Architetto.info - Architetto.info | Architetto.info

Finanziamento di alcuni interventi nel settore agricolo di cui ai rego...

Finanziamento di alcuni interventi nel settore agricolo di cui ai regolamenti CEE n. 270/79 e n. 458/80.

COMITATO INTERMINISTERIALE PER LA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA
DELIBERAZIONE 15 febbraio 2000
Finanziamento di alcuni interventi nel
settore agricolo di cui ai regolamenti CEE n. 270/79 e n. 458/80.
(Deliberazione n. 20/2000).
IL COMITATO INTERMINISTERIALE PER LA
PROGRAMMAZIONE ECONOMICA
Vista la legge 16 aprile 1987, n. 183,
concernente il coordinamento delle politiche riguardanti
l’appartenenza dell’Italia alle Comunita’ europee e l’adeguamento
dell’ordinamento interno agli atti normativi comunitari ed, in
particolare, gli articoli 2 e 3, relativi ai compiti del CIPE in
ordine
all’armonizzazione della politica economica nazionale con le
politiche comunitarie, nonche’ l’art. 5 che ha istituito il Fondo di
rotazione per l’attuazione delle stesse;
Visto il decreto del
Presidente della Repubblica 29 dicembre 1988, n. 568, recante il
regolamento sulla organizzazione e sulle procedure amministrative del
predetto Fondo di rotazione e successive modificazioni ed
integrazioni;
Visti gli articoli 74 e 75 della legge 19 febbraio 1992,
n. 142 (legge comunitaria 1991) e l’art. 56 della legge 6 febbraio
1996, n. 52 (legge comunitaria 1994);
Visto il decreto del Presidente
della Repubblica 24 marzo 1994, n. 284, con il quale e’ stato emanato
il regolamento recante procedure di attuazione della legge n. 183/1987
e del decreto legislativo 3 aprile 1993, n. 96, in materia di
coordinamento della politica economica nazionale con quella
comunitaria;
Visti i regolamenti CEE del Consiglio delle Comunita’
europee n. 270/79, relativo allo sviluppo della divulgazione agricola
in Italia e n. 458/80, relativo alla ristrutturazione dei vigneti nel
quadro di operazioni collettive;
Visto il regolamento CEE del
Consiglio n. 4256/88, come modificato dal regolamento CEE n. 2085/93,
relativo al Fondo europeo agricolo di orientamento e garanzia, sezione
orientamento;
Viste le delibere di questo Comitato dell’8 agosto 1995
e del 12 luglio 1996, relative, tra l’altro, al finanziamento degli
oneri per l’impiego dei divulgatori agricoli nelle regioni del
centro-nord, di cui al regolamento CEE n. 270/79, nonche’ la delibera
20 dicembre 1994, concernente, tra l’altro, il
finanziamento del
programma di impianto di vigneti su base collettiva, di cui al
regolamento CEE n. 458/80;
Vista la nota del Ministro delle politiche
agricole e forestali n. 6790 del 12 novembre 1999, con la quale viene
quantificato in L. 13.600.000.000 il fabbisogno finanziario necessario
per la conclusione delle attivita’ di cui al predetto regolamento CEE
n. 270/79 nonche’ in L. 5.924.808.000 il fabbisogno relativo al
programma di impianto vigneti del citato regolamento CEE n.
458/80,
comprensivi entrambi della quota comunitaria e di quella
nazionale;
Considerata la necessita’ di ricorrere per tali importi
alle disponibilita’ del Fondo di rotazione per l’attuazione delle
politiche comunitarie, di cui alla legge n. 183/1987;
Tenuto conto dei
risultati dei lavori della riunione svoltasi presso il Dipartimento
della Ragioneria generale dello Stato in data 27 gennaio 2000 con le
amministrazioni interessate;
Delibera:
1. Ai fini della realizzazione
degli ulteriori interventi nel settore agricolo di cui ai regolamenti
CEE n. 270/79 e n. 458/80, richiamati in premessa, e’ disposto un
finanziamento complessivo di L. 19.524.808.000 a valere sulle risorse
del Fondo di rotazione ex lege n. 183/1987, ripartito nel
modo
seguente:
L. 13.600.000.000 per il residuo finanziamento degli
oneri per l’impiego dei divulgatori agricoli nelle regioni del
centro-nord, di cui al regolamento CEE n. 270/79;
L. 5.924.808.000 per
il completamento del programma di impianto di vigneti su base
collettiva, di cui al regolamento CEE n. 458/80.
In tale contesto, il
Fondo di rotazione anticipa la quota comunitaria, acquisendo i
relativi rimborsi.
2. La quota a carico del predetto Fondo viene
erogata secondo le modalita’ previste dalla normativa vigente, sulla
base delle richieste inoltrate dal Ministero delle politiche agricole
e forestali.
3. Il Fondo medesimo e’ autorizzato ad erogare le quote
stabilite dalla presente delibera anche negli anni successivi, fino a
quando perdura l’intervento comunitario.
4. Il Ministero delle
politiche agricole e forestali adotta tutte le iniziative ed i
provvedimenti necessari per utilizzare entro le scadenze previste i
finanziamenti comunitari e nazionali relativi ai programmi ed effettua
i controlli di competenza. Il Fondo di rotazione potra’ procedere ad
eventuali
ulteriori controlli, avvalendosi delle strutture del
Dipartimento della Ragioneria generale dello Stato.
Roma, 15 febbraio
2000
Il Presidente delegato: Amato
Registrata alla Corte dei conti il
18 aprile 2000
Registro n. 1 Tesoro, bilancio e programmazione
economica, foglio n. 385

Architetto.info