Architetto.info - Architetto.info | Architetto.info

MINISTERO DELL'AMBIENTE E DELLA TUTELA DEL TERRITORIO DECRETO 21 d...

MINISTERO DELL'AMBIENTE E DELLA TUTELA DEL TERRITORIO DECRETO 21 dicembre 2001 Programma di diffusione delle fonti energetiche rinnovabili, efficienza energetica e mobilita' sostenibile nelle aree naturali protette. (GU n. 91 del 18-4-2002)

MINISTERO DELL’AMBIENTE E DELLA TUTELA DEL TERRITORIO

DECRETO 21 dicembre 2001

Programma di diffusione delle fonti energetiche rinnovabili,
efficienza energetica e mobilita’ sostenibile nelle aree naturali
protette.

IL DIRETTORE GENERALE
del servizio inquinamento atmosferico
e rischi industriali

Visti i decreti legislativi n. 29/1993 e n. 80/1998;
Vista la legge n. 468 del 5 agosto 1978 e successive modificazioni,
concernente la “Riforma di alcune norme di contabilita’ generale
dello Stato in materia di bilancio”, cosi’ come modificate con legge
n. 94 del 3 aprile 1997;
Visto il decreto legislativo n. 279 del 7 agosto 1997, concernente
“L’individuazione delle unita’ previsionali di base del bilancio
dello Stato, riordino del sistema di Tesoreria unica e
ristrutturazione del rendiconto generale dello Stato”;
Vista la legge 8 luglio 1986 n. 349, relativa all’istituzione del
Ministero dell’ambiente ed il relativo regolamento di organizzazione
adottato con decreto del Presidente della Repubblica n. 306 del
19 giugno 1987;
Vista la delibera del C.I.P.E. del 18 novembre 1998, “Linee guida
per le politiche e misure nazionali di riduzione delle emissioni di
gas serra” ed i successivi aggiornamenti dei programmi nazionali per
l’attuazione degli obiettivi fissati nel protocollo di Kyoto;
Visto il decreto ministeriale del 29 dicembre 2000, concernente la
“Ripartizione in capitoli delle unita’ previsionali di base relative
al Bilancio di previsione dello Stato per l’anno finanziario 2001”;
Visto il decreto del Ministero dell’ambiente del 3 maggio 2001,
prot. n. GAB/DEC/089/2001 con il quale sono state direttore del
Servizio IAR risorse pari a lire 35.000 milioni per il finanziamento
di interventi di promozione di fonti rinnovabili per produzione di
energia;
Considerato il grande interesse manifestato dai comuni insistenti
in aree parco che hanno partecipato al programma “Tetti fotovoltaici”
del Ministero dell’ambiente avviato con decreti 99/SIAR/2000 e
106/SIAR/2001;
Considerato che il Servizio IAR ha ritenuto opportuno avviare un
programma di diffusione delle fonti energetiche rinnovabili, di
interventi di risparmio energetico e di mobilita’ sostenibile di
concerto con il Servizio conservazione natura e ne ha chiesto la
partecipazione e il cofinanziamento con nota del 18 dicembre 2001
prot. 4324/SIAR/2001;
Considerata la lettera del 19 dicembre 2001 prot. SCN/UD/2001/24220
con cui il Servizio conservazione natura esprime interesse a
cofinanziare il programma di diffusione delle fonti energetiche
rinnovabili, di interventi di risparmio energetico e di mobilita’
sostenibile presso i Parchi nazionali italiani con un proprio
cofinanziamento pari ad 1.000.000.000 di lire;
Decreta:
Art. 1.
Finalita’
Il presente decreto e’ volto a finanziare un programma di
diffusione delle fonti energetiche rinnovabili di interventi di
risparmio energetico e di mobilita’ sostenibile nelle aree naturali
protette italiane.

Art. 2.
Modalita’ di attuazione
Le modalita’ di attuazione del programma verranno disciplinate da
successivo decreto.

Art. 3.
Risorse finanziarie
Con il presente decreto vengono impegnati 3872,54 milioni di lire
(pari a 2 milioni di euro), di cui lire 1936,27 milioni pari Euro 1
milione a valere sulle risorse assegnate dal Ministro dell’ambiente
con decreto del 3 maggio 2001, prot. n. GAB/DEC/089/2001 sul capitolo
7082, U.P.B. 1.2.1.4. e lire 1936,27 milioni pari Euro 1 milione a
valere sulle risorse assegnate dal Ministro dell’ambiente con decreto
del 23 novembre 2001, prot. n. GAB/DEC/160/2001 sul capitolo 7082,
U.P.B. 1.2.1.4.
Il presente provvedimento sara’ trasmesso al competente organo di
controllo per gli adempimenti di rito.
Roma, 21 dicembre 2001
Il direttore generale: Silvestrini
.br: Registrato alla Corte dei conti il 13 marzo 2002
Ufficio di controllo atti Ministeri delle infrastrutture ed assetto
del territorio, registro n. 1, Ambiente, foglio n. 149

Allegato tecnico

PROGRAMMA DI “DIFFUSIONE DI FONTI RINNOVABILI E INTERVENTI DI
MOBILITA’ SOSTENIBILE NELLE AREE NATURALI PROTETTE ITALIANE”.

