Architetto.info - Architetto.info | Architetto.info

Procedure di erogazione contributi ai soggetti singoli ed associati ch...

Procedure di erogazione contributi ai soggetti singoli ed associati che si attivano per la difesa delle produzioni agricole dalle avversità atmosferiche.

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE E FORESTALI
Decreto 11 ottobre
2001
Procedure di erogazione contributi ai soggetti singoli ed
associati che si attivano per la difesa delle produzioni agricole
dalle avversità atmosferiche

Il Ministro delle Politiche Agricole e
Forestali

VISTA la legge 25 maggio 1970, n. 364, istitutiva de, Fondo
di solidarietà nazionale e le modifiche introdotte dalla legge 15
ottobre 1981, n. 590;
VISTA la legge 14 febbraio 1992, n.185, sulla
disciplina del Fondo di Solidarietà Nazionale;
VISTO il D.P.R. 17
maggio 1996, n.324, sull’assicurazione agricola agevolata;
VISTO
l’art. 127, comma 4, della legge 23 dicembre 2000, n. 388, che prevede
la individuazione, con decreto del Ministro delle politiche agricole e
forestali, delle modalità di erogazione del contributo dello Stato nel
pagamento del premio sulle polizze stipulate singolarmente dal
produttore agricolo, sentita la Conferenza permanente per i rapporti
tra lo Stato, le regioni e le province autonome di Trento e di
Bolzano;
RITENUTO di disciplinare con il presente provvedimento anche
l’erogazione del contributo sulla spesa per le iniziative di difesa
collettiva attuata dai consorzi di difesa, dalle cooperative e dai
consorzi di cooperative, per i propri associati;
SENTITA la Conferenza
permanente per i rapporti tra lo Stato, le regioni e le province
autonome di Trento e di Bolzano, nella seduta del 27 settembre
2001;

DECRETA

1) Il contributo dello Stato sulla spesa per il
pagamento del premio assicurativo delle polizze agevolate stipulate
singolarmente dal produttore agricolo è calcolato ai sensi dell’art.2
del D.P.R. 17 maggio 1996, n.324 e dell’art. 127, della legge
23.12.2000, n.388. La richiesta del contributo deve essere presentata
dall’assicurato alle regioni ed alle province autonome
territorialmente competenti, entro 30 giorni dalla stipula della
polizza, corredata da una copia della polizza stessa e dalla quietanza
di pagamento del premio. La quietanza può essere prodotta anche
successivamente, allegata ai dati definitivi, quando il pagamento del
premio, in base agli accordi contrattuali, è posticipato rispetto alla
data di stipula del contratto assicurativo.

2) Le regioni e le
province autonome, avvalendosi anche di Organismi a livello
territoriale provinciale, informatizzano i dati attraverso specifica
procedura SIAN (sistema informativo agricolo nazionale) ed esprimono
il parere di ammissibilità a contributo. I dati di polizza provvisori,
acquisiti nella banca dati assicurativi del SIAN, a conclusione della
campagna assicurativa, attraverso la medesima procedura, sono
aggiornati con i dati definitivi comprensivi dei premi pagati e degli
eventuali risarcimenti. Al ricevimento dei dati definitivi il
Ministero delle politiche agricole e forestali dispone la liquidazione
del contributo a favore del produttore assicurato.

3) Per la
fornitura dei dati assicurativi informatizzati da parte delle regioni,
delle province autonome o degli Enti territorialmente competenti, sono
fissati i termini di seguito indicati:

Dati provvisori:
Entro il 30
giugno di ogni anno per i prodotti a ciclo primaverile-estivo;
Entro
il 30 gennaio di ogni anno per i prodotti a ciclo autunno-inverno.

Dati definitivi comprensivi dei risarcimenti:
Entro il 30 ottobre di
ogni anno per i prodotti a ciclo primaverile-estivo;
Entro il 30
aprile di ogni anno per i prodotti a ciclo autunno – inverno.
4)
Eventuali polizze stipulate successivamente ai termini di cui al comma
3), lettera a), sono presentate unitamente ai dati definitivi.

