Architetto.info - Architetto.info | Architetto.info

Costituzione del Comitato per la valorizzazione del patrimonio aliment...

Costituzione del Comitato per la valorizzazione del patrimonio alimentare italiano.

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE E FORESTALI
DECRETO 28 marzo
2001
Costituzione del Comitato per la valorizzazione del patrimonio
alimentare italiano.

IL MINISTRO DELLE POLITICHE AGRICOLE E
FORESTALI
Visto l’art. 59 della legge 23 dicembre 1999, n. 488, come
integrato dall’art. 123 della legge 23 dicembre 2000, n.
388,
“disposizioni per la formazione del bilancio annuale e
pluriennale dello Stato (legge finanziaria 2001)”;

Visto in
particolare il comma 1, lettera d), punto 4-bis, del citato art. 123,
che istituisce presso il Ministero delle politiche agricole e
forestali un comitato per la valorizzazione e la tutela del patrimonio
alimentare italiano;

Considerato che al predetto comitato vengono
demandate le funzioni del soppresso comitato di cui ai comma 3, 4 e 5
dell’art. 8 del decreto legislativo 30 aprile 1998, n. 173;

Ritenuto
pertanto che l’attivita’ del comitato debba essere rivolta al
censimento, alla tutela, alla valorizzazione ed alla diffusione della
conoscenza dei prodotti gia’ inseriti o da inserire nell’elenco
nazionale dei prodotti agroalimentari tradizionali di cui al decreto
ministeriale 8 settembre 1999, n. 350;

Decreta:

Art. 1.
1. E’
costituito presso il Ministero delle politiche agricole e forestali,
il comitato per la tutela e la valorizzazione del
patrimonio
alimentare italiano.

Art. 2.
1. Il Comitato:
a) collabora con le
regioni e le province autonome nel censimento delle produzioni
alimentari tipiche italiane anche ai sensi dell’art. 8, comma 5 del
decreto legislativo 30 aprile 1998, n. 173;
b) tutela, valorizza e
diffonde la conoscenza delle stesse in Italia e nel mondo;
c) promuove
azioni di studio e ricerca del patrimonio alimentare italiano.

Art.
3.
1. Il Comitato e’ presieduto dal Ministro o, in caso di sua
assenza, dal vice presidente.

Art. 4.
1. Con decreto del Ministro
delle politiche agricole e forestali sono nominati i componenti del
comitato secondo la seguente composizione:
a) il capo del Dipartimento
della qualita’ dei prodotti agroalimentari e dei servizi;
b) due
funzionari del Ministero delle politiche agricole e forestali tra cui
il direttore generale della qualita’ dei prodotti
agroalimentari e
della tutela del consumatore;
c) un funzionario del Ministero
dell’industria, del commercio e dell’artigianato;
d) un funzionario
del Ministero della sanita’;
e) un funzionario del Ministero degli
esteri;
f) un funzionario del Ministero per i beni e le attivita’
culturali;
g) tre membri designati dalla conferenza di presidenti
delle regioni e province autonome di Trento e Bolzano;
h) sette membri
esperti particolarmente competenti nel settore dell’agroalimentare,
scelti dal Ministro, di cui uno con funzioni di vice presidente;
i)
tre membri scelti fra sei designati dalle organizzazioni professionali
maggiormente rappresentative a livello nazionale.
2. Le funzioni di
segretario sono svolte da uno dei funzionari di cui al comma 1,
lettera b).

Art. 5.
1. Il Comitato e’ insediato al momento in cui
risulta nominata la meta’ dei suoi componenti.
2. I componenti del
comitato durano in carica tre anni e possono essere riconfermati una
sola volta.

Art. 6.
1. Il Ministro, con propri decreti, puo’
costituire sottocomitati di settore, con massimo cinque esperti,
competenti su problematiche o iniziative relative a specifiche
categorie di prodotti tipici.

Art. 7.
1. Il presidente puo’
costituire, per singoli settori produttivi, specifiche sezioni.
2. Il
Comitato, le singole sezioni di esso e i sottocomitati deliberano a
maggioranza dei componenti presenti.
Il presente decreto sara’
pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana.

Roma,
28 marzo 2001
Il Ministro: Pecoraro Scanio

Architetto.info