Architetto.info - Architetto.info | Architetto.info

Delega di funzioni al Ministro e al Sottosegretario di Stato....

Delega di funzioni al Ministro e al Sottosegretario di Stato.

Ministero delle risorse agricole alimentari e forestali
Decreto
Ministeriale 17 luglio 1997

– Delega di funzioni al Ministro e al
Sottosegretario di Stato

——————————————————————————–

VISTO
il Regio Decreto 10 luglio 1924, n. 1100, concernente
l’attribuzione ai Sottosegretari di Stato di funzioni loro
delegate dal Ministro;

VISTO il decreto legislativo 3 febbraio 1993,
n. 29;

VISTO il decreto legislativo 4 giugno 1997, n. 143,
concernente il conferimento alle Regioni delle funzioni amministrative
in materia di agricoltura e pesca e riorganizzazione
dell’Amministrazione Centrale;

VISTO il decreto del Presidente
della Repubblica del 23 giugno 1995, con il quale sono stati sciolti
gli Organi di Amministrazione dell’Azienda di Stato per gli
interventi nel Mercato Agricolo ed è stato nominato un Commissario
Straordinario di Governo;

VISTI i successivi decreti presidenziali
con i quali è stata prorogata la gestione commissariale
dell’Azienda e da ultimo il D.P.R. in data 25 marzo 1997, con il
quale l’Avv. Edilberto RICCIARDI è stato nominato Commissario
straordinario per la stessa Azienda;

VISTO il decreto del Presidente
della Repubblica in data 5 giugno 1997, con il quale l’On.le
Roberto BORRONI è stato nominato Sottosegretario di Stato presso il
Ministero per le Politiche Agricole;

RITENUTA l’opportunità di
delegare alcune attribuzioni al predetto Sottosegretario di Stato
On.le Roberto BORRONI;

DECRETA

Art. 1

Sono riservati esclusivamente
alla firma del Ministro:

gli atti di particolare rilevanza politica,
amministrativa ed economica;
gli atti normativi e regolamentari;
le
circolari contenenti direttive generali:
le risposte a quesiti su
questioni di principio;
la controfirma dei decreti del Presidente
della Repubblica e dei decreti del Presidente del Consiglio dei
Ministri;
i rapporti con gli Organi costituzionali o ausiliari del
Governo;
gli atti che devono essere sottoposti alle decisioni del
Consiglio dei Ministri, dei Comitati Interministeriali di
programmazione economica generale o settoriale, delle Commissioni
Interregionali;
gli atti relativi ai rapporti con le Regioni, con
l’Unione Europea e con gli Organismi Internazionali e
Sovranazionali;
i provvedimenti interministeriali;
i provvedimenti
ministeriali con i quali si esprime o si nega il concerto;
gli altri
atti inerenti la funzione di direzione politica nonché il potere di
annullamento per motivi di legittimità e di revoca o riforma per
motivi di merito degli atti emanati dai Dirigenti;
la dichiarazione
di esistenza dei caratteri di eccezionale calamità o di eccezionale
avversità atmosferica;
i provvedimenti di designazione e nomina degli
Organi di amministrazione ordinaria, straordinaria e di controllo
degli Enti, Istituti e Società sottoposti alla vigilanza del
Ministero;
i provvedimenti di liquidazione coatta amministrativa dei
Consorzi Agrari;
gli atti di organizzazione degli Uffici e di
conferimento delle funzioni dirigenziali;
gli atti relativi a
designazioni di rappresentanti del Ministero in seno ad Enti, Comitati
o Commissioni;
i provvedimenti conseguenti ad ispezioni ed inchieste
di particolare rilevanza;
ogni altro atto o provvedimento per i quali
un’espressa disposizione di legge o di regolamento escluda la
possibilità di delega.
Restano salvi gli atti di gestione di
competenza dei Dirigenti, ai sensi del decreto legislativo 3 febbraio
1993, n.
29.

——————————————————————————–

Art.
2

Ad eccezione di quanto previsto dall’art. 1 del presente
decreto e fatti salvi i poteri conferiti al Commissario Straordinario
di Governo per l’Azienda di Stato per gli Interventi nel Mercato
Agricolo con decreto del Presidente della Repubblica citato in
premessa, al Sottosegretario di Stato Roberto BORRONI sono delegate le
sottoindicate questioni:

questioni attinenti all’Azienda di
Stato per gli Interventi nel Mercato Agricolo;

questioni attinenti
alla Federazione Italiana dei Consorzi Agrari, ai Consorzi
Agrari.

——————————————————————————–

Art.
3

Il Sottosegretario di Stato, ai fini dell’attuazione degli
indirizzi indicati dal Ministro, è delegato a rispondere alle
interrogazioni ed alle interpellanze parlamentari e ad intervenire
presso le Camere e le relative Commissioni per il compimento di
attività richieste a lavori parlamentari, salvo che il Ministro non
ritenga di attendervi personalmente.

Il Sottosegretario di Stato è,
altresì, incaricato di rappresentare, in caso di impedimento del
Ministro, il Ministero per le Politiche Agricole nelle sedute
comunitarie e di partecipare alle riunioni dei ministri
dell’Agricoltura dell’Unione Europea.

Con appositi
provvedimenti si procederà, di volta in volta, a delegare al
Sottosegretario di Stato la Presidenza delle Commissioni e dei
Comitati operanti nell’ambito delle attribuzioni del
Ministero.

Il presente decreto sarà trasmesso all’Organo di
controllo per la registrazione e sarà pubblicato nella Gazzetta
Ufficiale della Repubblica
Italiana.

——————————————————————————–

IL
MINISTRO

Architetto.info