5) La
liquidazione del contributo dello Stato a favore dell’assicurato sulla
spesa per il pagamento del premio delle polizze agevolate è disposta
entro il 30 novembre per la copertura dei prodotti primaverili-estivi
ed entro il 30 maggio per la copertura assicurativa dei prodotti
autunno-inverno.

6) In presenza di ritardi nella fornitura regionale
dei dati definitivi delle polizze agevolate rispetto alle predette
date, può essere erogato l’anticipo contributivo del 70% dell’importo
calcolato sui dati provvisori di polizza, salvo conguaglio dopo
l’acquisizione dei dati definitivi.

7) A conclusione della
campagna assicurativa 2001, la procedura indicata ai precedenti commi
è sottoposta a verifica per eventuali modifiche ed
integrazioni.

Art.2

1) I consorzi di difesa, le cooperative
agricole ed i consorzi di cooperative agricole devono comunicare
annualmente alle regioni ed alle province autonome territorialmente
competenti ed al Ministero delle politiche agricole e forestali, prima
dell’insorgenza dei rischi, di aver deliberato iniziative di difesa
collettiva delle produzioni e delle strutture dei propri
associati.

2) A conclusione della sottoscrizione delle polizze gli
Enti di cui al comma 1, devono fornire i dati informatizzati, secondo
le specifiche tecniche indicate dal Ministero delle politiche agricole
e forestali, da inoltrare alla regione territorialmente competente ed
al SIAN, per l’acquisizione nella banca dati assicurativi, entro
i seguenti termini.

Dati provvisori:
1. Entro il 30 giugno di ogni
anno per i prodotti a ciclo primaverile-estivo;
2. Entro il 30 gennaio
di ogni anno per i prodotti a ciclo autunno-inverno.

Dati definitivi
comprensivi dei risarcimenti:
Entro il 30 ottobre di ogni anno per i
prodotti a ciclo primaverile-estivo;
Entro il 30 aprile di ogni anno
per i prodotti a ciclo autunno – inverno.
3) Eventuali polizze
stipulate successivamente ai termini di cui al comma 2), lett. a),
sono presentate unitamente ai dati definitivi.

4) Il contributo
dello Stato sulla spesa per i premi delle polizze collettive
agevolate, calcolato sulla base dei dati acquisiti nella banca dati
assicurativi del SIAN, ai sensi dell’art.2 del D.P.R. 17 maggio 1996,
n. 324 e dell’art.127 della legge 23 dicembre 2000, n. 388, anche per
le azioni di mutualità, è erogato dal Ministero delle politiche
agricole e forestali secondo le modalità di seguito indicate:

concessione dell’anticipo del 70%, ai sensi dell’art.10 della
legge 15 ottobre 1981, n.590, entro 30 giorni dalla data di
ricevimento della domanda presentata tramite le regioni e le province
autonome che esprimono il parere di ammissibilità a contributo,
corredata del riassunto dei ruoli esattoriali o di altra
documentazione comprovante la spesa e le modalità di riscossione della
quota di premio a carico dei soci assicurati;
liquidazione del saldo
entro trenta giorni dalla data di ricevimento della domanda tramite le
regioni e le province autonome che esprimono il parere di
ammissibilità a contributo, corredata dei dati di consuntivo della
contabilità separata per le azioni di difesa, delle quietanze di
pagamento dei premi, e della relazione del collegio sindacale sulle
verifiche effettuate.

Art. 3.

1) I termini per la erogazione del
contributo, di cui agli artt.1 e 2, sono indicativi e condizionati
alle effettive disponibilità di stanziamento e di cassa nel pertinente
capitolo di bilancio.

Il presente decreto sarà inviato alla Corte dei
Conti per la registrazione e pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della
Repubblica italiana.

Roma, 11 ottobre 2001

Il Ministro Alemanno

Architetto.info