officinale), anice
(Pimpinella anisum) e cannella (Cinnamomum zeylanicum), grasso di
cocco, grasso di cacao e amidi e fecole ottenuti da cereali e tuberi,
non modificati chimicamente.
Articolo 3
Il presente regolamento entra
in vigore il 15 marzo 1999.
Il presente regolamento è obbligatorio in
tutti i suoi elementi e direttamente applicabile in ciascuno degli
Stati membri.
Fatto a Bruxelles, il 12 febbraio 1999.
Per la
CommissioneഊFranz FISCHLER
Membro della Commissione
(1) GU L 198
del 22. 7. 1991, pag. 1.
(2) GU L 247 del 5. 9. 1998, pag. 6.
(3) GU L
25 del 2. 2. 1993, pag. 5.
(4) GU L 58 del 27. 2. 1997, pag.
38.
ALLEGATO
«PARTE C – INGREDIENTI DI ORIGINE AGRICOLA NON PRODOTTI
BIOLOGICAMENTE, DI CUI
ALL’ARTICOLO 5, PARAGRAFO 4, DEL REGOLAMENTO
(CEE) N. 2092/91 C.1. Prodotti vegetali non trattati e prodotti da
questi ottenuti mediante processi indicati al punto 2, lettera
a):
C.1.1. Frutti e semi commestibili
>SPAZIO PER TABELLA>
C.1.2.
Spezie ed erbe commestibili:
>SPAZIO PER TABELLA>
C.1.3. Prodotti
vari
Alghe
C.2. Prodotti vegetali trattati mediante processi indicati
al punto 2, lettera b):
C.2.1. Grassi ed oli, anche raffinati, ma non
modificati chimicamente, ottenuti da piante diverse da:
>SPAZIO PER
TABELLA>
C.2.2. Zuccheri; fecola e amido; altri prodotti ottenuti da
cereali e tuberi:
Zucchero di barbabietola
Fruttosio
Cialde di
riso
Amido di riso e granturco ceroso
C.2.3. Prodotti vari
>SPAZIO PER
TABELLA>
Rum: ottenuto esclusivamente da succo di canna da
zucchero
C.3. Prodotti di origine animale:
Organismi acquatici,
diversi dai prodotti dell’acquacoltura
Latticello in
polvere
Gelatina
Miele
Lattosio
Siero di latte disidratato
“herasuola”»
Fine del documento

Architetto.info