Il Ministero dell’ambiente ha avviato nel corso del 2001 un
programma destinato alla realizzazione di piani di diffusione di
Fonti energetiche rinnovabili (F.E.R.), risparmio energetico e
mobilita’ sostenibile nelle isole minori italiane sedi di aree
naturali protette. Il programma ha visto una larghissima
partecipazione da parte delle amministrazioni comunali isolane: oltre
20 isole minori stanno elaborando programmi di diffusione delle
tecnologie nel territorio.
Sulla scia di questa esperienza positiva il Servizio I.A.R. ha
proposto al Servizio conservazione natura del Ministero dell’ambiente
l’avvio di un programma di diffusione di fonti energetiche
rinnovabili e interventi di mobilita’ sostenibile rivolto alle aree
naturali protette italiane.
Il programma prevede la realizzazione di una attivita’ di
promozione delle energie rinnovabili, del risparmio energetico e
della mobilita’ sostenibile nelle aree protette attraverso un bando
destinato agli enti gestori.
L’obiettivo del programma e’ stimolare la definizione di piani di
sviluppo del sistema energia nei parchi e della mobilita’ sostenibile
attraverso un meccanismo che miri a premiare le migliori soluzioni
progettuali.
Fasi del programma
Il programma si realizzera’ in due fasi successive:
1) realizzazione di studi di fattibilita’ relativi a forme di
mobilita’ sostenibile e impiego delle fonti rinnovabili con un
coinvolgimento degli enti locali insistenti nelle aree;
2) valutazione delle proposte progettuali, selezione delle
migliori e cofinanziamento per la realizzazione delle soluzioni
presentate.
Soggetti coinvolti
Il Programma vede in una prima fase il coinvolgimento dei Parchi
nazionali italiani.
In una seconda fase sara’ esteso ai Parchi regionali con il
coinvolgimento sia economico che gestionale delle regioni.
Modalita’ di attuazione
Il Ministero dell’ambiente pubblica entro il mese di marzo 2002
un bando destinato agli Enti parco.
Gli Enti parco aderiscono al bando con una dichiarazione di
interesse nella quale si impegnano a predisporre piani di sviluppo e
diffusione di energie rinnovabili, risparmio energetico e/o mobilita’
sostenibile.
Nel predisporre i piani gli Enti gestori curano il coinvolgimento
dei comuni afferenti al proprio territorio il cui ruolo e’
fondamentale per la fase successiva di realizzazione del programma.
Gli Enti parco devono adottare i programmi per lo sviluppo della
mobilita’ sostenibile, le fonti rinnovabili e il risparmio energetico
con specifico atto deliberativo.
Risorse finanziarie e investimenti
Il Servizio I.A.R. impegna 1 ML di Euro con risorse 2001. Il
Servizio conservazione natura ha impegnato nel corso del 2001, 0,52
ML di euro pari a 1 miliardo di lire. Altre risorse possono essere
destinate al programma a valere sulle disponibilita’ 2002.
La realizzazione degli studi viene finanziata nella misura
massima del 50% dal Ministero dell’ambiente.
Per la realizzazione delle opere si prevede un forte
coinvolgimento finanziario degli enti locali, prevedendo la seguente
ripartizione:

=====================================================================
Finanziatore | Risorse %
=====================================================================
Ministero ambiente | 25%
Enti parco | 25%
Comuni dei parchi | 50%

Interventi ammissibili a finanziamento
Nella definizione del bando verranno individuati puntualmente gli
interventi finanziabili tra cui:
1) interventi di risparmio energetico e razionalizzazione
dell’uso dell’energia;
2) utilizzo di collettori solari termici a bassa temperatura
per la produzione di acqua calda sanitaria, riscaldamento dell’acqua
delle piscine, riscaldamento/raffrescamento degli ambienti;
3) impiego di tecnologie rinnovabili – fotovoltaico, eolico,
biomasse (esclusi i rifiuti) e geotermica – per la generazione di
energia elettrica e termica;
4) impiego di tecnologie innovative (es. celle a combustibile,
collettori solari a media temperatura) per la generazione di energia
e per l’integrazione in sistemi di generazione, distribuzione ed uso
dell’energia elettrica e del calore (anche in cogenerazione).
Per gli interventi relativi alla mobilita’ sostenibile:
1) introduzione di veicoli a minimo impatto ambientale;
2) progettazione e realizzazione di servizi flessibili di
trasporto collettivo (servizi a chiamata; taxi collettivo, car
sharing, utilizzo plurimo dei veicoli di proprieta’ delle
amministrazioni o delle aziende pubbliche, anche di localita’ diverse
dal comune proponente il progetto, servizi di noleggio di veicoli a
due o quattro ruote elettrici o a minimo impatto ambientale);
3) progettazione e realizzazione di centri servizi per la
manutenzione dei veicoli a trazione alternativa;
4) interventi di mobilita’ nautica sostenibile.
Crite…

[Continua nel file zip allegato]

Architetto.info