Architetto.info - Architetto.info | Architetto.info

Nuovo tipo di benzina avio 100/130 a basso tenore di piombo....

Nuovo tipo di benzina avio 100/130 a basso tenore di piombo.

REGISTRO AERONAUTICO ITALIANO

Circolare n° 12
Data
30/6/1972

Oggetto: Nuovo tipo di Benzina Avio 100/130 a basso
tenore di piombo

1. GENERALITA’
Entro il 1972 le maggiori società
petrolifere cesseranno la fabbricazione della benzina avio 80/87
(contenuto massimo in piombo tetraetile di 0,5 cc/us gal.) e
produrranno, in luogo dell’attuale benzina avio 100/130 con contenuto
massimo in piombo tetraetile di 4,6 cc/us gal., un nuovo tipo di
benzina avio 100/130 con un contenuto massimo in piombo tetraetile di
2,0 cc/us gal.
Il graduale passaggio al nuovo tipo di benzina, con
l’esaurimento delle scorte degli altri due tipi, è in via di
attuazione o si è già concluso nei vari paesi ed alcune ditte
costruttrici di motori hanno già emanato le relative istruzioni
d’impiego.

2. ISTRUZIONI
Per l’impiego del nuovo tipo di benzina
avio 100/130, nei motori per i quali il tipo di benzina prescritto ha
un grado minimo inferiore a 100/130 ed un contenuto in piombo
tetraetile inferiore a 2 cc/us gal. si raccomanda quanto
segue.

a) Motori con istruzioni delle ditte costruttrici.
Attenersi
alle istruzioni emanate dalle ditte costruttrici. Risultano già
emanate quelle per i motori Continental e Lycoming.

b) Motori senza
istruzioni delle ditte costruttrici.
Attenersi alle seguenti
istruzioni:
i) Impiego. Nell’impiego di benzina con tenore di piombo
maggiore di quello prescritto occorre evitare il funzionamento del
motore con miscela molto magra, in quanto provoca temperature elevate
nei cilindri, formazione di punti caldi, detonazione e inoltre
depositi incandescenti che possono causare preaccensioni. Si
raccomanda pertanto di smagrire la miscela, quando richiesto, il meno
possibile.
ii) Manutenzione. Per ridurre l’accumulo di depositi di
piombo all’interno dei cilindri e quindi
il loro negativo influsso
sul funzionamento e sulla vita del motore si raccomanda quanto
segue:
(1) Candele. Pulire le candele con maggiore frequenza,
esaminarle ad ogni cambio olio motore, cambiarle di posizione tra
loro.
(2) Controlli di compressione. Eseguire il controllo delle
compressioni dei cilindri ogni 100 ore di funzionamento del
motore.
(3) Olio motore. Sostituire più di frequente l’olio motore,
in modo da ridurre l’accumulo di depositi di piombo nei condotti di
lubrificazione e in altre parti interne del motore.
(4) Revisione.
Effettuare revisioni parziali del motore nell’intervallo tra le
revisioni generali quando esista la possibilità che l’accumulo di
depositi di piombo ostacoli il normale funzionamento delle valvole e
dei segmenti.

f.to Il Direttore Centrale
(Prof. Ing.
Giorgio Aldinio)

Architetto.info